domenica, Settembre 26

Credit Suisse sulla cresta dell’onda

0

La nota filiale privata Credit Suisse, sta lavorando alla costituzione di un nuovo gruppo d’investimento banking per gli USA riservato ai clienti miliardari. Secondo quanto riportato da ‘Reuters‘ la seconda banca svizzera più nota al mondo avrebbe assunto dalla rivale UBS il noto economista Charlie Buckley, per gestire questo nuovo progetto e lavorare affianco ai fondatori ed investitori. Il nuovo piano d’investimenti del gruppo Credit Suisse non fornirà una pianificazione patrimoniale tradizionale, ma si concentrerà sui prestiti,  sui mercati dei capitali e sui processi di fusione ed acquisizione. Secondo fonti vicine agli affari della filiale svizzera, il piano d’investimento «Sarà bersaglio imprenditori che sono già ultra-ricchi, così come gli imprenditori in settori come il petrolio e il gas, le biotecnologie e le telecomunicazioni, la cui posta in gioco nelle loro società potrebbe valere centinaia di milioni di dollari»

Fonte video tratta da canale YouTube ‘Wochit Business‘)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->