mercoledì, Aprile 21

Cocoricò e droga, un caso politico Cocoricò

0
1 2


 

Dopo la serrata del Cocoricò, il ministro dell’Interno lancia la sua crociata contro droga e sballo. È polemica. I partiti mangioni si spartiscono le poltrone del CDA Rai. Nominati oggi 7 consiglieri su 9 in commissione di Vigilanza secondo la logica spartitoria contenuta nella legge Gasparri. Il M5S sceglie a sorpresa Carlo Freccero. PD naturalmente spaccato sul nome (bocciato) di Ferruccio De Bortoli. Si tratta ancora di dare un volto a Direttore Generale e Presidente. In vista della direzione PD, la questione meridionale continua a far discutere: il dissidente Dem Alfredo D’Attorre lancia la candidatura politica di Roberto Saviano. Il presidente dell’Inps Tito Boeri propone l’introduzione di un sistema di reddito minimo garantito per gli over 55. Migranti: Ignazio Marino lancia l’allarme sovraffollamento a Roma. Il Senato licenzia il DDL delega al governo sulla riforma della Pubblica Amministrazione. Renzi esulta e provoca i suoi avversari ‘gufi’ su Twitter. La Camera, invece, approva in via definitiva e con voto di fiducia il testo sugli Enti Locali con annessi tagli alla Sanità per più di 2 miliardi. I grillini denunciano un «piano criminoso contro la Sanità pubblica».

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->