lunedì, Settembre 27

Cina: l’industria bellica nell’era di Xi Jinping Gianandrea Gaiani illustra le prossime sfide del settore della difesa cinese

0
1 2 3


Nell’ ottica dell’ industria pesante, quali sono i maggiori big?

China North Industry nota come Norinco oppure l’ Avic, l’Aviation Industry Corporation, che ha realizzato il Chengdu J-20 e lo Shenyang J-31.

Che ruolo ha lo Stato nel settore bellico?

Diciamo che gli apparati militari sono padroni dell’ apparato industriale cinese.

Dal punto di vista occupazionale, è un settore che impegna un gran numero di lavoratori?

Assolutamente sì. La Cina, se non sbaglio, è il Paese con il più alto numero di brevetti depositati ogni anno. Questo vuol dire che nel suo apparato industriale non ci sono solo operai, ma anche ingegneri che sviluppano il progetto.

Questa sarà forse una delle caratteristiche che verrà accentuata nel corso dei prossimi anni.

Penso di sì.

Lo sviluppo del comparto industriale militare è stato influenzato anche dall’ integrazione tra l’ ambito civile e quello militare?

Non saprei. Di certo la Cina sta sviluppando il settore aeronautico e quello elettronico anche per il mondo civile. Lo dimostra, ad esempio, il fatto che la Cina, a Shanghai, ha enormi fabbriche interamente robotizzate. Questo significa che, soprattutto nell’ alta tecnologia, quanto sviluppato in ambito militare, in Cina come in tutto il resto del mondo, ha poi delle ricadute a livello civile.

Si sta passando dalla logica della “quantità” a quella della “qualità”?

La Cina sta riducendo le sue forze armate. I militari stanno diminuendo. Questo significa, certamente, che si conta sempre di più sulla “qualità”. Detto questo, le forze armate cinesi resteranno quelle numericamente più importanti del mondo. Quindi alla “qualità”, si dovrà aggiungere la “quantità”. Saranno sicuramente forze armate molto consistenti. Hanno ancora corazzate, mettono in campo migliaia di carri armati. I cinesi dovranno mantenere delle forze numericamente importanti, pur in un contesto di modernizzazione e di riduzione rispetto al passato.

Il Presidente Xi Jinping ha sostenuto che «la Cina completerà entro il 2035 il processo di modernizzazione delle sue Forze armate, ed entro il 2050 disporrà di una potenza militare di livello mondiale». E’ in grado la Cina di raggiungere gli obiettivi che si è prefissata?

Secondo me la Cina avrebbe le carte in regola per tagliarlo anche prima. Ma temo che la Cina possa implodere prima per le sue contraddizioni interne. Se la Cina restasse una potenza stabile potrebbe farcela. Ma se ci fossero scontri interni, anche molto violenti, non è detto che ci possa riuscire. La corruzione sta dilagando e sta togliendo credibilità non solo agli organismi militari, ma anche al Partito.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

emanuele.cuda@lindro.it

End Comment -->