giovedì, Luglio 29

Casinò online: come scegliere una piattaforma di gambling sicura e affidabile? Sedersi ai tavoli virtuali dei casinò online italiani non è mai stato così semplice e sicuro

0

Il comparto dei giochi e delle scommesse online continua a crescere di anno in anno, dimostrando un’invidiabile stato di salute e segnando nuovi record: nel 2017, ben 3,7 milioni di italiani hanno realizzato almeno una volta una puntata via web, portando il volume di affari del settore a raggiungere gli 1,37 miliardi di euro, una somma che supera ampiamente quanto investito in tante altre modalità di svago.

Come segnalato all’interno del rapporto stilato dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, mentre il numero dei giocatori aumentava, le cifre spese a persona si stabilizzavano attorno ad un valore medio di 120 euro all’anno. Dall’analisi dei dati dello studio, pubblicato sul portale AGIMEG, emerge che una porzione importante dell’aumentato ricavo sarebbe riconducibile alle quote di mercato sottratte al gioco non regolamentato, un risultato frutto di una sempre più attenta vigilanza degli enti preposti.

Il boom delle sale da gioco virtuali

Scommesse sportive certo, ma non solo. A farla da padrone nel panorama del gambling tricolore sono sempre più spesso i casinò virtuali, ovvero quelle piattaforme digitali indicate tecnicamente con l’acronimo SGAD (Sistema di Gioco A Distanza, regolamentati da AAMS, l’ente presso cui sono accreditati tutti i concessionari che offrono giochi a distanza con soldi) che consentono agli utenti di collegarsi a “sale digitali” e sedersi al tavolo della roulette, del blackjack o del poker, solo per citare i giochi più popolari.

Sempre considerando quanto stimato dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, il giro di affari complessivo generato dai casinò online in Italia avrebbe raggiunto i 569 milioni di euro lo scorso anno, trainato soprattutto dal boom delle connessioni mobile: veloci, pratiche e accattivanti nel design, le app per smartphone e tablet hanno reso ancora più semplice dilettarsi con i tradizionali giochi di fortuna, conquistando subito il consenso degli appassionati.

Come scegliere il casinò online in cui giocare

Di certo, c’è che l’evolversi delle tecnologie ha reso ancore più importante un’attenta vigilanza sul comportamento dei gestori, sullo svolgimento dei giochi e sulla tutela degli utenti, sia dal punto di vista della privacy dei dati che della prevenzione di comportamenti poco equilibrati. È proprio in quest’ottica che l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ex AAMS) si occupa di valutare le piattaforme per i giochi di fortuna a distanza, rilasciando (e rinnovando) la concessione solo agli operatori capaci di sviluppare sistemi in possesso di tutti i requisiti richiesti.

Sorge spontaneo chiedersi: quali sono gli elementi che contraddistinguono un portale di gambling online sicuro e affidabile? Quali parametri vengono presi in considerazione dall’ADM (o dagli altri enti incaricati) nel corso delle verifiche? Scopriamolo insieme.

L’autorizzazione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Il primo elemento da considerare quando ci si collega ad un portale SGAD? L’avvenuta autorizzazione da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Tutti i siti di gambling online abilitati ad operare in Italia, infatti, sono tenuti ad esporre in modo chiaro il classico logo AAMS, oltre che a riportare il numero della concessione (qui una lista di tutti i concessionari abilitati, mostrata proprio sul sito di AAMS).

Può sembrare un particolare banale, eppure non lo è affatto: i siti in possesso dall’autorizzazione ADM/AAMS rispettano precisi standard qualitativi, che vanno dalla sicurezza delle connessioni e delle transazioni online alla garanzia di meccanismi di gioco equi, scevri da comportamenti adattivi e da qualunque possibilità di manipolazione esterna.

I Regolamenti, le probabilità di vincita e l’RTP

Un secondo requisito essenziale è rappresentato dalla scelta di politiche orientate alla trasparenza, sempre nel rispetto delle normative nazionali (tra cui il noto Decreto Balduzzi poi convertito legge) e, più in generale, nell’ottica di agevolare l’utente, mettendolo nelle condizioni di giocare e puntare con cognizione di causa.

SNAI.it, uno dei maggiori portali di giochi e scommesse online, rappresenta un esempio chiaro di questa impostazione: sul portale sono riportate spiegazioni dettagliate e regolamenti per ciascuna tipologia di giocata proposta. Alla puntuale descrizione dei sistemi di gioco, si aggiungono intere sezioni dedicate ad importanti tematiche, come quella delle politiche antiriciclaggio adottate dall’azienda.

In più, per ogni singolo gioco proposto all’interno del casinò virtuale, SNAI riporta le probabilità di vincita, espresse sotto forma di un parametro definito RTP, ovvero percentuale di restituzione al giocatore. Calcolato su base mensile, l’RTP rappresenta una stima statistica della percentuale di rimborso attesa per una specifica formula di gioco a lungo andare. Generalmente, l’RTP degli intrattenimenti proposti è maggiore o uguale al 90%, ma anche quando si considera l’offerta del medesimo gestore, questo parametro può variare da gioco a gioco, rendendo di fatto alcuni tavoli più convenienti di altri.

La stessa trasparenza è poi applicata a quei bonus, come quelli offerti dal casino del colosso SNAI, proposti in fase di registrazione, che ovviamente nascono con l’intento di incentivare l’apertura di un conto gioco, ma che allo stesso tempo sono descritti in modo puntuale, sia per quanto riguarda i vantaggi offerti che i requisiti richiesti.

La sicurezza dei sistemi informatici e il Random Number Generator

Nel valutare la concessione dell’autorizzazione agli operatori del gaming online, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli analizza scrupolosamente le caratteristiche della piattaforma SGAD, per accertare in primis l’adozione di tutti gli accorgimenti necessari per garantire la sicurezza dei dati degli utenti e la fedele riproduzione della medesima casualità osservata nella versione reale di giochi quali roulette, poker e blackjack.

Naturalmente, gli aspetti tecnici sottesi alla SSI, ovvero alla Sicurezza dei Sistemi Informatici, di un casinò online sono molto variegati. Il punto di partenza è rappresentato dalla collocazione della piattaforma all’interno di server ospitati in un data center con accesso ristretto al solo personale tecnico. Agli accorgimenti lato hardware, seguono quelli riguardanti i meccanismi di autenticazione degli utenti, compreso il timeout automatico dopo un determinato intervallo di inattività, e quelli relativi alla protezione dei dati personali e alla trasmissione di informazioni sensibili esclusivamente in forma criptata (attraverso il ricorso al protocollo Https).

Tra gli elementi su cui si focalizza l’analisi dell’ ADM (o dell’Ente di Verifica Accreditato che svolge questa mansione) spicca il codice sorgente dell’RNG, ovvero del software Random Number Generator (generatore di numeri casuali). Tale sistema rappresenta per molti versi il cuore del piattaforma di gaming online, garantendo la totale aleatorietà dei giochi.

Il funzionamento dell’RNG si basa su un algoritmo sviluppato dal fornitore del gestore, relativamente al quale deve essere prodotto un puntuale documento tecnico, completo della descrizione di parametri chiave, quali il periodo e l’intervallo del modello matematico.

Le iniziative a favore del gioco responsabile

Infine, per valutare la cura riservata dal gestore del casinò online all’esperienza utente e alla tutela della salute dei giocatori, è importante non fermarsi alla sola valutazione della navigabilità, completezza e gradevolezza grafica del portale, ma informarsi anche sui meccanismi e le iniziative intraprese per promuovere il gioco responsabile.

Tra gli accorgimenti classici figura, ad esempio, l’obbligo di dimostrare la propria maggiore età al momento dell’apertura del conto gioco e quello di impostare un tetto massimo di versamento settimanale.

A questi semplici, ma importanti, strumenti, su portali come SNAI.it si aggiungono interessanti sezioni dedicate alle regole da rispettare per vivere in modo sereno e divertente il gioco, ma anche meccanismi di autolimitazione e di autoesclusione, nonché test di valutazione, richiesti espressamente dall’ADM, proprio nell’ottica di rendere gli utenti consapevoli dei proprio comportamenti.

Conclusioni

Sedersi ai tavoli virtuali dei casinò online italiani è sempre più semplice e sicuro e, a patto di affidarsi ad un gestore serio e professionale, le possibilità di divertirsi in modo equilibrato non mancano certo, grazie ad un’offerta sempre più variegata, che oggi comprende persino l’interazione con croupier in carne ossa collegati in diretta streaming.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->