lunedì, Aprile 19

Cina, la First Lady battezza il tulipano ‘Cathay’ true

0

Peng Liyuan CinaCina e Paesi Bassi hanno firmato un patto commerciale la scorsa domenica impegnando la competenza casearia olandese in aiuto ai produttori cinesi, il tutto per aumentare la qualità e la quantità del loro latte. L’accordo firmato durante la cerimonia nella residenza ufficiale del Primo Ministro Mark Rutte. Si tratta dell’ennesima iniziativa della Cina volta a riabilitare la reputazione del suo settore lattiero-caseario dopo gli scandali dei prodotti lattiero-caseari contaminati.                                                                                                                                 

Secondo i giornali locali ‘Metro Express’ di Shanghai e ‘Legal Evening News di Pechino, diversi giardini botanici e parchi fioriti a tema a Shanghai e Pechino, Wuhan e Changsha, sono impegnati a importare e piantare una varietà di tulipano recentemente coltivato dai Paesi Bassi, dopo che il fiore è stato benedetto con un nuovo nome cinese dalla First Lady Peng Liyuan. Domenica, Peng, durante la visita di Stato con il marito, il Presidente Xi Jinping, nei Paesi Bassi per il Vertice sulla Sicurezza Nucleare, ha versato champagne per benedire il tulipano e il nome della pianta ‘Cathay’, in cinese ‘GuoTai’, su invito della regina olandese Maxima .

Il nome ‘Cathay’, è un antico nome per la Cina nei Paesi Bassi e in lingua cinese significa ‘Paese prospero’. La First Lady cinese ha chiuso la giornata dei meeting con il suo solito fascino battezzando un nuovo ceppo di tulipano. «Finché la nuova varietà è disponibile per la vendita nei Paesi Bassi, vorremmo considerare l’acquisto e coltivarlo nel nostro parco» ha affermato Wei Yu al ‘Legal Evening News’ dal reparto giardinaggio dei Giardini Botanici di Pechino. Le controparti di Wei nel Zhongshan Park della capitale, il Giardino Botanico e il Flower Port di Shanghai, hanno espresso un simile interesse e l’intenzione di importare il fiore.

I cittadini delle quattro città saranno in grado di vedere il curioso tulipano il prossimo mese di aprile al più presto, in quanto è difficile valutare se la nuova varietà di tulipano sarà esportata o meno. «Ho fatto una telefonata al produttore del tulipano in Olanda subito dopo aver appreso la notizia», ha detto Wang Mingxu, segretario del comitato di partito del Giardino Botanico Provinciale dello Hunan. «Ma non possiamo determinare il numero in questo momento, in quanto non è stato ancora coltivato su larga scala. Ma se tutto va secondo i piani, palle di semenza saranno piantate questo autunno e inverno». Secondo gli orticultori locali, il tempo e le condizioni climatiche di Shanghai sono ideali per la crescita dei tulipani.

Il Giardino Botanico dell’Accademia Cinese delle Scienze di Wuhan sta per introdurre il nuovo ceppo di tulipano ‘Cathay’. Il giardino ha lavorato a stretto contatto con la società olandese che ha sviluppato il nuovo ceppo di tulipano per fornire i requisiti della pianta. Se questo tulipano può essere piantato su larga scala e soddisfa i requisiti di importazioni ed esportazioni dei due paesi, il Giardino Botanico di Wuhan acquisterà palle di sementi per la semina.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->