sabato, Maggio 21

Come riconoscere le piattaforme di gioco online sicure Ecco alcuni suggerimenti per capire quali sono i siti web a cui rivolgersi con la certezza che siano sicuri e regolamentati

0

Se sei un appassionato di casino online, probabilmente stai cercando la piattaforma migliore che ti garantisca anche un elevato livello di sicurezza. Oggigiorno, sul web troverai decine e decine di siti web che offrono palinsesti appetibili, bonus di benvenuto interessanti, continue promozioni settimanali. Ma stiamo veramente parlando di piattaforme sicure e a cui potersi affidare?

Devi sapere che ci sono alcuni fattori da considerare quando si è alla ricerca del casino online perfetto. Quali sono? Come accorgersi se siamo di fronte ad una piattaforma regolamentata o meno?

Gli elementi comuni da considerare sono la presenza di una licenza rilasciata dall’ADM, opzioni di autoesclusione e di autolimitazioni, programmi che favoriscono una maggiore sensibilità verso la dipendenza da gioco e l’impossibilità da parte di persone non maggiorenni di accedere al gioco d’azzardo.

Di seguito troverai anche alcuni suggerimenti per capire quali sono i siti web a cui rivolgersi con la certezza che siano sicuri e regolamentati.

Quando un casino online è sicuro?

Innanzitutto, il primo aspetto di cui tenere conto quando si sceglie una piattaforma di casino online è la presenza o meno della licenza rilasciata dall’ADM. Si tratta di un fattore imprescindibile per determinare l’affidabilità di una piattaforma.

In Italia, la licenza ADM viene rilasciata e mantenuta solamente a quelle piattaforme che garantiscono il rispetto di alcuni canoni di sicurezza, affidabilità e protezione dei dati degli utenti. Ecco perché è importante fare attenzione ai casino senza licenza AAMS che vantano regolamentazioni provenienti da enti di dubbia provenienza e affidabilità.

Sebbene la licenza rappresenti l’aspetto più rilevante, sono altrettanto importanti una serie di altri elementi. In primo luogo, le piattaforma di gioco online sicure consentono solamente alle persone maggiorenni l’accesso al gioco d’azzardo, consci del fatto che si possa trattare di un intrattenimento ‘pericoloso’. 

Quindi, nel momento in cui il sito web in questione richiederà di verificare il tuo account, la tua richiesta sarà bloccata quando riceveranno i documenti che non attesteranno la maggiore età dell’utente.

Ma non solo. Un’altra tematica molto importante è che spesso viene sottovalutata è quella dell’autoesclusione e dell’autolimitazione del gioco. Queste due possibilità consentono agli utenti di mettersi da soli fuori gioco quando si rendono conto che il divertimento sta sfociando in una vera e propria dipendenza.

La maggior parte delle piattaforme di gioco online regolamentate adottano delle iniziative che consentono agli utenti di limitare il loro dispendio di denaro, le ore giocate e le possibilità di effettuare depositi e prelievi.

In ultima analisi, i siti web di casino regolamentati, applicano delle iniziative e dei programmi finalizzati a contrastare la dipendenza da gioco d’azzardo.

Non nascondiamolo. Queste piattaforme possono essere divertenti nella misura in cui il nostro comportamento è fisiologico e oculato. Nel momento in cui piazzare delle scommesse e giocare mira solamente a recuperare le perdite subite, entra in gioco la dipendenza.

L’obiettivo delle piattaforme di casino online è quello di evitare che il gioco sfoci in una dipendenza sensibilizzando gli utenti verso questi problemi.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->