mercoledì, Settembre 29

Cina: premessa di una grande vittoria

0
1 2 3


La volontà di crescere, imprescindibile da una concezione politica di potenza, è riscontrabile nell’ascesa cinese, giapponese e coreana (dopo la Guerra di Corea) ma, nel caso della Repubblica Popolare, la sfida era ancora più ambiziosa: convertire il proprio modello economico e diventare la prima potenza mondiale.

Ciò che accomuna i progressi economici dei tre Paesi dell’Estremo Oriente citati è l’importanza attribuita alla conquista dei mercati esterni, all’accumulo di ricchezza al fine di consolidare il settore militare e il potere geopolitico. In tutti e tre i casi, le scorciatoie prevedevano delle misure protezionistiche: in Cina, ad esempio, le società straniere possono acquisire le aziende locali solo dopo aver ottenuto l’approvazione delle autorità e comunicato le loro intenzioni ai concorrenti cinesi.

L’intenzione di assorbire dall’estero tutta la conoscenza necessaria per lo sviluppo fu manifestata chiaramente nel Giappone Meiji con il 5° articolo del Giuramento della Carta del 1868, che recitava: «Per rafforzare l’Impero, la conoscenza dovrà essere ricercata in ogni dove». Diversamente, la Cina non ha mai esplicitato le sue strategie, anzi, si è parlato di uno ‘sviluppo pacifico’ nel quale lo Stato esprime la volontà di diventare un attore importante sullo scacchiere internazionale attraverso un dialogo conciliatore. Un’altra differenza si può riscontrare nell’apertura della Repubblica Popolare agli investimenti esteri sul proprio territorio, con una strategia che consente di attrarre personale qualificato in modo diretto, mai praticata in Giappone.
La volontà d’indipendenza, la difesa degli interessi nazionali e l’approvvigionamento di risorse energetiche giustificano questa grande manovra di apertura operata da Pechino, che vede nel rafforzamento economico la strada per diventare una potenza, un po’ come recitava lo slogan nazionale dell’Era Meiji: «Paese ricco, Esercito forte».

Lo sviluppo cinese è caratterizzato essenzialmente da due aspetti emersi nel 1978 con la terza sessione plenaria dell’undicesimo Comitato Centrale del Partito Comunista, quando furono formalmente avviate le riforme e concessa l’apertura all’estero.
Il primo aspetto riguarda la crescita necessaria per divenire un Paese sufficientemente o completamente sviluppato, mentre il secondo riguarda la transizione da un tipo di economia all’altro, nonché l’introduzione dell’economia di mercato in un sistema socialista.
La Cina ha portato a termine l’impresa in modo estremamente rapido, seppur a un ritmo irregolare, e sempre sotto il controllo dell’unico partito, il PCC, elaborando le nuove riforme all’interno del vecchio apparato legislativo.
Proprio perché la conversione è avvenuta in modo rapido e inesorabile, solo adesso si ha una piena percezione dei problemi che si sono generati e che al giorno d’oggi costringono Pechino a prendere una decisione in merito.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->