martedì, novembre 13

Corea del Sud, ecco le immagini della risposta a Pyongyang I filmati mostrano quattro cacciabombardieri biposto F-15K mentre sganciano otto bombe su una montagna

0

Le Forze armate della Corea del Sud hanno sganciato otto bombe vicino al confine con la Corea del Nord in risposta al test missilistico compiuto da Pyongyang nel mar del Giappone. Queste le immagini di questa azione, che arriva in un momento delicato del continente asiatico e del mondo intero.

I filmati, rilasciati dal ministero della Difesa sudcoreano, mostrano quattro cacciabombardieri biposto F-15K mentre sganciano otto bombe su una montagna. Il presidente sudcoreano Moon Jae-in, in una nota diffusa dalle agenzie di stampa locali, ha dichiarato che il test si è reso necessario dopo l’azione dei ‘vicini’.

Intanto emergono dettagli sul missile a raggio intermedio lanciato da Pyongyang. Si tratta di un Hwasong-12 e ad indicarlo è il portale Rid.it, che evidenzia comunque che caratteristiche simili possono essere attribuite anche alla famiglia dei Taepodong, sviluppati a partire dagli anni ’90 ed al Musudan, che si sta ancora sperimentando. Si tratta del ‘fratello minore’ dell’Hwasong-14, testato lo scorso 4 luglio e dotato di una portata di 7-10mila km.

Secondo i servizi segreti sudcoreani, questo test sarebbe stato effettuato proprio per valutare la capacità del missile di trasportare testate nucleari e farle resistere agli enormi livelli di calore provocati dal rientro nell’atmosfera.

(video tratti dai canali Youtube della CNN e di Ruptly Tv)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.