lunedì, Agosto 2

Come la quarantena ha cambiato l’industria degli appuntamenti La pandemia di Covid-19 ha dato un grosso impulso all’industria degli appuntamenti online, che stava già vivendo un’importante crescita tra i giovani

0

Partiamo da lontano, e precisamente dalla Silicon Valley di San Francisco dove le più importanti industrie tecnologiche della terra si sono circoscritte in un’unica area geografica. Fino a prima del Covid-19 era impensabile raggiungere i massimi gradi della carriera di programmatore, se non si era disposti al sacrificio di stabilirsi in una delle città più care e caotiche del mondo! San Francisco appunto.

Il coronavirus ha cambiato tutte le carte in tavola, le grandi aziende hanno scoperto i vantaggi del telelavoro, ed i loro dipendenti di non dover più vivere stipati come acciughe.

Il risultato? La silicon Valley potrebbe improvvisamente essere giunta al tramonto, San Francisco si sta svuotando, e con grandissima probabilità questo processo sopravviverà al virus che l’ha originato.

Una cosa simile è successa agli appuntamenti online che, sebbene fossero già in fase di crescita, hanno subito un grosso impulso in risposta all’attuale situazione di confinamento generale.

Quasi ogni singolo uomo cerca una donna ed i siti di incontro sono uno strumento incredibilmente efficace. Parliamone.

Trovare l’amore non è mai stato così facile

È una questione di numeri. Anche il più intraprendente dei ragazzi immerso in un ambiente a lui congeniale, non può nel mondo fisico abbordare più di un certo numero di ragazze, al contrario in un sito di appuntamenti non ci sono limiti, ed è inoltre possibile chattare con più potenziali partner contemporaneamente senza che questo generi alcun conflitto. Risulta subito evidente il vantaggio statistico che ne deriva, e la concreta maggior possibilità di incontrare la persona giusta.

Siti di incontri per qualsiasi colore e gusto

Le persone facenti parte di minoranze sessuali ottengono dall’espandersi del fenomeno vantaggi davvero significativi.

Le comunità LGBT è da qualche decennio che sono riuscite a crearsi strumenti e luoghi di aggregazione importanti, e dalla nascita di siti di incontri specifici, ricevono un notevole impulso verso una direzione che avevano comunque già intrapreso. Tuttavia esistono molti altri tipi di minoranze, per le quali i siti specifici risolvono problemi che fino ad oggi non avevano mai ottenuto risposta.

Siti di incontri per over 50, geek, oppure ancora per soli feticisti o BDSM, stanno riscontrando un successo inatteso e tassi di crescita a doppia cifra. Rendono la vita più semplice a persone che fino a ieri ritenevano normale la difficoltà ad incontrare partners con gusti analoghi.

Livello di fiducia e regole

L’incremento del volume d’affari che il settore degli appuntamenti online si è ritrovato a poter gestire ha portato inoltre alla nascita di un circolo virtuoso di cui il settore aveva bisogno. Con l’aumentare del numero di siti di incontri, il settore ha iniziato a subire la spinta della competizione industriale, le aziende che gestiscono i siti per appuntamenti hanno cominciato ad investire molto di più sulla sicurezza, e la tecnologia orientata alla privacy dell’utenza. Il mercato si presenta oggi molto più maturo ed affidabile da questo punto di vista.

Le migliori piattaforme rispettano degli standard di sicurezza, ed hanno politiche di trattamento dei dati personali, che spesso vanno persino oltre la normale giurisdizione europea, garantendo così alla clientela livelli di sicurezza che il settore non poteva permettersi fino a qualche anno fa.

Il settore degli appuntamenti online stava vivendo già prima della pandemia una sua crescita naturale importantissima nelle nuove generazioni, e quindi per una gran fetta dei nostri lettori non rappresentano una novità di rilievo. Per quanto riguarda invece tutti gli altri potrebbe essere il momento per abbandonare ogni indugio e salire su questo treno.

Pena? Restare esclusi da un mondo che avanza inesorabile e non aspetta i ritardatari.

Buoni appuntamenti a tutti.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->