mercoledì, Giugno 23

Cecenia: le bravate di Kadyrov mostrano l'instabilità della Russia

0
1 2


LE LAMENTELE DEL TENENTE DI PUTIN

Ma l’atteggiamento di sfida di Kadyrov e il suo status privilegiato hanno fatto arrabbiare le agenzie esecutive russe, che lo considerano una spina nel fianco. Ciononostante, mentre l’aperto sprezzo del leader ceceno verso le leggi russe e la sua crescente condotta ostinata contrastavano fortemente con il sistema russo di forte controllo, Putin ha ignorato il suggerimento dei propri consiglieri di ridimensionare i poteri di Kadyrov.

L’uccisione di Nemtsov sembra però segnare un punto di svolta. Putin è sembrato chiaramente furioso nei confronti di ciò che appare come un omicidio volto a gettare un’ombra sul Cremlino e indebolire il suo governo nella resa dei conti con l’Occidente sul caso ucraino. Alcuni osservatori hanno suggerito che gli assassini di Nemtsov possano essere stati incoraggiati da alcuni nemici di Kadyrov, vedendola come un’occasione per disfarsi del leader ceceno.

Se questo fosse stato il piano, non ha funzionato. Anche se gli esecutori sembrano avere dei collegamenti con alcuni dei militari più vicini a Kadyrov, l’indagine si è dissolta rapidamente.

 

MOMENTO DECISIVO

Con il termine del mandato di Kadyrov che scadrà a fine marzo, i suoi nemici nella burocrazia sembrano alzare nuovamente la pressione su Putin per sbarazzarsi del testardo leader ceceno. Non ci sono indicazioni, comunque, che il Presidente russo possa cedere a queste pressioni. I rischi collegati alla cacciata di Kadyrov sembrano troppo alti, e potrebbero gettare nuovamente la Cecenia nel subbuglio.

Chiaramente consapevole della minaccia alla sua posizione, Kadyrov ha quindi cercato di risultare indispensabile a Putin lanciando feroci attacchi ai suoi nemici liberali.  Dal suo punto di vista, la pubblica espressione di devozione dovrebbe apparentemente persuadere il presidente della sua fondamentale importanza, non solo per mantenere la Cecenia stabile ma anche per assicurare che Putin governi al meglio in tempi di crisi economica e instabilità politica.

Allo stesso tempo, i nemici di Kadyrov possono sperare che un’ondata di pubblico sdegno sugli attacchi di Kadyrov all’opposizione possa indebolire il mantenimento del potere del leader ceceno. Putin si trova ora in un equilibrio precario tra i suoi veterani compagni del KGB in carica nelle agenzie di sicurezza russe e l’autoritario leader ceceno: le prossime settimane potranno portare cambiamenti improvvisi nella scena politica russa.

 

Traduzione di Manuel Marini

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->