lunedì, Settembre 27

Cina, Suning compra l'Inter

0

E’ ufficiale: la Cina acquisterà la squadra calcistica milanese dell’Inter. E’ la prima volta nella storia che una società cinese -la Suning Holdings Group– acquista un club italiano di calcio.

L’acquisto è stato confermato dal presidente del gruppo cinese Suning, Zhang Jindong, in una conferenza stampa ieri mattina a Nanchino. L’accordo vale 270 milioni di euro. La Suning diventerà così l’azionista di maggioranza rilevando il 68,55% dell’Inter. L’attuale azionista di maggioranza e proprietario, l’indonesiano Erick Thohir, ridurrà la sua quota al 30 per cento diventando così il secondo azionista per numero di quote. Per quanto riguarda invece Massimo Moratti, patron storico in casa Inter, con la vendita totale delle sue quote (pari al 29%), si avrà la sua definitiva uscita di scena dal club dopo 21 anni di presidenza.

Zhang Jindong ha così commentato questa partnership: «questo storico accordo costituisce per l’Inter un’occasione di crescita senza precedenti in Cina, perché il nostro Paese diventerà la seconda patria nerazzurra. Inoltre, gli investimenti e le risorse di Suning renderanno l’Inter capace di tornare a gloriosi successi e diventare sempre più forte, attraendo le stelle del calcio mondiale».

Infatti, Jindong ha un obiettivo ben preciso poiché l’acquisizione dell’Inter è parte integrante di una strategia quinquennale volta a far diventare la Suning il leader nel mondo dello sport.

 

 

(video tratto dal canale YouTube di CCTV News)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->