Brasile, esplode (di nuovo) lo scandalo della carne avariata La polizia federale ha arrestato 10 persone, tra le quali l'ex presidente del colosso alimentare BRF, Pedro de Andrade Faria

Nuovo capitolo dello scandalo di carne avariata in Brasile. La polizia federale ha arrestato 10 persone, tra le quali l’ex presidente del colosso alimentare BRF, Pedro de Andrade Faria. L’accusa è di aver falsificato certificati sanitari che attestavano casi di salmonella nel pollame destinato anche all’esportazione in alcuni Paesi dell’Ue.

Intanto sono stati posti sotto sequestro quattro stabilimenti dell’azienda, leader mondiale nel settore alimentare. Il ministero ha bloccato subito tutte le esportazioni di carne, rassicurando che al momento non ci sono rischi per la salute pubblica.

(video tratto dal canale Youtube di Euronews)