domenica, Ottobre 24

Cina, ecco i nuovi scandali di corruzione

0

La Cina è alle prese con nuovi guai. A non passarsela bene è in primis il Partito Comunista, che ha dichiarato che Sun Zhengcai, uno dei più alti esponenti e da molti visto come futuro premier, è sotto investigazione per gravi violazioni della disciplina. Uno scandalo che arriva a pochi mesi dalle votazioni per la successione a leader del partito.

Il sospetto è che dietro la formula vaga di ‘gravi violazioni della disciplina ci sia un caso di corruzione. Sun, 53 anni, è il più anziano tra i politici ‘eliminati’ finora in cinque anni dal Partito durante la lotta contro la corruzione, la slealtà e l’abuso di potere. Una battaglia fortemente sostenuta dal Presidente Xi Jinping, cominciata subito dopo aver preso il controllo del Partito Comunista alla fine del 2012.

Per corruzione è indagato anche Zhang Huawei, ispettore a livello di vice-ministro, ha «perduto i suoi ideali e convinzioni» e danneggiato la reputazione della Commissione centrale per le ispezioni disciplinari (Ccid) del Partito Comunista. La Ccid aveva lanciato l’ispezione sull’ufficio di Zhang nell’aprile scorso. Secondo la rivista Caixin egli sarebbe indagato per illeciti finanziari.

(video tratto dal canale Youtube di Al Jazeera)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->