sabato, Settembre 18

Citizenfour: Snowden racconta…

0

Nel gennaio 2013, la documentarista Laura Poitras inizia a ricevere delle email anonime e criptate di un tale ‘Citizenfour’ (alias Edward Snowden come scoprirà in seguito), un impiegato della National Security Agency (Nsa), il quale afferma di avere in mano le prove di un programma di sorveglianza illegale manovrato appunto dalla Nsa. Citizenfour invita la Poitras e il giornalista freelance Glenn Greenwald a Hong Kong, dove è appena fuggito e si sta nascondendo, per rivelare di fronte a una videocamera tutta la verità sullo scandalo di Stato. La Poitras e Greenwald incontrano dunque il giovane Snowden in un hotel di Hong Kong ed essi lo intervistano in grande segretezza. Ne viene fuori un ritratto affascinante di un brillante ‘nerd’ che smaschera un pericoloso attacco alla privacy in nome della sicurezzaIl documentario che ne è risultato (di cui qui c’è un  piccolo estratto di circa un 2 minuti) , intitolato appunto ‘Citizenfour’ , ha vinto l’Oscar quest’anno e uscirà in Italia il 16 aprile distribuito da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection. E sarà proiettato al Festival del Giornalismo di Perugia il 18 aprile, mentre il giorno prima la stessa Poitras e Snowden, via Skype, parteciperanno a un dibattito sulla privacy.

(tratto dal sito de ‘La Repubblica‘)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->