mercoledì, Ottobre 27

Covid-19: aggiornamenti e consigli su come passare il tempo Ecco qualche aggiornamento sulla pandemia e qualche consiglio per passare il tempo attraverso il gioco più in voga in questo periodo

0

Le cause del virus Covid-19

Non tutti sono ben informati dall’origine vera e propria di questo virus che ha voluto mettere in ginocchio un mondo intero rinchiudendo le persone nelle proprie abitazioni nella speranza di non essere contagiati. Il Ministero della salute aggiorna sempre tutti i casi positivi e le guarigioni che avvengono giorno dopo giorno.
Le scuole stanno soffrendo sempre di più, infatti il Ministero dell’istruzione è stato chiaro sul da farsi nei prossimi giorni.
Ma come detto prima non è solo l’Italia a soffrire, ma anche il resto del mondo. L’Inghilterra, come annunciato dalla BBC si trova davvero in una situazione molto critica.

I coronavirus sono molto comuni in alcune determinati specie di animali come ad esempio il pipistrello o anche il cammello, però il virus può evolvere e infettare anche l’uomo. La suddetta capacità dei virus che ci sono nel mondo degli animali di diventare agenti patogeni per la specie umana prende il nome di salto della specie. Ad oggi siamo a conoscenza di addirittura sette tipologie di coronavirus differenti esistenti.

Le cosiddette ‘gocce’ che emettiamo attraverso il nostro respire sono la via principale di trasmissione del virus. Attraverso uno starnuto si può rischiare di contagiare chi abbiamo di fianco a noi, ma anche non colpi di tosse o semplicemente con il tatto diretto con un’altra persona. Proprio per questo si ribadisce tanto di dover avere sempre le mani sempre pulite o utilizzare comunque un gel disinfettante, proprio per avere sempre le mani igienizzante, evitando così di poter infettare noi stessi e anche gli altri. Le goccioline che emettiamo attraverso la nostra bocca non restano in aria per molto tempo, in quanto risultano essere molto pesanti come particelle, quindi di conseguenza cadano sul pavimento o sul primo ripiano disponibile. toccando con le proprie mani un qualsiasi oggetto che non si trovi nella propria casa ci porta ad essere esposti al rischio di essere contagiati, quindi bisogna davvero prestare attenzione a 360°.

Di solito i sintomi che si manifestano quando si è stati contagiati sono riconducibili a tosse, febbre, mal di gola, debolezza, spossatezza, dolori muscolari o articolari, difficoltà respiratoria (che è la più frequente insieme alla febbre). Poi ci sono i così tanto nominati asintomatici, che sono i più pericolosi dal punto di vista di propagazione del contagio. Infatti gli asintomatici, come dice il nome stesso, non hanno alcun tipo di sintomo, quindi effettivamente potrebbe capitare che una persona è stata infettata ma è totalmente inconscia di ciò e uscendo di casa contribuirà alla propagazione del virus.

Il Covid-19 ha un periodo di incubazione che dura anche un bel po di giorni, per l’esattezza questa incubazione può variare dai 2 ai 14 giorni. Proprio per questo motivo anche se ad una persona precedentemente infetta ogni sintomo sembri andato via, non significa che non ha più al suo interno il virus. Di fatti chi ha la fortuna di non avere più i sintomi, comunque nei giorni successivi ha bisogno di fare il tampone almeno due o tre volte ancora, restando sempre in quarantena per contribuire alla sicurezza di tutte le persone che ci sono in giro. Il tampone, ad oggi, è l’unico sistema di diagnosi che permette di vedere se una persona ha il Covid-19 o meno.

Il modo più diffuso per passare il tempo in quarantena in questo periodo

Seleziona casino è la soluzione che a quanto pare sta prendendo piede durante questo periodo di grande noia dentro casa. Alcuni dati statistici confermano come il gioco da casinò stia portando una grande svolta al passatempo delle persone, giocando comunque responsabilmente senza eccedere. Infatti su seleziona casino si ha la possibilità di scegliere i migliori casinò con cui giocare. Il bello dei casinò è che sono disponibili sempre 24h su 24h, quindi, se dopo un film in streaming si ha voglia di fare qualche partita con i propri amici, magari connettendosi tutti insieme in una piattaforma di conference, si riesce a divertirsi davvero con poco grazie alle infinite opportunità che regala questo sito.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->