lunedì, Ottobre 25

Covid-19: OMS, le varianti cambiano nome L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato una nuova nomenclatura con le lettere dell’alfabeto greco così da ridurre razzismo e xenofobia

0

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato una nuova nomenclatura per le varianti del Covid-19, associate finora ai Paesi in cui sono apparse per la prima volta. Per evitare stigmatizzazioni l’Oms ha affermato che ora parlerà delle ‘varianti di preoccupazionecon lettere dell’alfabeto greco.

Per queste varianti di interesse, B117 (la variante del Regno Unito o Kent) sarà ora nota come alfa, B1351 (Sudafrica) sarà beta, P1 (Brasile) è gamma e B16172 (India) delta. Per le varianti B1427 / B1429 (USA) è ​​epsilon, P2 (Brasile) è zeta, B1525 è eta, P3 (Filippine) è theta, B1526 (USA) è iota e B16171 (India) è kappa.

Con questo nuovo sistema si vorrebbe porre fine alla pratica stigmatizzante di nominare le varianti con il nome di dove sono state identificate, alimentando il razzismo e la xenofobia. Inoltre, potenzialmente non incoraggia i Paesi dalla ricerca di nuove varianti, poiché trovarle potrebbe danneggiare la loro immagine nazionale, come ha scoperto l’India con le varianti B1617. Infine, non vi è alcuna garanzia che questi nomi geografici siano accurati, poiché le varianti possono facilmente diffondersi prima di essere scoperte.

Chiamare una malattia dopo il luogo da cui si suppone abbia avuto origine ha una lunga tradizione. Nei secoli precedenti, italiani, tedeschi e britannici chiamavano la sifilide “la malattia francese”. I nomi ufficiali delle malattie hanno spesso incluso anche i Paesi o le regioni in cui sono stati identificati per la prima volta: sindrome respiratoria del Medio Oriente (Mers), Ebola (dal nome di un fiume nella Repubblica Democratica del Congo), encefalite, Zika (una foresta in Uganda) e la malattia di Lyme (dal nome di una città del Connecticut).

Di conseguenza, ora c’è una ferma tendenza in medicina ad abbandonare la denominazione delle malattie dopo dove sono state identificate per la prima volta. Quando l’OMS ha inventato un nome per la malattia causata da SARS-CoV-2, l’ha chiamata COVID-19, una contrazione di “malattia da coronavirus 2019”.

Tuttavia, questo non ha impedito all’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump di riferirsi alla SARS-CoV-2 come al “virus cinese”. Gli atti di razzismo contro gli asiatici-americani sono poi aumentati negli Stati Uniti, diventando un problema tale che l’amministrazione Biden ha approvato una legge specifica questa primavera per cercare di ridurre il problema. Simili ondate di razzismo anti-asiatico sono state osservate anche in altri Paesi occidentali.

Per fortuna, il nuovo sistema di denominazione dell’OMS, come osserva, è “facile da pronunciare e ricordare” e non punta il dito. Quindi potrebbe prendere piede in fretta.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->