domenica, Novembre 28

Comunione e Liberazione 2015 .1 field_506ffb1d3dbe2

0
1 2


Il vero contraltare del Presidente del Consiglio,  e suo contraddittore, non sarà la dirigenza ciellina, con i suoi intellettuali di riferimento, né quelli operistici (nel senso di ‘Compagnia delle opere’), sussidiari (nel senso di ‘Fondazione per la sussidiarietà’ costola di secondo grado, essendo a sua volta costola della suddetta ‘Compagnia’), meetinghiani (o comunque si dica in italiano, il dilemma non è stato ancora sciolto dall’Accademia della Crusca). Ché quelli sono pronti ad andare ‘oltre Rizzo’, quanto a genuflessione davanti al potere ed ai poteri (purché retribuenti), e concordate le condizioni non disdegnerebbero alla Guida del Paese neppure il rappresentante italiano del filantropo nordcoreano Kim Jong-un, Antonio Razzi.

 

Il contraltare e interlocutore di Renzi, e di Comunione e Liberazione, è invece la Chiesa di Francesco. E chi, tra i suoi collaboratori dice: ‘La politica non è quella che siamo stati abituati a vedere oggi, un puzzle di ambizioni personali all’interno di un piccolo harem di cooptati e di furbi. La politica è ben altro, ma per comprenderlo è inutile prodursi in analisi sociologiche o lamentazioni, quando è possibile guardare a esempi come quello degasperiano’. Così, ora, il Segretario della Conferenza Episcopale Italiana, Monsigor Nunzio Galantino. Chissà l’effetto che queste parole fanno a Rimini.

 

(Il peggiore sarebbe, ‘Sì, certo, ha perfettamente ragione, vivaddio, e noi siamo l’esatta e migliore dimostrazione di un modo diverso di fare politica’. Puro stile Roberto Formigoni. & Co. Se, invece…).

 

Continua…

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->