Navigazione: Economia – Italia – News

I guai dell’ oro nero: la Nigeria trascina l’ Eni in tribunale L'azienda italiana citata in giudizio per inquinamento del Delta del Niger e per una maxi-tangente pagata a politici nigeriani per ottenere la concessione sul giacimento. Tra gli imputati anche l'Ad Descalzi ed il suo predecessore Scaroni. L'Eni rischia la revoca della concessione ed una sanzione multimilionaria.
di

Il giacimento di petrolio più ricco di tutta l’Africa rischia di trascinare a fondo tutto lo stato maggiore dell’Eni. Inquinamento e corruzione internazionale le accuse. Due processi al Tribunale di Milano stabiliranno le responsabilità della Società italiana. Tra i banchi degli imputati dirigenti, manager e intermediari. Alcuni di loro avrebbero intascato mazzette dal pagamento della concessione di estrazione sul giacimento. Ne parliamo con Luca Manes di Re:common, l’organizzazione che per prima ha presentato alla procura di Milano dubbi sulla legalità di quell’operazione economica.

[purchase_link id="272521" text="Acquisto" style="button" color="red"]
Quando investire in Italia è una fatica Attrazione europea di investimenti, libera circolazione di capitali, ‘residence and citizen planning’ e responsabilità: dove si colloca l’Italia? Risponde Giorgio Galeazzi, Professore di Economia dell’Università di Macerata ed esperto in analisi economica dei comportamenti criminali
di

Le ragioni di questo accesso limitato “si devono al fatto che le banche, in particolare quelle italiane, sono fortemente condizionate e poste sotto osservazione, quindi hanno grosse difficoltà ad aprire conti correnti a cittadini stranieri perché gli viene impedito dalla normativa applicata sul territorio nazionale.

Evoluzione e progressi di 15 anni di cooperazione nella ricerca agroambientale e agroalimentare di Agroinnova in Cina Le attività svolte riguardano due paesi e tematiche (agricoltura sostenibile e sicurezza alimentare) di grande attualità nel panorama economico e politico internazionale
di

Le attività di AGROINNOVA in Cina finalizzate alla ricerca, alla formazione e al trasferimento tecnologico nel campo dell’agricoltura sostenibile sono iniziate nel 2000, nel quadro delle principali convenzioni e protocolli internazionali sull’ambiente e sono poi proseguite, ampliandosi notevolmente, anche grazie alla collaborazione con Enti ed Agenzie nazionali e internazionali (Unione europea, Ministeri dell’Ambiente, degli Affari Esteri, della Ricerca e dell’Università, …).

[purchase_link id="271534" text="Acquisto" style="button" color="red"]