lunedì, Ottobre 18

Come il 5G cambia l’idea e il concetto di gambling L’accessibilità aumenta, ma il gioco cambia e migliora: migliorano le grafiche, il gameplay, la versatilità, la giocabilità. Anche la velocità di gioco e la possibilità di potersi collegare a svagarsi ovunque rende il tutto più appetibile

0

Un anno orribile il 2020, iniziato con l’epidemia e concluso dalla pandemia. In mezzo lockdown, restrizioni, limitazioni, bagarre sui vaccini. A soffrire in particolare l’intero mondo dell’economia, con settori che in qualche modo sono stati più colpiti di altri.

Dopo una crisi le parole d’ordine sono due: ripartenza e rinnovamento. Il 2021 si è aperto con parecchie incertezze per filiere come quella del gioco, particolarmente percossa dal terribile anno 2020. Ma oggi tutti gli operatori della filiera guardano al futuro con rinnovata speranza perché si può ripartire e, insieme, rinnovarsi. Con l’arrivo del 5G, al pari dell’implementazione dell’Intelligenza Artificiale, il settore del gioco legale tira un grosso sospiro di sollievo e ritrova un rinnovato entusiasmo: la nuova rete è destinata a cambiare le regole del gioco.

Il segmento dei casinò online è stato l’unico capace di tenere botta contro i colpi della pandemia e limitare i danni prodotti dalle chiusure forzate del gioco terrestre, inoltre è stato uno dei pochi ad innovarsi costantemente grazie al lavoro di sviluppo e lancio di nuovi titoli da parte di software house e piattaforme di casinò online. Tra gli operatori di gioco che maggiormente hanno investito in innovazione rientra Starvegas Casino, piattaforma che ha ampliato ulteriormente la propria offerta a livello di slot machine online con l’introduzione di nuove tecnologie indirizzate soprattutto per i giocatori mobile.

Il 5G porterà molti benefici ma soprattutto incrementerà l’accessibilità: nel mondo del gioco ciò si traduce in una smisurata possibilità di gioco che spazia da continente a continente e che è destinata ad aumentare qualora la già folta folla di 4,5 miliardi di utenti connessi ad internet dovesse, come previsto, allargarsi a dismisura. Accessibilità che si traduce, nel caso della rete 5G, in una copertura totale e garantita in ogni angolo del globo. Andando a migliorare le già grandi statistiche registrate nell’ultimo biennio.

Col 5G il gioco cambia e migliora: migliorano le grafiche, il gameplay, la versatilità, la giocabilità. Ma anche la velocità di gioco e la possibilità di potersi collegare a svagarsi ovunque rende il tutto più appetibile. Soprattutto con la nuova rete aumenteranno i già impressionanti dati legati all’utilizzo di smartphone.

Negli USA, secondo uno studio inglese pubblicato da GiocoNews, a fine 2021 sarà circa l’89,5% della popolazione a giocare da smartphone, dato che quindi va verso esponenziali percentuali di aumento. Cambierà tutto, ma non solo il gioco, pure l’idea stessa di gioco e il concetto di gambling. Una rivoluzione che si inserisce a pieno titolo nella già ricca Rivoluzione Digitale. Non mancano certamente dubbi: la copertura sarà efficace? E quando sarà raggiunta del tutto? Sono domande a cui è lecito provare a trovare risposte ma quel che è certo è che stavolta, dinanzi a future crisi, settori come il gioco potrebbero aver trovato la soluzione.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->