lunedì, Maggio 17

Centinaia di migranti tornano a casa

0

All’aeroporto di Erbil, capitale della regione autonoma curda, nel nord nell’Iraq, sono moltissimi i migranti registrati che sono tornati a casa dopo la pessima esperienza vissuta in Europa. Molti di questi ‘scappano’ dalla Germania, perché -come racconta l’intervistata- «abbiamo trovato una situazione peggiore di quella che avevamo lasciato». La donna racconta di aver trascorso tre mesi interminabili, senza ricevere il minimo aiuto. Racconta del poco cibo ricevuto, del freddo tedesco e dei bambini, che piangevano per la fame.

Oltre alle condizioni nei campi, le critiche riguardano soprattutto i lunghi tempi di attesa per fissare un appuntamento e presentare la domanda di asilo. Secondo l’organizzazione umanitaria Amnesty International, ogni migrante aspetta in media un’anno solo per le questioni burocratiche. I tempi d’attesa troppo lunghi, hanno quindi fiaccato le molte speranze dei migranti arrivati in terra tedesca.

«Da Berlino ci sono tre voli a settimana verso l’Iraq, partono quasi 100 rifugiati a settimana, si tratta di numeri in costante aumento» spiega Andesha Karim, dipendente della Iraqi Airways.

 

 

(video tratto dal canale YouTube Euronews)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->