sabato, Maggio 15

Chi sarà il primo astronauta ad andare su Marte? Quell’astronauta, maschio o femmina che sia, dovrà essere principalmente bravo o brava

0

Si fa da tempo una questione di genere: probabilmente la radice viene da un prezioso libro di Judith Butler, una delle filosofe più autorevoli e originali del pensiero contemporaneo,che ha segnato un punto di svolta del femminismo internazionale e che è divenuto un classico del pensiero di genere.  

Il tema è arrivato anche alla Nasa che nei suoi programmi della Stazione Spaziale Internazionale ha incluso le uscite dalla cabina pressurizzata anche per le astronaute. La manovra si chiama in gergo EVA-Extra-vehicular activity e dunque con la prima donna biblica non c’entra molto. L’evento di cui parliamo sarebbe dovuto accadere il 29 marzo 2019 con Anne Mcclain e Christina Koc, che sarebbero dovute uscire dalla stazione spaziale per circa sette ore supportate da terra dalla canadese Kristen Facciol, che manovrava l’operazione dal Johnson Space Center a Houston.  

Poi qualcosa di banale non ha funzionato: le tute per esterno disponibili sulla SSI non sono state adatte per le due donne dello spazio e l’operazione si è dovuta spostare al6 ottobre seguente. Christina Koch è stata confermata mentre laMcclain è stata sostituita da medico della VirginiaAndrew Morgan. La missione era la sostituzione di batterie al nickel-idrogeno con batterie al litio.  

Sono passati oltre 35 anni di distanza dalla prima passeggiata spaziale al femminile, compiuta il 25 luglio 1984 dalla russa Svetlana Savitskaya, uscita dalla stazione spaziale sovietica Salyut 7 per tre ore e 35 minuti. E in Russia c’è anche un primato femminile molto significativo con la spedizione di Valentina Tereškova, nel 1963 a bordo della Vostok 6. Un record che nel 2014 partecipando all’apertura delle Olimpiadi invernali di Sochi, ha fatto portare la bandiera olimpica a Valentina e che le ha dedicato una valle lunare, come memoria indelebile della sua impresa. A dire il vero non tanti dei suoi colleghi hanno avuto gli stessi riconoscimenti!  

Sarà composto da donne il primo equipaggio americano che scenderà sulla Luna? Non lo sappiamo. Così come non sappiamo chi sarà la prima persona ad andare su Marte. Forse una donna.  

Jim Brindestine, il capo della Nasa ha dichiarato a un talk show che la prima persona ad andare su Marte sarà probabilmente una donna e per questo l’ente si impegna ad avere una gamma di talenti ampia e diversificata, ha anche aggiunto. 

“Staremo a vedere” hanno affermato molti giornali. Noi, dal nostro punto di osservazione siamo persuasi che quell’astronauta, maschio o femmina che sia, dovrà essere principalmente bravo. O brava. Quale sia il genere, il colore della pelle o il credo confessionale non conta nulla. Ma pure, pensiamo che ancora i primi a scendere su Marte non siano ancora nati.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->