mercoledì, Maggio 25

Borsa: canapa, USA e Canada di nuovo rosso Borsino andamento principali titoli canapa industriale

0

Le due principali piazze borsistiche mondiali nel settore della produzione, trattamento e commercializzazione della canapa, ovvero Canada e USA, dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina, sono praticamente entrare in un clima complessivamente depressivo, qualche timido segnale di miglioramento la scorsa settimana, sebbene in modo stentato. Permane grande volatilità, le piazze borsistiche internazionali sono piene di dubbi e patiscono gli effetti della invasione russa in Ucraina per gli effetti che questa esplica sia sul versante delle sanzioni sia sugli effetti che tutto ciò ha sulle vie commerciali e sui prezzi delle derrate e dei beni energetici primari. Per avere dei raffronti nel settore parallelo della cannabis, si constata che l’indice generale Global Cannabis Stock Index chiude a 27.08, -0,59 (-2,13%). L’American Cannabis Operator Index chiude a 37,62, -0,92 (-2,39%). L’Ancillaris Cannabis Index chiude a 49,15, -1,60 (-3,15%). Il Canadian Cannabis LP Index chiude a 164.03, -1,94 (-1,17%)

 

I migliori titoli di marijuana per la watchlist di aprile

Gli stock di marijuana sono scambiati in un settore volatile e imprevedibile. Nel 2020 e all’inizio del 2021 molti titoli di marijuana mostravano un costante trading al rialzo. Ciò era dovuto a una maggiore speculazione e a un maggior numero di persone che negoziavano i titoli di marijuana da un punto di vista fondamentale. Durante questo periodo, quando una società aveva notizie progressive, aggiungeva un po’ di slancio al rialzo. Molti ritenevano che dal 2020 al febbraio 2021 le azioni di marijuana avrebbero continuato ad essere scambiate al rialzo. Tuttavia, dopo l’inizio del 2021 le cose hanno cominciato a cambiare in modo importante.

Il settore della cannabis dopo la metà di febbraio ha iniziato a scambiare al ribasso tutto l’anno. Anche con piccoli rialzi, sono stati per lo più di breve durata, e non molti titoli di cannabis hanno potuto vedere un trading migliore. La maggior parte di questi titoli di marijuana che hanno sentito la maggior parte di questa tendenza al ribasso erano MSO e società pure-play. Ora ci sono stati alcuni titoli ancillari della marijuana che sono stati in grado di vedere un trading migliore indipendentemente dal resto del settore. Soprattutto perché i titoli ancillari della marijuana non si basano solo sull’industria della cannabis per rimanere redditizi.

Tuttavia, il 2021 non è stato un buon anno per i titoli di marijuana. Tuttavia, al di fuori del mercato, si è verificata molta crescita e costruzione. Molte aziende di cannabis, anche in un mercato in ribasso, sono state in grado di espandere le operazioni. Per esempio, Truelove Cannabis Corp. è stata in grado di aprire nuovi punti vendita e aggiungere nuovi prodotti allo scaffale in quel periodo. Così come altre compagnie hanno fatto lo stesso, il che aggiunge più valore all’azienda.

Le azioni della marijuana da seguire nel mese di aprile 2022

Attualmente nel 2022 molti stanno iniziando solo ora a vedere queste imprese iniziare a emergere. Si spera che, con il continuo successo, questo si aggiunga all’attuale ripresa del trading. Inoltre, il mese scorso le società di cannabis hanno iniziato a rilasciare i loro guadagni. Alcune società di marijuana sono state in grado di produrre risultati da record per il trimestre e per l’intero anno 2021. Così con questo molti stanno tenendo d’occhio per vedere cosa si svilupperà la prossima settimana. Specialmente con la spinta per la riforma federale della cannabis. Molti ritengono che sarà una settimana di aumento del trading o almeno di slancio che può portare le azioni di marijuana a raggiungere livelli di mercato più alti.

Le migliori azioni di marijuana da seguire ora nel mese di aprile 2022

Cresco Labs Inc. (OTC:CRLBF)

Planet 13 Holdings Inc. (OTC:PLNHF)

GrowGeneration Corp. (NASDAQ:GRWG)

Cresco Labs Inc.

Cresco Labs Inc. insieme alle sue filiali coltiva, produce e vende prodotti di cannabis medica e al dettaglio negli Stati Uniti. Il 23 marzo Cresco ha rilasciato il suo rapporto sui guadagni del Q4 e dell’intero anno 2021. Alcune menzioni chiave per il Q4 sono un fatturato record di 218 milioni di dollari. Che per l’azienda è in crescita del 34% rispetto all’anno precedente. In seguito, Cresco ha visto un EBITDA1 rettificato del quarto trimestre record di 57 milioni di dollari, con un aumento del 90% rispetto all’anno precedente.

Inoltre, il fatturato all’ingrosso di 101 milioni di dollari, ha mantenuto la posizione di venditore n. 1 di prodotti di cannabis di marca negli Stati Uniti con una quota leader nelle categorie di fiori, concentrati e vape. Le entrate al dettaglio sono aumentate del 10% sequenzialmente, a 117 milioni di dollari, una media di 2,8 milioni di dollari per negozio. Anche le vendite dello stesso negozio sono aumentate del 28% su base annua e dell’1% su base sequenziale. Alcuni punti salienti dell’intero anno 2021 sono un fatturato record di 822 milioni di dollari, con un aumento del 73% rispetto all’anno precedente.

Planet 13 Holdings Inc. 

Planet 13 Holdings Inc. una società integrata di cannabis, si occupa della coltivazione, produzione, distribuzione e commercializzazione di cannabis e prodotti infusi di cannabis per i mercati della cannabis medica e al dettaglio in Nevada, Stati Uniti. Il 28 marzo l’azienda ha rilasciato i suoi risultati del Q4 e dell’intero 2021. I punti salienti sono le entrate del Q4 2021 di 29,9 milioni di dollari, in crescita del 48% rispetto al Q4 2020. Poi, le entrate dell’intero anno 2021 di 119,5 milioni di dollari, in crescita del 70% rispetto all’intero anno 2020.

In seguito, per l’intero anno 2021, i profitti lordi hanno raggiunto 66,0 milioni di dollari o 55,2% rispetto a 35,1 milioni di dollari o 49,8%. Tuttavia, in sviluppi più recenti, la società ha annunciato di aver ricevuto un’esenzione per il deposito di relazioni finanziarie intermedie restated. Nelle ultime 3 settimane di trading il titolo PLNHF ha iniziato a sostenere un trading migliore a tutto tondo. Dal 15 marzo alla chiusura del 1° aprile, questo titolo di marijuana è salito del 38%. Con una nuova settimana che sta per iniziare, è possibile che le azioni PLNHF continuino a scambiare al rialzo.

GrowGeneration Corp.

GrowGeneration Corp. attraverso le sue filiali possiede e gestisce negozi di giardinaggio idroponico e biologico al dettaglio negli Stati Uniti. Nelle ultime notizie, la società ha rilasciato i suoi risultati record del Q4 e dell’intero anno 2021. In questo momento la società ha visto un fatturato record di 422,5 milioni di dollari per l’intero anno 2021. Più un EBITDA rettificato di 34,5 milioni di dollari nel 2021. I ricavi sono anche aumentati del 46% a 90,6 milioni di dollari nel quarto trimestre.

L’utile netto per l’intero anno è stato di 12,8 milioni di dollari, rispetto all’utile netto dell’anno precedente di 5,3 milioni di dollari. Eppure l’azienda ha visto una perdita netta per il quarto trimestre di 4,1 milioni di dollari. Che si confronta con un reddito netto di 1,5 milioni di dollari nell’anno precedente. L’azienda si aspetta che le entrate dell’intero anno 2022 si aggirino tra i 415 e i 445 milioni di dollari. Insieme a un EBITDA rettificato di 30-35 milioni di dollari. Inoltre, la società prevede di aprire da 15 a 20 nuovi garden center GrowGeneration nel 2022.

Dati tratti da https://www.marijuanastocks.com

Andamento borsistico aggiornato in data 8 aprile 2022

Uno sguardo contestualizzato alla data del 8 aprile 2022. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

Florida CBD franchiser accusato di pratiche commerciali ingannevoli in una causa

Il produttore di prodotti CBD e franchisor SunFlora è stato accusato di pratiche commerciali ingannevoli da diversi partner commerciali in Pennsylvania, secondo una nuova causa presentata contro l’azienda in tribunale federale venerdì. La causa, presentata venerdì da Joseph Gradwell, Christopher Miller, Greg Muiter e Melanie Vaughan, sostiene che l’azienda con sede in Florida li ha ingannati nel 2019 firmando documenti che li hanno resi “affiliati” invece di “franchisee”, in violazione della legge statale e federale.Law360 ha riferito che il quartetto ha accettato di gestire i Your CBD Stores – una catena nazionale in franchising di SunFlora – nella Pennsylvania occidentale, ma non è stato detto loro che sarebbero stati addebitati prezzi superiori a quelli del mercato all’ingrosso per i prodotti fatti da SunFlora, cosa che i querelanti sostengono abbia cancellato i loro margini di profitto. La causa sostiene inoltre che SunFlora si è vendicata quando i querelanti hanno preso in considerazione la vendita di altri prodotti di marca, e che la società ha minacciato di terminare i loro accordi di franchising. La causa richiede danni non specificati e un ordine del tribunale che dichiari gli accordi di franchising illegali e inapplicabili.

Florida CBD franchiser accused of deceptive trade practices in lawsuit (hempindustrydaily.com)

Le aziende di canapa del Texas fanno il loro caso per preservare la produzione di canapa fumabile

Quattro aziende di canapa del Texas hanno chiesto all’alta corte dello stato martedì di buttare via un divieto statale sulla canapa fumabile e di preservare la loro capacità di vendere un prodotto che gode di una domanda in crescita. La Corte Suprema dello stato ha ascoltato le argomentazioni che i legislatori statali si sono spinti troppo lontano nel 2019 quando hanno legalizzato la produzione di canapa, ma hanno vietato alle aziende di trasformare la canapa in prodotti floreali fumabili. Il divieto di canapa fumabile del Texas non è mai stato applicato. Le quattro aziende hanno fatto causa per il divieto nel 2020, quando le autorità sanitarie del Texas hanno rilasciato le regole che vietavano la produzione o la vendita di canapa fumabile.

Un giudice inferiore ha messo le regole in attesa che la causa potesse essere risolta. Il caso determinerà se i produttori di canapa nel secondo stato più popoloso della nazione potranno accedere a un settore che potrebbe generare 400 milioni di dollari di vendite annuali entro il 2025. Le aziende di canapa dicono che il divieto di lavorare e produrre prodotti di canapa per il fumo in Texas è incostituzionale, e che una disposizione che vieta la distribuzione e la vendita al dettaglio di prodotti di canapa non è valida. Un giudice inferiore ha messo la regola del dipartimento della salute in attesa di risolvere la controversia. Quando il caso è andato alla Corte Suprema del Texas martedì, l’avvocato delle aziende di canapa ha sostenuto che il Farm Bill del 2018 approvato dal Congresso ha reso legale il fiore di canapa finché non supera lo 0,03% di THC, e che il Texas sta cercando di vietare un’attività legalmente riconosciuta a livello federale.

Texas hemp companies make their case to preserve smokable hemp production (hempindustrydaily.com)

 

Labatt chiude l’unità di bevande CBD in Canada nell’ultimo colpo alla categoria

Labatt Breweries of Canada, uno dei principali produttori di birra del paese, ha staccato la spina alla sua unità di bevande analcoliche al CBD in Canada, Fluent Beverages, segnalando una continua pressione sulla nascente categoria delle bevande infuse in Canada. Fluent era nata da una partnership tra il produttore di Budweiser AB InBev, il più grande produttore di birra del mondo, e il produttore di cannabis Tilray. Ma quella relazione è finita tre mesi fa, lasciando il produttore di bevande alla cannabis solo nelle mani di Labatt. Labatt è una filiale di AB InBev. All’epoca, Labatt ha detto che intendeva gestire l’unità come una filiale interamente controllata e le sue operazioni quotidiane erano concentrate sulla commercializzazione di bevande infuse di CBD. Raggiunta per un commento da MJBizDaily, Labatt non ha voluto specificare perché stava chiudendo Fluent in questo momento o rivelare il numero di dipendenti interessati. “Fluent ha deciso di fermare le operazioni in Canada”, ha detto Jorn Socquet, CEO di Fluent Beverages, in una dichiarazione fornita da Labatt. “Vogliamo ringraziare i nostri dipendenti, partner e clienti per il loro sostegno negli ultimi tre anni, aiutandoci a costruire uno dei migliori portafogli di bevande CBD in Canada”. Labatt continuerà a tenere d’occhio il settore della cannabis, ha detto un portavoce. “Gli insegnamenti di Fluent saranno utilizzati per valutare le opportunità future all’interno della categoria, e continueremo a monitorare da vicino il settore della cannabis”, ha detto Tamar Nersesian, direttore delle comunicazioni di Labatt. “Quando Labatt ha annunciato la creazione di Fluent nel 2018, Fluent si è prefissa di ricercare le bevande non alcoliche alla cannabis in Canada.

 

Labatt shutters CBD beverage unit in Canada in latest blow to category (hempindustrydaily.com)

 

FDA e la FTC schiaffeggiano l’industria del CBD con sette lettere di avvertimento relative alle affermazioni sul COVID

Le autorità sanitarie e commerciali degli Stati Uniti questa settimana hanno emesso un record di sette lettere di avvertimento in un solo giorno alle aziende che producono CBD, la più grande azione federale contro l’industria in oltre un anno. Le lettere di avvertimento della Food and Drug Administration e della Federal Trade Commission hanno preso di mira le aziende che fanno affermazioni legate al COVID. Era la prima volta che così tante aziende di CBD erano state prese di mira in un solo giorno. Sono stati i primi avvertimenti emessi dopo la pubblicazione quest’anno di molteplici studi scientifici che mostrano che il CBD, gli acidi cannabinoidi e persino i composti sintetici della cannabis possono prevenire o trattare le infezioni da COVID-19. Le agenzie hanno detto in un annuncio di martedì che erano allarmate nel vedere le compagnie di cannabinoidi “usare studi di ricerca per affermare o implicare in modo fuorviante che i loro prodotti CBD cureranno, mitigheranno, tratteranno o preverranno la COVID-19”. Le aziende che hanno ricevuto avvertimenti sono: Cureganics, Heaven’s Organics LLC, Functional Remedies, LLC D/B/A Synchronicity Hemp Oil, Greenway Herbal Products LLC, CBD Social, UPSY LLC. Nature’s Highway. Alle aziende sono state date 48 ore per ripulire i loro siti web e i post sui social media dalle inserzioni di prodotti che “li rappresentano in modo fuorviante come sicuri e/o efficaci per il trattamento o la prevenzione della COVID-19”.

FDA, FTC slap CBD industry with seven warning letters related to COVID claims (hempindustrydaily.com)

Trulieve annuncia la partecipazione alla conferenza e all’evento di aprile 2022

Trulieve Cannabis Corp. (CSE: TRUL) (OTCQX: TCNNF) (“Trulieve” o “la Società”), una società di cannabis leader e con le migliori prestazioni negli Stati Uniti, ha annunciato oggi la partecipazione prevista alle prossime conferenze ed eventi di aprile. BTIG Global Cannabis Conference, 6 aprile 2022: il fondatore e amministratore delegato Kim Rivers parteciperà a una fireside chat e agli incontri con gli investitori.  2nd Annual Cantor Virtual Cannabis Conference, 14 aprile 2022: il fondatore e CEO Kim Rivers parteciperà a una fireside chat e a incontri con gli investitori. Benzinga Cannabis Capital Conference, 20 aprile 2022: il fondatore e CEO Kim Rivers parteciperà a un evento di pranzo con il rappresentante David Joyce. The Green Market Report’s Women’s Summit, 28 aprile 2022: Il fondatore e CEO Kim Rivers parlerà all’evento. A proposito di Trulieve: Trulieve è un’azienda leader del settore, verticalmente integrata nella cannabis e un operatore multistato negli Stati Uniti che opera in 11 stati, con posizioni di mercato leader in Arizona, Florida e Pennsylvania. Trulieve è pronta per una crescita ed espansione accelerata, costruendo una scala nella vendita al dettaglio e nella distribuzione in mercati nuovi ed esistenti attraverso la sua strategia hub. Fornendo prodotti innovativi e di alta qualità attraverso il suo portafoglio di marchi, Trulieve offre esperienze ottimali ai clienti e aumenta l’accesso alla cannabis, aiutando i pazienti e i clienti a vivere senza limiti. Trulieve è quotata alla CSE con il simbolo TRUL e viene scambiata sul mercato OTCQX con il simbolo TCNNF. Per maggiori informazioni, visitate Trulieve.com.

Trulieve Cannabis Corp. (TCNNF) Announces April 2022 Conference and Event Participation – Marijuana Stocks | Cannabis Investments and News. Roots of a Budding Industry.™

 

 

 

Dati tratti da

The Daily Marijuana Observer | Cannabis Investment News and More… (mjobserver.com)

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->