giovedì, Dicembre 2

Cameron avvisa: 'In caso di Brexit più migranti in GB' field_506ffb1d3dbe2

0

Il primo ministro inglese David Cameron ha annunciato che la sicurezza nazionale sarà al primo posto nella sua campagna per la permanenza della Gran Bretagna nell’Unione Europea. Il Premier nel suo discorso è stato chiaro: in caso di Brexit, il Paese sarebbe più esposto agli attacchi terroristici e i campi per migranti della Francia settentrionale si sposterebbero nell’Inghilterra meridionale, con una conseguente invasione di profughi. Cameron, secondo ‘The Telegraph’, sottolineerà che l’appartenenza all’UE permette alla Gran Bretagna di beneficiare della condivisione di informazioni importanti nell’ambito della lotta al terrorismo.

Inoltre il Paese beneficia dal 2003 del trattato bilaterale di Le Touquet, che gli permette di effettuare controlli sui migranti in Francia invece che alle proprie frontiere. E proprio la revoca di questo accordo da parte della Francia porterebbe migliaia di migranti sul suolo inglese, creando un caos senza precedenti. Mentre altri come l’ex segretario alla Difesa Liam Fox vedono proprio nelle frontiere aperte dell’UE il problema: sono queste, secondo il politico, a rendere più vulnerabile il Paese.

 

(video tratto dal canale Youtube del The Telegraph)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->