sabato, Maggio 8

'Corea del Nord aumenta il suo programma nucleare' L'allarme lanciato in una audizione al Congresso dal capo dell'intelligence James Clapper

0

Il capo dell’intelligence Usa James Clapper lancia l’allarme al Congresso americano: la Corea del Nord potrebbe presto avere il plutonio necessario per costruire una bomba. La notizia è che Pyongyang ha riacceso da tempo il reattore nucleare nel sito di Yongbyon, a nord della capitale e «nel giro di mesi se non di settimane» potrebbe essere pronto a produrre una bomba nucleare o qualsiasi altro ordigno. Ma non è tutto, perché Clapper afferma che il leader nordcoreano, nonostante i moniti della comunità internazionale, vuole continuare il suo programma di sviluppo di missili intercontinentali. Particolare questo che è di interesse per gli Usa, visto che possono raggiungere la costa occidentale e quindi rappresentano una ‘seria minaccia’ per il Paese.

Confermato poi che il satellite lanciato dalla Corea del Nord (che per il governo è per l’osservazione della produzione agricola) la scorsa settimana ha raggiunto con successo l’orbita terrestre, ma alcune fonti parlano di rotazione ‘senza controllo’. Il presidente Barack Obama nelle ultime ore ha avuto colloqui telefonici con il premier giapponese Shinzo Abe e con la presidente sudcoreana, Park Geun-hye: si cerca di trovare una risposta forte alle provocazioni della Corea del Nord, con possibili sanzioni da una parte e la conferma dall’altra della trattativa con Seoul del dispiegamento sul territorio di uno scudo missilistico, capace di intercettare i missili nordcoreani. Il pericolo, secondo la Casa Bianca, è che Pyongyang possa vendere armi atomiche a gruppi terroristici.

(video tratto dal canale Youtube di Al Jazeera)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->