lunedì, Luglio 26

Chi è Kim Yo-jong E' giunta a Pyeongchang con una folta delegazione per partecipare alla cerimonia di apertura dei Giochi invernali. Vediamo il suo profilo

0

E’ giunta a Pyeongchang con una folta delegazione per partecipare alla cerimonia di apertura dei Giochi invernali. Parliamo di Kim Yo-jong, sorella di Kim Jong-unNata nel 1987, ha studiato in Svizzera come suo fratello e si ritiene abbia frequentato l’Università Kim Il Sung e una scuola europea per la sua istruzione superiore. Il loro padre, Kim Jong-il, ha avuto quattro donne e diversi figli, ma Kim Jong-un e Kim Yo-jong hanno la stessa madre, Ko Yong-Hui.

Lei è stata sempre vicina a suo padre, e dopo il ritorno dalla Svizzera è stata nominata a posizioni di responsabilità nel governo. Avrebbe agito inizialmente a capo di un advance-team che ispezionava i siti prima delle visite ufficiali e assumeva le funzioni amministrative.
Sotto la leadership di suo fratello, Kim Yo-jong ha assunto più responsabilità, occupandosi finalmente di politica, organizzando briefing di intelligence e agendo quasi da capo di stato maggiore. Vice ministro della propaganda dal 2014, è da poco nel Politburo di Pyongyang ma si è subito fatta valere tanto da sostituire la zia di Kim nelle preferenze del dittatore.
In Corea del Nord c’è solo una donna più potente di lei, la moglie del leader. Anche lei è sulla lista nera americana per «gravi violazioni dei diritti umani».

(video tratto dal canale Youtube di Business Insider)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->