venerdì, Settembre 17

Carson non crede in un Presidente musulmano? Pur se la Costituzione tutela la libertà di religione non si attua

0

Il candidato presidenziale repubblicano Ben Carson ha detto che nessun musulmano dovrebbe essere presidente degli Stati Uniti d’America.

In un’intervista con la ‘NBC’ per la trasmissione di domenica mattina, il neurochirurgo in pensione, ha detto: “Non vorrei sostenere che abbiamo messo un musulmano a capo di questa nazione. Assolutamente non d’accordo con questo“.

La discussione di Carson con  l’host stampa Chuck Todd incentrata polemiche sorte questa settimana, quando Donald Trump – il magnate immobiliare mantenendo Carson al secondo posto nei sondaggi – non è riuscito a correggere un membro del pubblico a un comizio elettorale del New Hampshire che ha detto il presidente Obama era un musulmano.

Il membro del pubblico è apparso anche a sostenere l’rimozione forzata dei musulmani dagli Stati Uniti. Sabato scorso, in una serie di tweet sull’argomento, Trump si è difeso e ha detto: “Sono moralmente obbligato a difendere il presidente ogni volta che qualcuno dice qualcosa di brutto o controversi di lui? Io non la penso così!

Egli ha inoltre affrontato la questione in un aspetto davanti ad un pubblico evangelico in Iowa, in cui egli brandiva una Bibbia e disse: “Vedete, io sono migliore di quanto si pensava”.

Nella sua intervista NBC,  a Carson è stato chiesto: “Allora lei crede che l’Islam è compatibile con la Costituzione?“. “No,” ha detto “Io non lo faccio, non lo faccio

Articolo VI della Costituzione degli Stati Uniti afferma: “Nessun test religiosa sarà mai richiesta come qualificazione a qualsiasi ufficio o di fiducia pubblica alle dipendenze degli Stati Uniti“.

Il primo emendamento alla costituzione inizia così: “Il congresso non farà legge che rispetta un’istituzione della religione, o per proibirne il libero esercizio di essa …

Carson, un cristiano, è un membro della Chiesa Avventista del Settimo Giorno. Nel mese di ottobre, ha pubblicherà un nuovo libro, scritto con la moglie Candy Carson e intitolato ‘A More Perfect Union’: ciò che noi le persone possono fare per reclamare la nostra libertà costituzionali. Nel materiale pubblicitario emesso dalla Penguin Random House, Carson è citato come dicendo: “Credo che fare la differenza inizia con la comprensione del nostro documento fondante incredibile, la Costituzione degli Stati UnitiE come qualcuno che ha eseguito migliaia di chirurgia del cervello di volte, vi posso assicurare che la Costituzione non è un intervento chirurgico al cervello”.

Egli aggiunge che lui e sua moglie ha scritto il libro per “difendere” la Costituzione “da coloro che fraintendono e minare esso“.

Carson aveva un collegio elettorale a parlare, però. In un recente sondaggio, il 38% degli elettori ha detto che non avrebbero votato per un presidente musulmano. Il governatore dell’Ohio John Kasich, che è polling una media del 2,5%, abbastanza per il 10 ° posto su 16, è stato chiesto anche da NBC se egli “avrebbe mai avuto un problema con un presidente di diventare musulmano“.

Kasich, uno dei candidati più moderati nel campo del GOP, ha avuto anche di mettere in campo una domanda sul fatto che lui era un repubblicano a tutti. Egli non ha detto avrebbe avuto un problema con un presidente musulmano, ma né ha respingere la domanda.

Sai, voglio dire, questa è una domanda del genere,” ha dichiarato Kasich. “La risposta è, alla fine della giornata, devi passare attraverso i rigori, e la gente guarda tutto di te“.

Per me, la cosa più importante di essere presidente è di avere capacità di leadership, si sa cosa si sta facendo, e si può aiutare a risolvere questo paese e aumentare questo paese. Queste sono le qualifiche che sono importanti per me“. Carson è stato anche chiesto se avrebbe preso in considerazione il voto per un candidato musulmano per il Congresso. Egli ha detto: “Il Congresso è una storia diversa, ma dipende da chi quella musulmana è e che cosa sono le politiche sono, proprio in quanto dipende da quello che chiunque altro dice, lo sai.

Due membri del Congresso, sia democratici, sono musulmani: Keith Ellison del Minnesota è stato eletto alla Camera dei Deputati nel 2007 e André Carson dell’Indiana seguito nel 2008. Ogni americano dovrebbe essere disturbato … dati nazionali sono impegnati in e tollerare atti palesi di fanatismo religioso. Questa settimana, Ellison portava un orologio intorno Congresso per mostrare il sostegno per Ahmed Mohamed, un ragazzo di 14 anni che è stato arrestato nella sua scuola a Irving, Texas su sospetti di un orologio fatto in casa era in realtà una bomba. Domenica scorsa Ellison, il primo musulmano mai eletto al Congresso, ha rilasciato una dichiarazione in risposta ai commenti di Carson. “Per Ben Carson, Donald Trump, o qualsiasi altro politico repubblicano a suggerire che qualcuno di qualsiasi fede è inadatta per l’ufficio è in contatto con chi siamo come popolo“, ha detto.

E’ inimmaginabile che i principali candidati presidenziali GOP stanno ricorrendo alla paura mongering di beneficiare le loro campagne, e ogni americano dovrebbe essere disturbati che queste cifre nazionali sono impegnati in e tollerare atti palesi di fanatismo religioso“. Secondo il Pew Research Center, il 114th Congresso contiene 491 cristiani, di cui 306 sono protestanti, divisi tra 13 sette anche se senza alcuna dichiarata Anabattisti, Quaccheri o pietisti.

Altri 164 membri del Congresso sono cattolici, mentre 16 sono mormone e cinque cristiano ortodosso. Oltre ai due musulmani ci sono 28 ebrei e due membri buddisti del Congresso; vi è un membro Indù, uno Unitaria universalista e uno “non affiliati“.

Nove membri del Congresso sia detto i ricercatori Pew non sapevano che religione fossero, o ha rifiutato di rispondere alla domanda.

Sul Meet the Press, Carson ha proseguito: “E, sai, se c’è qualcuno che è di qualsiasi fede, ma dicono cose, e la loro vita è stata coerente con le cose che esalteranno questa nazione e rendere possibile per tutti di successo, e portare la pace e l’armonia, allora io sono con loro. ”

Alla domanda se credesse il presidente Obama sia nato negli Stati Uniti – un altro problema sollevato al rally Trump giovedi e non confutata dal candidato – e un cristiano, Carson ha detto: “Credo che sia. Non ho motivo di dubitare quello che dice.

(tratto dal canale ‘Youtube’ della ‘CNN’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->