domenica, Dicembre 5

Caso Boschi: il centrodestra sfiducia il Governo

0
1 2


La cronaca della giornata politica questa volta inizia dalla fine, con la riunione a oltranza, fissata per le ore 7 postmeridiane, del Parlamento in seduta comune per cercare di sciogliere il nodo dell’elezione dei tre giudici mancanti al plenum della Corte Costituzionale. L’argomento più gettonato resta comunque quello che ormai è diventato il caso Maria Elena Boschi, la Ministra finita in un macroscopico conflitto di interessi a causa della vicenda di Banca Etruria, l’istituto di credito di cui il papà Pier Luigi Boschi è stato Vicepresidente, salvato dal Governo il 22 novembre scorso con l’ormai famigerato decreto Salva banche. La mozione di sfiducia presentata dal M5S alla Camera raddoppia e si prepara a sbarcare anche in Senato dove il Pd ha disperatamente bisogno del soccorso del toscano Denis Verdini. Anche il centrodestra, di nuovo compatto, risorge annunciando la sua mozione di sfiducia, ma stavolta contro tutto il Governo. E il leader leghista Matteo Salvini alza il tiro incolpando Matteo Renzi del suicidio del pensionato di Civitavecchia e chiedendo di sequestrare i beni della famiglia Boschi a scopo di risarcimento.

Di fronte alla barca renziana che rischia di affondare, il capitano Renzi si presenta nella sede del Coni per premiare con i Collari d’Oro gli atleti che più si sono distinti nel 2015. L’ennesima occasione per farsi pubblicità a fianco dei vip dello sport in cui lui stesso si definisce uno stalker’. Ribadita anche la volontà di aggiudicare a Roma le Olimpiadi del 2024 («Possiamo vincere la sfida»). Mafia Capitale permettendo.

Le Agenzie di stampa riferiscono di una ‘battaglia’ combattuta alle prime luci dell’alba in commissione Bilancio a Montecitorio, al termine della quale è rimasto ferito a morte il cosiddetto ‘emendamento aeroporti’, la norma con la quale sarebbero stati esclusi dalla valutazione di impatto ambientale (Via) i piani di espansione degli aeroporti di interesse nazionale, compreso quello di Firenze dove ha le mani in pasta l’amico e protettore del premier Marco Carrai. Esultano Barbara Saltamartini (Lega) e Stefania Prestigiacomo (FI). Cantano vittoria anche Sel e M5S che diffidano il Governo dall’inserire la norma pro-Carrai nel maxi emendamento alla legge di Stabilità.

Oliviero Diliberto, ex segretario del Partito dei Comunisti Italiani, fondato nel 1998 insieme ad Armando Cossutta, ricorda la scomparsa del ‘compagno’, avvenuta ieri all’età di 89 anni, definendolo «uno tra i principali protagonisti della storia dei comunisti in Italia». Anche per Massimiliano Smeriglio di Sel Cossutta resta un «protagonista della storia della sinistra italiana». «Fedele ai suoi ideali per tutta la vita», chiosa il segretario del Prc Paolo Ferrero. Non scontato, infine, il commento di Pier Ferdinando Casini: «Grande comunista e grande italiano».

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->