sabato, Settembre 25

Crisi rifugiati: sintesi riunione leader UE a La Valletta Quali norme e regole su migranti andrebbero armonizzate all'interno dell'area UE?

0

Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, e Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, hanno presentato le conclusioni della riunione informale tenutasi tra diversi capi di Stato ed il governo dell’UE a La Valletta (Malta). Durante il meeting si è dato atto, che con l’introduzione di misure restrittive, e barriere tecniche ai confini europei, la stessa Europa ha dimostrato di aver bisogno di riprendere il controllo delle frontiere esterne. Soprattutto dopo le decisioni trasmesse da parte di Slovacchia, Repubblica Ceca e Ungheria. Per quanto riguarda la sicurezza delle frontiere oltreconfine è emersa la necessità di armonizzare le regole e le leggi che valgono all’interno della UE, con quelle relative agli obblighi internazionali in materia di diritto da parte di cittadini extraeuropei a non essere registrati. Dall’altro canto non ci saranno diritti applicabili in questo senso per quegli immigrati che decidono di non collaborare con le autorità, prevedendo opportune misure di pena. Durante la riunione informale nessun capo di Stato ha messo in discussione la necessità e la eventualità di prossima attuazione riguardante il trasferimento di circa 60 mila rifugiati, a fronte di poche centinaia di casi, che sono stati soggetti a particolari restrizioni e provvedimenti.

(tratto dal canale ‘Youtube’ di ‘Council of the EU’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->