Navigazione: Speciale Libia

Italia – Libia: il fattore Minniti
di

L’Italia ha dato il suo con 31 milioni per il Fondo Africa. Sta coinvolgendo anche i Paesi di transito, specie il Niger, ma senza il supporto delle autorità libiche e degli attori principali nel Paese non si potrà ottenere un completo controllo della situazione

Libia: Bengasi libera, Haftar sempre più ineludibile
di

L’annuncio di ieri modifica ulteriormente il quadro politico in Libia, aggravando la fragilità di Al-Serraj, appoggiato dalla comunità internazionale, e rafforzando ulteriormente Haftar, che si conferma come interlocutore di cui in Libia non si può fare a meno

Libia, serve una tavola rotonda
di

“Saif al Islam e Gaddaf Addam? Non possono fare nulla. Il Paese ha bisogno di una riconciliazione sociale e non una soluzione politica. L’Italia ha perso la propria immagine e credibilità”

Libia: il ritorno di Gheddafi?
di

Se a maggio c’era stato l’incontro tra Haftar e Governo di Tripoli, che faceva sperare in una soluzione pacifica della vicenda, per giungere ad una stabilità del Paese, oggi il Consiglio è talmente debole, che il generale potrebbe avere la meglio. In questa chiave di lettura, si comprenderebbe il ruolo del figlio di Gheddafi, che sarebbe in grado di controllare le tribù libiche.

G7 tra Libia, migranti, terrorismo e Russia
di

‘Non verranno prese delle decisioni importanti per quanto riguarda la Libia, penso che i temi sull’agenda siano altri, penso che il principale attore interessato alla questione è sicuramente l’Italia, ma il disinteresse degli USA inciderà’

Libia: il ruolo cruciale del Sudan richiesto dall’ONU
di

Perché il ruolo del Paese è così fondamentale in quello schacchiere? DI certo c’è che El Bashir, con queste manovre, intende sdoganare sull’arena internazionale il Paese e, come ultimo obiettivo, cancellare i due mandati di arresto internazionali che pendono sulla sua testa emessi dalla CPI

Libia: quale ruolo degli Stati Uniti?
di

La questione libica è parte di un più generale processo di ridefinizione degli equilibri internazionali, dal cui esito dipenderà, in larga misura, il ruolo che Washington vi giocherà negli anni a venire