venerdì, Maggio 20

Borsa: canapa, USA e Canada continuano la discesa Borsino andamento principali titoli canapa industriale

0

Le due principali piazze borsistiche mondiali nel settore della produzione, trattamento e commercializzazione della canapa, ovvero Canada e USA, mostrano lievi segni di miglioramento dopo un paio di settimane parecchio disastrose. Questo non vuol certo dire che si tratti di una inversione di tendenza. L’invasione russa in Ucraina sta destabilizzando tutte le piazze mondiali, implementando un clima di profonda incertezza. In ogni caso, questa settimana, il settore canapa sembra respirare un po’. Per avere dei raffronti nel settore parallelo della cannabis, si constata che l’indice generale Global Cannabis Stock Index chiude a 25.32, +0,36 (+1,44%). L’American Cannabis Operator Index chiude a 34,56, +0,49 (+1,44%). L’Ancillaris Cannabis Index chiude a 46,10, +1,03 (+2,29%). Il Canadian Cannabis LP Index chiude a 152.17, +0,25 (+0,16%)

I migliori titoli di marijuana per la watchlist di aprile

Adesso è ancora un altro buon momento per trovare i migliori stock di marijuana da comprare. Questo è dovuto all’attuale calo del settore. Al momento le cose stanno cominciando ad assomigliare a quelle del 2021. Il che è una mancanza di trading al rialzo e una sfida nel mantenere qualsiasi spinta verso l’alto. Molto di questo deriva dall’incertezza di ciò che accadrà con le prestazioni attuali e future degli stock di marijuana. Nelle ultime notizie, il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer ha annunciato che non presenterà la sua legge questo aprile. La ragione di questo, come ha detto Schumer, è che i senatori stanno lavorando per finalizzare le disposizioni.

Reazioni alterne

Di conseguenza, gli stock di marijuana non hanno reagito bene. Inoltre, con più fallimenti per passare la riforma federale, gli investitori stanno mostrando più cautela. Come molte persone possono vedere, l’industria della cannabis in generale sta crescendo. Inoltre, molte aziende stanno prosperando all’interno del downmarket con entrate record. Così come l’apertura di nuove vetrine o strutture e il rafforzamento del proprio team con nuovi membri.

Sta succedendo molto, eppure c’è ancora paura del trading per una ragione che potrebbe non essere così grave come pensano alcuni investitori. I mercati a livello statale sono fortemente regolamentati e fiorenti. Gli investitori in azioni di marijuana, vedendo questi progressi, dovrebbero avere la fiducia necessaria per iniziare a fare trading con più ottimismo. Tuttavia, questa non è la situazione attuale e le cose non stanno andando al meglio. Ora ci sono stati alcuni giorni di volatilità che hanno portato a buoni rialzi.

Le azioni della marijuana stanno lavorando per sostenere una migliore negoziazione

Anche se il settore è scambiato a un livello più basso rispetto al 2021, si sono verificate più azioni. Tuttavia, il grande obiettivo, come menzionato nella maggior parte dei luoghi, è la priorità di far passare la riforma federale della cannabis. Quando la proibizione della cannabis non sarà più una preoccupazione, ciò permetterà di realizzare altre attività che un tempo non erano permesse. Molti pensano che il giorno in cui il proibizionismo sarà finalmente finito, potrebbe scattare una potenziale corsa per i titoli di marijuana. Tuttavia, questo non è fissato nella pietra e tutto può accadere. Questo è il motivo per cui è sempre importante tenere d’occhio il mercato per essere in grado di trarre vantaggio da qualsiasi cambiamento. Le aziende qui sotto sono solo alcuni titoli di marijuana da tenere d’occhio prima di maggio.

Le migliori azioni di marijuana da seguire ora nel mese di aprile 2022

Green Thumb Industries Inc. (OTC:GTBIF)

TerrAscend Corp. (OTC:TRSSF)

Curaleaf Holdings, Inc. (OTC:CURLF)

 

Green Thumb Industries Inc. 

Green Thumb Industries Inc. è impegnata nella produzione, distribuzione e vendita di vari prodotti di cannabis per uso medico e per adulti negli Stati Uniti. Già l’11 aprile, la società ha annunciato l’apertura di un RISE Mankato. Questa nuova sede è stata aperta il 14 aprile. I profitti del primo giorno di vendite saranno donati a Habitat for Humanity del Minnesota. Questo è il 77° punto vendita di Green Thumb nella nazione.

Parole dell’azienda

“Siamo entusiasti di espandere la nostra impronta di vendita al dettaglio a sei sedi in Minnesota e la nostra prima nella regione meridionale dello stato”, ha detto il fondatore e amministratore delegato di Green Thumb, Ben Kovler.

TerrAscend Corp. 

La TerrAscend Corp. coltiva, lavora e vende cannabis per uso medico e per adulti in Canada e negli Stati Uniti. Recentemente l’azienda ha annunciato di aver stipulato un accordo definitivo per acquisire l’Allegany Medical Marijuana Dispensary. Questa impresa permetterà a TerrAscend di diventare verticale nel Maryland.

Il 18 aprile la società ha anche annunciato che sta accelerando la sua espansione al dettaglio nel Michigan attraverso l’acquisizione di Pinnacle. L’azienda ha stipulato un accordo definitivo per acquisire KISA Enterprises MI, LLC e KISA Holdings, LLC. La transazione dovrebbe essere immediatamente accretive a TerrAscend sia sulle vendite che sulla base di EBITDA.

Curaleaf Holdings, Inc.

Curaleaf Holdings, Inc. opera come operatore di cannabis negli Stati Uniti. Opera in due segmenti: operazioni con la cannabis e operazioni senza cannabis. Il 13 aprile l’azienda ha annunciato che celebrerà il 420 con una varietà Cliq Elite Live in edizione limitata in California. Il prodotto è ora disponibile nei dispensari di tutto lo stato per celebrare il 4/20.

Azioni di marijuana da guardare Curaleaf Holdings (CURLF) (CURA)

Sempre nei recenti sviluppi, Curaleaf ha rilasciato il suo primo rapporto annuale di impatto sociale 2021. Il rapporto evidenzia i risultati della comunità e l’impatto positivo del suo lavoro di responsabilità sociale aziendale, “Radicato nel bene”. Dal suo lancio ufficiale nel febbraio 2021, il programma “Rooted in Good” di Curaleaf si è concentrato sulla definizione di standard industriali.

Che si basano sull’impegno a sviluppare un’industria della cannabis più equa, sostenibile e diversificata. Il programma si concentra su tre pilastri fondamentali: Diversità, equità e inclusione (DE&I), equità sociale e sostenibilità. Inoltre il rapporto sull’impatto sociale del 2021 evidenzia i risultati chiave, le partnership con la comunità e i fatti e le cifre all’interno di queste aree chiave.

Dati tratti da https://www.marijuanastocks.com

Andamento borsistico aggiornato in data 22 aprile 2022

Uno sguardo contestualizzato alla data del 22 aprile 2022. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale

Il mercato illecito della marijuana di New York prospera in vista del lancio dell’uso da parte degli adulti

Numerosi negozi illegali stanno fiorendo in tutta New York, ponendo una minaccia competitiva all’imminente industria multimiliardaria della marijuana per adulti dello stato.

Infatti, alcuni venditori senza licenza stanno vendendo prodotti di marijuana come fiori, pre-rolls e commestibili da piccole bancarelle all’aperto – anche in luoghi pubblici come il Washington Square Park del Greenwich Village, noto da tempo come un popolare luogo di incontro e centro culturale.

Il mercato regolamentato della marijuana ricreativa a New York dovrebbe essere lanciato alla fine di quest’anno o all’inizio del 2023.

Il MJBiz Factbook del 2022 prevede che le vendite annuali raggiungeranno 1 miliardo-1,2 miliardi di dollari nel 2023 e 2,2 miliardi-2,7 miliardi di dollari nel 2026.

Gli operatori clandestini, tuttavia, potrebbero attirare i clienti dalle attività con licenza perché non pagano tasse e diritti di licenza e, quindi, possono offrire prezzi più bassi.

Allo stesso tempo, lo stato spera di convertire queste attività illecite in aziende autorizzate e di convincere i clienti a comprare prodotti regolamentati che hanno superato alti standard di sicurezza e salute.

Fino alla settimana scorsa, l’Office of Cannabis Management dello stato ha detto di aver emesso 52 lettere di cessazione dell’attività da febbraio nel tentativo di tenere a freno l’attività illecita in tutto lo stato, la maggior parte delle quali nella zona di New York City.

Le lettere di diffida hanno ordinato alle imprese clandestine di fermare l’attività illegale o di rischiare di essere rifiutate per una licenza nel mercato legale.

Gli operatori illegali sono stati anche avvertiti della possibilità di multe salate e sanzioni penali.

Aaron Ghitelman, il vice direttore delle comunicazioni dell’ufficio, ha scritto in una e-mail a MJBizDaily che il regolatore “lavorerà con i nostri partner per far rispettare la legge”, ma ha rifiutato di elaborare sulle “indagini in corso”.

Diversi Stati ancora in gioco per legalizzare la marijuana attraverso le legislature

Più di una mezza dozzina di stati rimangono in gioco per legalizzare potenzialmente la marijuana medica o ricreativa attraverso le loro legislature quest’anno, con gran parte dell’attività concentrata lungo la costa orientale.

Centinaia di milioni di dollari in opportunità di business sarebbero generati dai nuovi programmi, a seconda di quali legislature statali voteranno per legalizzare la marijuana medica o per uso adulto.

Karen O’Keefe, direttore delle politiche statali al Marijuana Policy Project con sede a Washington DC, ha detto che c’è una forte possibilità che il Rhode Island passi una legge sulla marijuana ricreativa, e il South Carolina una misura sulla marijuana medica.

La legalizzazione della marijuana ricreativa in Delaware e le leggi MMJ in Kansas e North Carolina sono date dagli esperti del settore con probabilità medio-alte, mentre Minnesota, New Hampshire e Pennsylvania sono da monitorare per possibili progressi nella legalizzazione della marijuana ricreativa.

Un “alto dramma” si è già verificato nel Delaware, ha notato Jax James, responsabile della politica statale per la NORML con sede a Washington.

Lì, una misura sulla marijuana ricreativa è fallita per soli due voti nella Camera dei Rappresentanti dello stato. La misura richiedeva una supermaggioranza per il passaggio a causa delle disposizioni fiscali della legge.

Ma gli attivisti continuano a combattere “con le unghie e con i denti” per far passare una misura quest’anno, ha detto James.

Il democratico Ed Osienski ha rilanciato gli sforzi nel Delaware presentando due proposte di legge separate: una che legalizzerebbe il possesso di marijuana e una seconda che stabilirebbe un mercato regolamentato.

La prima è considerata avere una buona possibilità di passare e poi potrebbe essere una questione se i legislatori vogliono legalizzare la marijuana senza raccogliere entrate fiscali attraverso un mercato regolamentato, secondo James.

Proprio lungo la costa nel Maryland, i legislatori hanno sottoposto la marijuana ricreativa agli elettori in novembre attraverso un’iniziativa elettorale, anche se l’approvazione degli elettori sarebbe solo il primo passo per l’attuazione di qualsiasi programma.

Gli analisti dicono che le vendite di beni di marijuana di Cresco potrebbero raggiungere i 500 milioni di dollari dopo l’affare Columbia Care

Ci si aspetta che Cresco Labs venda 250 milioni-500 milioni di dollari di licenze di coltivazione e vendita al dettaglio di marijuana, in gran parte per soddisfare i limiti delle licenze statali come parte della sua prevista acquisizione da 2 miliardi di dollari della rivale Columbia Care.

I dirigenti della società hanno detto agli analisti che l’operatore multistatale Cresco con sede a Chicago “probabilmente” cederà le attività in Florida, Illinois, Massachusetts, New York e Ohio a causa della sovrapposizione delle operazioni con Columbia Care con sede a New York nei mercati con licenza limitata.

Gli analisti degli investimenti hanno detto che è anche possibile che Cresco debba vendere alcune operazioni di coltivazione in Maryland e Pennsylvania.

Ma i requisiti normativi in diversi stati, tra cui New York, non sono chiari, secondo gli analisti.

La vendita di attività su larga scala aprirebbe opportunità in diversi mercati ad alta crescita per altre società di marijuana.

La fusione proposta è una delle più grandi nell’industria della cannabis e produrrebbe uno dei più grandi MSO della nazione, rivaleggiando con Curaleaf Holdings e Trulieve Cannabis.

L’impronta combinata di Cresco e Columbia Care comprende attualmente più di 130 punti vendita in 17 stati e nel distretto di Columbia.

Questa impronta raggiunge circa il 55% della popolazione degli Stati Uniti.

Cresco ha detto che una parte del ricavato delle vendite sarebbe stata usata per ripagare il debito esistente.

L’azienda ha anche detto che la fusione sarebbe stata “accretiva”, nel senso che avrebbe portato a un cambiamento positivo del valore o della redditività dell’azienda.

Ma alcuni analisti dicono che il fatto che Cresco probabilmente dovrebbe vendere tanti beni in mercati ad alta crescita limita il lato positivo dell’affare.

Le aziende di cannabis del Nuovo Messico si preparano per lo shopping texano con il lancio delle vendite per l’uso da parte degli adulti

Le imprese di cannabis nel New Mexico orientale e meridionale contano su un’ondata di texani per aumentare le loro vendite quando il mercato della marijuana per adulti dello stato verrà lanciato venerdì, ma questa opportunità potrebbe non durare per sempre.

Quelli che si stanno preparando per l’ondata di acquirenti di cannabis in Texas includono gruppi di rivenditori di marijuana in comunità di confine chiave insieme ad almeno un produttore di cannabis di confine che si è concentrato a servire il mercato texano.

“Per quelle città lungo il confine, come Clovis e Tucumcari e Texico … fino a Las Cruces, ciò rappresenta un’opportunità limitata nel tempo di realizzare dollari di turismo”, ha detto Ben Lewinger, direttore esecutivo della New Mexico Cannabis Chamber of Commerce, che rappresenta 34 imprese di cannabis autorizzate e 65 imprese ausiliarie.

Per prepararsi, una grande azienda di marijuana del New Mexico sta aumentando la produzione, evidenziando le opzioni per ordini al dettaglio veloci e puntando sul marketing digitale per corteggiare i texani.

Nonostante una popolazione relativamente piccola di 2,1 milioni di abitanti, il mercato della marijuana ricreativa del New Mexico dovrebbe raggiungere vendite annuali fino a 125 milioni di dollari nel 2022, crescendo fino a 400 milioni di dollari entro il 2025, secondo le proiezioni del prossimo 2022 MJBiz Factbook.

Il Texas dovrebbe giocare un ruolo chiave in questa crescita.

Il secondo stato più popoloso della nazione ha un programma di marijuana medica molto limitato, con solo 19.805 pazienti registrati a febbraio.

L’industria della marijuana aggiungerà quasi 100 miliardi di dollari all’economia statunitense nel 2022

Quando si considera se approvare un’industria della marijuana regolamentata, i sostenitori spesso parlano dei benefici economici più ampi delle entrate fiscali aggiuntive create.

Ma l’impatto benefico va oltre i soli dollari delle tasse.

L’impatto economico totale degli Stati Uniti dalle vendite di marijuana nel 2022 dovrebbe raggiungere i 99 miliardi di dollari – più del 20% rispetto all’anno scorso – e più di 155 miliardi di dollari nel 2026, secondo l’analisi del Factbook MJBiz appena pubblicato.

Per misurare l’impatto economico dell’industria, il team di dati di MJBizDaily ha analizzato industrie simili, si è consultato con economisti e ha applicato un moltiplicatore standard di 2,8 alle vendite al dettaglio di marijuana medica e ricreativa previste.

I numeri sono un’ipotesi perché la struttura dell’industria della marijuana è in qualche modo unica.

L’industria comprende attività agricole, manifatturiere e di vendita al dettaglio. Ma, in alcuni mercati, include anche eventi e ospitalità, che tendono ad avere un impatto economico ancora più alto di altre industrie.

Per esempio, i parchi nazionali hanno un moltiplicatore economico stimato di sei, secondo Beau Whitney della Whitney Economics dell’Oregon.

L’industria della canapa, che è in gran parte guidata dalle sue componenti agricole, ha un moltiplicatore standard di 1,9. Questo si traduce in 11 miliardi di dollari in più per l’economia degli Stati Uniti nel 2022.

L’impatto economico dell’industria della marijuana non è lo stesso del reddito della catena di approvvigionamento che è spesso usato per stimare la “dimensione totale” di un’industria.

Piuttosto, il moltiplicatore economico dipinge un quadro dell’impatto che l’industria ha sull’economia più ampia.

In questo caso, per ogni 10 dollari che i consumatori e i pazienti spendono nei negozi di marijuana, altri 18 dollari vengono immessi nell’economia, molti dei quali a livello locale.

 

 

 

 

Dati tratti da

The Daily Marijuana Observer | Cannabis Investment News and More… (mjobserver.com)

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->