sabato, Luglio 24

Carly Fiorina in corsa per le Presidenziali USA

0

Carly Fiorina è diventata la seconda donna possibile candidata nella campagna per le elezioni presidenziali Usa del 2016 quando ha annunciato lunedì scorso che avrebbe fatto del suo meglio per correre per tale nomina, come altra possibile ed alternativa scelta repubblicana ad Hillary Rodham Clinton. Ella, quale ex amministratore delegato della società Hewlett-Packard è forte dell’appoggio dei conservatori credenziali che la sostenevano nel suo lavoro societario e ora anche in politica.

La lunga e pressante campagna elettorale a lunga distanza nel territorio Usa della signora Fiorina – i sondaggi mostrano che soltanto una scheggia di repubblicani l’avrebbe sostenuta in questa fase – ha tuttavia attirato l’attenzione dei conservatori in vari stati americani per sostenerla nella sua nomina primi, soprattutto a causa dei suoi attacchi sempre più puntati alla signora Clinton e la sua posizione appassionata contro l’aborto. (“I liberali ritengono che le mosche sono degne di essere protette, ma non la pensano altrettanto per la vita di un bambino che non ancora nato” ella aveva affermato nel mese di gennaio.)

Carly Fiorina è stata presso il Centro di studi strategici e internazionali di Washington il 6 aprile scorso dove ha illustrato i suoi punti politici per vincere ed essere nominata prima presidente donna degli Usa nel 2016. Carly Fiorina ha inoltre tenuto una conferenza al Conservative Political Action nel mese di febbraio, e in Iowa il mese scorso. Lunedì scorso ha ricordato ai suoi elettori la sua esperienza esecutiva. Carly Fiorina e Mike Huckabee hanno partecipato al  GOP Race on Heels di Ben Carson il 4 maggio 2015

In una fotografia scattata dal video di campagna di annuncio di Carly Fiorina, l’ex amministratore delegato di Hewlett-Packard si pone in risalto per la nomination presidenziale repubblicana. Per ‘The Financial Times‘ Carly Fiorina ha superato il  test ‘White House’s Run Poses‘, mentre un messaggio apparso sul suo sito per la corsa alla Presidenza carlyfiorina.org, nominato il miglior dominio internet politico del 2015, è critico in quanto ella ha avuto precedentemente il mandato come amministratore delegato per Hewlett-Packard e questo potrebbe influire nella sua gestione politica come presidente Usa. 
Carly Fiorina significa anche sinonimo di business, come molti critici finanziari l’avevano definita il 2 Giugno 2010 e recentemente ella ha affermato al giornalista George Stephanopoulos di ‘ABC News‘ riguardo la sua candidatura alle Presidenziali USA del 2016 “Io credo di essere la persona migliore per tale incarico presidenziale perché capisco come l’economia effettivamente funziona, oltre all’esecutivo decisionale, che sta registrando una dura risposta in un momento difficile con alta posta in gioco.” Nella sua conference call in Iowa il mese scorso Carly Fiorina ha ricordato agli elettori la sua esperienza esecutiva.

Il suo annuncio è arrivato lo stesso giorno di un altro repubblicano, Ben Carson, un ex neurochirurgo dell’ospedale Johns Hopkins, che ha formalmente aderito al gara presidenziale, inserendosi come il quinto dei candidati repubblicani, ma forse altri otto dovrebbero aderire a tale corsa per le Presidenziali 2016.

La signora Fiorina ha detto in una conference call con i giornalisti che la sua esperienza di lavoro nella strada da segretario a amministratore delegato di Hewlett-Packard la distingue dagli altri candidati in un campo repubblicano perché essi sono per la maggior parte senatori e governatori.

La nostra nazione è stato destinato ad essere un governo cittadino, e in qualche modo siamo venuti in un periodo della  storia della nostra nazione nel quale penso che abbiamo bisogno di una classe politica professionale“, ha detto parlando del suo background in campo aziendale. Ha aggiunto che si tratta di un “punto cardine per la nostra nazione” e quindi è “assolutamente ragionevole guardare al di fuori della classe politica.”

Nel discutere la sua candidatura presidenziale, la signora Fiorina ha mantenuto la sua ostilità quasi ossessivamente sulla signora Clinton, dicendo in una recente intervista, “Io credo di avere una certa esperienza che mi permette di commentare il fatto che lei non ha una conoscenza maggiore di me nelle realizzazioni politiche, anche se ha ricoperto la carica di segretario di Stato“.

Nella sua intervista con ‘ABC News‘ di cui parlavamo prima, la signora Fiorina ha inoltre ricordati che aveva “molta ammirazione” per la signora Clinton, ma poi ha indicato come errata la gestione diplomatica della signora Clinton nei rapporti tra Stati Uniti e Bengasi, come in Libia; oppure il suo uso di e-mail private come segretario di Stato; e le donazioni da governi stranieri alla Fondazione Clinton.Ella non è stata trasparente su tutta una serie di cose che contano veramente” ha criticato la signora Fiorina.

La signora Fiorina ha 60 anni ed è sopravvissuta al cancro al seno. Il suo annuncio lunedì scorso coincide con l’uscita del suo ultimo libro, ‘La mia nuova sfida: il viaggio verso la Leadership‘, che racconta la storia di come ha lavorato per arrivare fino al vertice della scala aziendale ed essere nominata nel 1999 come capo delegato della Hewlett-Packard, la più grande società quotata in borsa ad essere guidata da una donna. Il libro si concentra anche sul suo lavoro negli anni più recenti, come un candidato al Senato  in California nel 2010 e come filantropo.

Una portavoce della sua campagna elettorale ha detto che tutti i proventi del suo libro sarebbero stati devoluti in beneficenza. Non è chiaro se primato aziendale della signora Fiorina sarà un vantaggio per essere eletta nelle Presidenziali 2016. Nella sua campagna senza successo per scalzare  la senatrice Barbara Boxer, una democratica, la signora Fiorina ha affrontato domande su licenziamenti su larga scala a Hewlett-Packard. Nel 2005, dopo aver orchestrato una fusione con Compaq, poi ampiamente vista come un fallimento, il consiglio di amministrazione dell’azienda ha costretto ad andarsene la signora Fiorina, mentre ella ne ha ricevuto un compenso per l’allontanamento del valore di oltre $ 21 milioni. I Democratici la chiamavano con un soprannome “Carly fallita orina.

Divenne successivamente attiva nella politica repubblicana come consigliere al senatore John McCain dell’Arizona nella sua campagna presidenziale del 2008. Nel suo annuncio passato quasi in sordina negli USA, la signora Fiorina ha evitato la fanfara di tre avversari repubblicani che hanno annunciato precedentemente la loro corsa alle elezioni Presidenziali, come i senatori Rand Paul del Kentucky, Marco Rubio della Florida e Ted Cruz di Texas, con grandi raduni festosi in cui spiccavano i colori rosso, bianco e blu,  quindi con richiamo a quelli della bandiera degli Stati Uniti. La signora Fiorina si è distinta in altri modi, facendosi forza con i suoi attacchi contro la signora Clinton e in articoli come quello sul ‘The New York Times‘ in cui ha incolpato gli ambientalisti liberali per la siccità debilitante in California, nel quale scrive: “Si deve capire se pensiamo siano più importanti le famiglie e la loro salute, oppure continuare pescare come se non ci fosse nulla di cui preoccuparsi

(tratto dalla sezione video del sito di ‘The New York Times‘)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->