sabato, Maggio 8

Cina: record, costruita una linea ferroviaria in sole 9 ore 1500 lavoratori, con 7 treni e 23 scavatori, hanno realizzato un collegamento ferroviario destinato ad una nuova stazione nella provincia del Fujian, nel sud della Cina

0

1500 lavoratori, in solo 9 ore, con 7 treni e 23 scavatori, hanno realizzato una linea ferroviaria destinata ad una nuova stazione nella provincia del Fujian, nel sud della Cina. I lavori sono iniziati il 19 gennaio e terminati nelle prime ore del giorno seguente. La ferrovia da 152 miglia, pari a 246.55km, sarà in grado di supportare treni che operano ad una velocità massima di 200 km/h. Hanno collegato tre principali ferrovie: quella di Ganlong, Ganruilong e Zhanglong con la nuova Nanlong, il cui completamento è previsto per la fine del 2018.

Sono anche stati installati i segnali stradali e una serie di apparecchiature per il monitoraggio del traffico. Il segreto sarebbe nell’ organizzazione. Zhan Daosong, vice direttore del China Tiesiju Civil Engineering Group, principale azienda di costruzione ferroviaria cinese, ha affermato: «Per la costruzione della stazione ferroviaria di Nanlong, nella città della Cina meridionale di Longyan, sono stati utilizzati 7 treni e 23 scavatori. Gli operai sono stati divisi in sette unità per svolgere simultaneamente sette compiti».

(Video tratto dal canale Youtube Euronews)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->