mercoledì, dicembre 19

CES 2018: ecco la ‘ EMotion EV ‘, l’ auto ibrida di lusso firmata Fisker Con questo nuovo progetto di veicolo elettrico, Henrik Fisker torna a sfidare Tesla.

0

E’ stata presentata al Consumer Electronic Show (CES) di Las Vegas la nuova Fisker EMotion EV che è un aggiornamento della Fisker Karma del 2012. Ecco la Fisker Rovero. Con questo nuovo progetto di veicolo elettrico, Henrik Fisker torna a sfidare Tesla. Dovrebbe debuttare nel 2019, ma ancora molto rimane da scoprire.

Quello che pare essere la rivoluzione che porterà con sé quest’ auto è il fatto che essa farà il suo ingresso nel mercato con batterie al litio della LG Chem. Dotata di quattro ruote motrici, la Fisker EMotion EV può contare su 700 CV, di cui più della metà generati da due motori elettrici, passando da 0 a 60 in 5,4 secondi . Potrà raggiungere 260 km/h di velocità massima e percorrere circa 640 km con una ricarica. Potrebbe disporre inoltre di guida autonoma di livello 4 grazie ai cinque sensori lidar Quanergy.

«Volevamo fare qualcosa di non tradizionale, per mostrare che tipo di marchio siamo. E siamo un marchio anticonformista» ha detto Fisker. Dal punto di vista estetico, EMotiov EV è lunga 5 metri , alta 1 metro e 44 e monta cerchi in lega da 24 pollici con gomme Pirelli. Negli interni, regna la pelle che riveste i sedili e le portiere. Enorme il tetto di vetro che cambia colore. Il prezzo? Intorno ai 130.000 dollari.

 

(Video tratto dal canale Youtube Business Insider)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Commenti

Condividi.

Sull'autore