martedì, Maggio 18

Commissione EU decide su investimenti EFSI installato e funzionante entro l'inizio dell'autunno 2015

0

Oggi la Commissione europea ha posto le fondamenta finali in atto per rilanciare gli investimenti nell’economia reale. Un pacchetto di misure concordate oggi farà in modo che il Fondo europeo per la Strategic Investments (EFSI) sia installato e funzionante entro l’inizio dell’autunno 2015, mantenendo l’ambizioso calendario fissato dal presidente Jean-Claude Juncker per l’attuazione del piano di investimenti per l’Europa.

La Commissione ha appena pubblicato una comunicazione sul ruolo delle banche promozionali nazionali (NPBs) nel sostenere il piano di investimento per l’Europa. Il vicepresidente della Commissione Jyrki Katainen, responsabile per l’occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, ha detto: “Le banche nazionali promozionali hanno un ruolo molto importante da svolgere nel rendere il Piano degli Investimenti un successo. Già nove Stati membri si sono fatti avanti con contributi al piano di investimento attraverso le loro banche di promozione, che hanno competenze locali inestimabile e conoscenza. La Banca europea per gli investimenti sta già lavorando a stretto contatto con quelle NPBs, e ci auguriamo molti altri siano ispirati ad intensificare i loro sforzi.

(tratto dalla sezione ‘Audiovisual Services’ della ‘Commissione Europea‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->