sabato, Settembre 25

Chi è il Mullah Omar? Il documentario dell'Islamic Documentaries Online

0

Il leader supremo dei talebani, il Mullah Omar, è morto. Ieri mattina la notizia è stata diffusa da diversi media afghani e pakistani ed è stata rilanciata anche da alcune fonti dei servizi di sicurezza di Kabul. Il decesso sarebbe avvenuto in un ospedale del Pakistan nel 2013, circa 12 anni dopo essere fuggito dall’Afghanistan. E’ quanto ha dichiarato nel tardo pomeriggio di ieri Abdul Hassib Seddiqi, portavoce della Direzione nazionale della sicurezza (l’intelligence afghana), in un’intervista pubblicata dal ‘New York Times‘. La notizia della morte del mullah Omar si è diffusa in mattinata e Seddiqi ha spiegato di ritenere che sia morto in un ospedale pakistano nei pressi della città di Karachi. Non è chiaro, tuttavia, come e quando l’intelligence afghana abbia ricevuto questa informazione e al momento non ci sono conferme da fonti indipendenti né dai taliban. In precedenza un ex Ministro del regime dei taliban afghani ed esponente della leadership del movimento aveva parlato di morte per tubercolosi due anni e quattro mesi fa; il corpo sarebbe poi stato sepolto dal lato afghano del confine con il Pakistan.
Il Mullah Omar era uno degli uomini più ricercati al mondo. Sparito dalla circolazione dalla caduta del suo regime in Afghanistan nel 2001, negli ultimi tempi si erano intensificate le voci -mai confermate- sulla sua morte. Le ultime in ordine di tempo risalgono alla scorsa settimana quando Fidai Mahaz, gruppo nato da una scissione all’interno del movimento talebano, ha diffuso la notizia dell’uccisione del Mullah Omar che risalirebbe a due anni fa. Secondo il presunto portavoce di Fidai Mahaz, Qari Hamza, l’uccisione sarebbe opera del Mullah Akhtar Muhammad Mansoor, numero due del Mullah Omar. Lo scorso anno circolavano notizie sulla concessione al Mulllah Mansoor di tutti i poteri in materia di processo di riconciliazione.
Lo scorso novembre la Direzione nazionale per la sicurezza (Nds, i servizi afghani) aveva fatto sapere che è ‘possibile’ che il Mullah Omar sia morto. In giornata questa  voce è stata rilanciata da un anonimo emissario talebano, secondo il quale la notizia sarebbe stato reso noto soltanto oggi solo perinterferire’, di fatto, sui colloqui di pace in corso.
A tal proposito, lo scorso 15 luglio il sito web del cosiddettoEmirato Islamico dell’Afghanistan’, aveva diffuso una dichiarazione attribuita proprio al Mullah Omar in cui, per la prima volta dopo 14 anni, si annunciava l’apertura a colloqui di pace con il Governo di Kabul, considerati «legittimi», ribadendo al contempo l’obiettivo di «porre fine all’occupazione delle forze straniere».
Il secondo round di colloqui fra emissari dei Talebani ed esponenti del Governo di Kabul è previsto per venerdì prossimo ad Islamabad.

Il video presenta una biografia del Mullah Omar realizzata dall’Islamic Documentaries Online nel contesto della quale per un verso si invitano gli indiani musulmani alla rivolta, per l’altro il testo contiene interventi moderati che respingono le azioni volte alla conversione forzata all’Islam.

(tratto da un video su ‘Youtube’ dell’ ‘Islamic Documentaries Online’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->