martedì, Ottobre 26

Borsa: canapa, una piccola boccata d’aria per Canada e USA Borsino andamento principali titoli canapa industriale

0

Le due principali piazze borsistiche mondiali nel settore della produzione, trattamento e commercializzazione della canapa, ovvero Canada e USA, dopo tre settimane di rosso drammaticamente cupo, soprattutto a causa della crisi sui mercati borsistici creatasi in connessione con il quadrante geopolitico intorno all’Afghanistan, mostrano una piccola ripresa. Si tratta di valori positivi francamente deboli e che mostrano, ancora una volta, quanto i mercati borsistici internazionali siano ancora soggetti a notevole volatilità.

I principali titoli sulla Borsa canadese e sui quali conviene investire nel mese di settembre 2021

Canada

Ora, a settembre, la maggior parte dei migliori titoli di marijuana sono scambiati vicino ai loro prezzi più bassi nel 2021. Dall’inizio della pandemia, i migliori titoli di cannabis hanno registrato un significativo rialzo nel 2020 e nel primo trimestre del 2021. Ora, negli ultimi sette mesi, abbiamo assistito a un sostanziale calo di valore per il settore della cannabis. Ma molti investitori di cannabis credono che sia solo una questione di tempo prima che il governo federale inizi ad attuare la riforma della cannabis.

In molti modi, ciò riporterebbe più investitori nel settore della cannabis e avvierebbe un certo slancio al rialzo. Un’area che è stata colpita particolarmente duramente nel 2021 sono state le azioni canadesi di cannabis. Al momento, le aziende canadesi di cannabis stanno pianificando il loro ingresso nel mercato statunitense della cannabis da un po’ di tempo. Il mercato statunitense della cannabis dovrebbe più che raddoppiare nei prossimi cinque anni. Un recente rapporto di Facts & Factorsmostra che le dimensioni del mercato globale della marijuana legale crescono da 22 miliardi di dollari nel 2020 a 97 miliardi di dollari entro il 2026.

Una volta che gli Stati Uniti avranno posto fine alla proibizione della cannabis a livello federale, molte aziende canadesi di cannabis hanno in programma di entrare nel mercato americano. Per gli investitori, potrebbe essere un buon momento per iniziare a guardare questi titoli migliori e come si comportano sul mercato. Dai livelli attuali, questi titoli di marijuana potrebbero vedere qualche rialzo con un annuncio del Congresso sulla riforma della cannabis.

Investire in Top Pot Stocks nelle attuali condizioni di mercato

Per gli investitori che fanno le proprie ricerche e trovano le società con solidi dati finanziari e una buona configurazione del grafico possono aiutarti a stabilire i maggiori rendimenti. In generale, i migliori titoli di marijuana sono noti per avere una significativa volatilità del mercato. Ciò potrebbe rendere le azioni di cannabis canadesi una buona opportunità per guadagni a breve termine. A settembre alcuni di questi titoli sono scambiati ai valori più bassi che hanno visto nel 2021. Potremmo vedere ulteriori flessioni a settembre poiché più investitori cercano rendimenti in altre aree del mercato. Mentre ci dirigiamo verso la prossima settimana, diamo un’occhiata ai 3 migliori titoli di marijuana canadesi per la tua lista la prossima settimana.

I principali titoli sulla Borsa canadese e sui quali conviene investire nel mese di settembre 2021

1. Canopy Growth Corporation (NASDAQ:CGC)
2. Cronos Group Inc. (NASDAQ:CRON)
3. OrganiGram Holdings Inc. (NASDAQ:OGI)

Canopy Growth Corporation

Canopy Growth è uno dei maggiori produttori e distributori di cannabis e prodotti derivati ​​dalla cannabis nel mercato canadese. Al momento, l’azienda vende cannabis e prodotti derivati ​​dalla canapa in Canada, Stati Uniti e Germania. Di recente, la società ha stretto un accordo di distribuzione negli Stati Uniti con Southern Glazers Wine & Spirits per un portafoglio di bevande al CBD. Inoltre, nel mercato canadese Canopy ha aumentato il proprio portafoglio di marchi con l’acquisizione di uno dei marchi di cannabis premium del paese The Supreme Cannabis Company, Inc. Ad agosto Canopy ha pubblicato i risultati finanziari del primo trimestre dell’anno fiscale 2022 con una crescita del 23% nel primo trimestre del 2022 rispetto al primo trimestre del 2021. In particolare, la società sta registrando un fatturato netto di $ 136 milioni nel primo trimestre del 2022, trainato da una forte crescita a due cifre in tutto il Canada. Canopy ha registrato un fatturato netto totale di cannabis di $ 93 milioni nel primo trimestre del 2022 con un aumento del 17% rispetto all’anno precedente. Inoltre, il fatturato di altri prodotti di consumo è stato di 43 milioni di dollari. Attualmente, gli utili netti nel primo trimestre del 2022 sono di $ 390 milioni, di cui $ 518 milioni sono stati guidati da altri proventi per un totale di $ 581 milioni durante il primo trimestre del 2022. La società ha registrato una perdita di EBITDA rettificata nel primo trimestre del 2022 di $ 64 milioni, in miglioramento rispetto al primo trimestre del 2021.

Cronos Group Inc.

Cronos Group Inc. è un’azienda globale di cannabinoidi con produzione e distribuzione internazionali in cinque continenti in tutto il mondo. Attualmente, Cronos ha creato un portafoglio di marchi di cannabis che ha successo con i consumatori di cannabis canadesi. Recentemente, Cronos ha annunciato di aver acquistato opzioni per acquisire una quota del 10,5% in PharmaCann per 110,4 milioni di dollari. L’accordo sarà eseguito in base a vari fattori, incluso lo stato della legalizzazione federale della cannabis negli Stati Uniti. Nello specifico, l’accordo coinvolgerebbe i sei stabilimenti di produzione di PharmaCann e le 23 sedi di dispensari. A luglio l’azienda ha lanciato una linea di nuove caramelle gommose alla cannabis a doppio sapore. Si dice che queste nuove caramelle gommose abbiano un gusto impareggiabile per i consumatori adulti. Ad agosto Cronos ha mancato le stime degli utili sui risultati del secondo trimestre 2021. In particolare, la società ha prodotto un fatturato netto di 15,6 milioni di dollari nel secondo trimestre del 2021, in aumento di 5,7 milioni di dollari anno su anno. In particolare, Cronos ha subito una perdita lorda di $ 15,8 milioni nel secondo trimestre del 2021, aumentando di $ 12,9 milioni anno su anno. La società attribuisce la perdita ad un aumento delle svalutazioni di magazzino nel segmento ROW. In particolare, questo è stato pari a $ 12 milioni nel secondo trimestre del 2021. Allo stato attuale, la società ha registrato una perdita di EBITDA rettificata di $ 49,8 milioni nel secondo trimestre, con un aumento di $ 22,8 milioni rispetto al secondo trimestre del 2020.

OrganiGram Holdings Inc.

In Canada, OrganiGram Holdings Inc. è uno dei principali produttori autorizzati di cannabis e prodotti derivati ​​dalla cannabis. Principalmente, l’azienda produce prodotti di cannabis coltivati ​​indoor di alta qualità sia per il mercato medicinale che per quello ricreativo. In questo momento, Organigram sta sviluppando strategicamente le sue partnership commerciali internazionali aumentando la presenza dell’azienda nel mercato globale. Inoltre, l’azienda sta anche aumentando la sua spedizione all’ingrosso di cannabis e vende prodotti online. Recentemente, Organigram ha ampliato il proprio portafoglio di prodotti SHRED con SHRED’ems Gummies di alta qualità. Inoltre, la società ha lanciato i primi estratti ingeribili di THC aromatizzati ad alta potenza di Edison JOLTS Canada. OrganiGram ha prodotto 84 nuovi SKU da luglio 2020 nell’ambito del rilancio del proprio portafoglio di prodotti. In particolare, questo include due nuovi ceppi ad alta potenza con il marchio Edison a margine più elevato nel terzo trimestre. Nel suo ultimo rapporto, Organigram ha visto i risultati dell’anno fiscale 2021 del terzo trimestre con entrate lorde in aumento del 51% in sequenza a $ 29,1 milioni. In primo luogo, la società ha aumentato le sue entrate nette ricreative per uso adulto del 40% in sequenza a $ 16,8 milioni nel terzo trimestre del 2021. Allo stato attuale, la società prevede entrate sequenzialmente più elevate e margini lordi rettificati migliorati nel quarto trimestre del 2021. Inoltre, la società prevede di lanciare più di 20 nuovi SKU entro la fine del quarto trimestre del 2021.

 

I tre principali titoli sulla Borsa statunitense e sui quali conviene investire nel mese di settembre 2021

Green Thumb Industries Inc. (OTC:GTBIF)

Curaleaf Holdings, Inc. (OTC:CURLF)

Cresco Labs Inc. (OTC:CRLBF)

Green Thumb Industries Inc.

Negli Stati Uniti, Green Thumb Industries Inc. è un’azienda leader nel settore dei consumatori di cannabis confezionata che ha stabilito una forte presenza nei mercati chiave di tutto il paese. Attualmente, Green Thumb ha 64 punti vendita in 14 stati e ha recentemente ampliato la sua presenza in Massachusetts attraverso l’acquisizione di GreenStar Herbals, Inc. Inoltre, GTI ha licenze per 111 punti vendita per future espansioni. Nel secondo trimestre del 2021 GTI ha aperto un Cookies sulla Strip di Las Vegas attraverso una partnership esclusiva con il marchio privato Cookies. Green Thumb ha annunciato di aver chiuso l’acquisizione di Dharma Pharmaceuticals e di entrare nel mercato della cannabis in Virginia.

Ad agosto Green Thumb ha riportato i risultati del secondo trimestre 2021 con un fatturato di 221.9 milioni di dollari in crescita dell’85,4% anno su anno. In particolare, per la prima metà del 2021, l’azienda ha registrato un fatturato di 416,3 milioni di dollari, con un aumento dell’87,3% rispetto all’anno precedente. In particolare, questo è il quarto trimestre consecutivo di utile netto GAAP positivo con $ 22,1 milioni o $ 0,10 per azione diluita. Allo stato attuale, Green Thumb ha un EBITDA operativo rettificato di $ 79,3 milioni o il 35,7% delle entrate.

Il titolo GTBIF ha chiuso il 10 settembre a $ 25,35 in calo del 13,69% negli ultimi cinque giorni. Attualmente, le azioni GTBIF hanno una fascia di prezzo di 52 settimane compresa tra $ 11,60 e $ 39,11 e sono aumentate del 3,47% da inizio anno. Secondo gli analisti di Tip Ranks, il titolo GTBIF ha un obiettivo di prezzo medio di 12 mesi di $ 48,87 per azione. In sostanza, ciò rappresenterebbe un aumento del 92,78% dal suo ultimo prezzo di negoziazione di $ 25,35.

Curaleaf Holdings, Inc.

Curaleaf Holdings, Inc. fornisce prodotti a base di cannabis confezionati e gestisce 109 punti vendita al dettaglio negli Stati Uniti. Inoltre, l’azienda ha anche iniziato ad espandersi con Curaleaf International, promuovendo l’accessibilità dei prodotti a base di cannabis medica in Germania attraverso la sua consociata interamente controllata Adven GmbH. Ad agosto Curaleaf si prepara a servire il mercato del New Jersey con una nuova sede, il suo terzo dispensario nello stato. Recentemente in un’intervista con il fondatore di Curaleaf, Boris Jordan, ha discusso di quanto fossero preparati con i prodotti a base di cannabis per rifornire il mercato del New Jersey quando si aprirà.

Ad agosto Curaleaf ha riportato risultati record del secondo trimestre 2021 con un fatturato di 312 milioni di dollari. Le sue entrate del secondo trimestre sono aumentate del 20% rispetto al primo trimestre del 2021 e del 166% anno su anno. In particolare, la società ha registrato un EBITDA rettificato del secondo trimestre 2021 di 84 milioni di dollari in crescita del 201% anno su anno. Di conseguenza, i margini lordi hanno raggiunto circa il 50% trainati dai maggiori rendimenti degli impianti esistenti. Durante il secondo trimestre l’azienda ha aperto altri cinque dispensari e continua ad espandere la propria presenza nel terzo trimestre.

Il titolo CURLF ha chiuso il 10 settembre a $ 11,06 in calo dell’8,52% negli ultimi cinque giorni di negoziazione. Allo stato attuale, il titolo CURLF ha una fascia di prezzo di 52 settimane tra $ 5,81 e $ 18,38 ed è in calo del 7,62% da inizio anno. Secondo gli analisti di Market Beat, il titolo CURLF ha un obiettivo di prezzo di consenso di $ 24,79 per azione. In questo caso, questo sarebbe un rialzo del 124,1% dal suo ultimo prezzo di negoziazione di $ 11,06.

A CBD Trademark Suit Causes More Delays For The FDA To Develop Rules And Regulations

Cresco Labs Inc.

Il prossimo nella lista è Cresco Labs Inc, un’altra azienda di cannabis MSO di alto livello nel mercato statunitense. Attualmente, l’azienda è considerata il grossista numero uno di prodotti a base di cannabis di marca in America. Cresco gestisce 37 punti vendita in 10 stati con 20 stabilimenti di produzione e 47 licenze di vendita al dettaglio. Di recente, l’azienda ha aperto il suo quarto dispensario Sunnyside in Pennsylvania mentre l’azienda si espande in altri mercati chiave. Inoltre, la società ha annunciato un’espansione del portafoglio del suo marchio Good News con più selezioni nelle aree degli edibili e dello svapo. Alcuni dei nuovi prodotti con il marchio Good News che Cresco sta lanciando sono i prodotti Counting Sheep, Day Off e Pride. In particolare, questi prodotti commestibili e vaporizzatori saranno disponibili in California, Illinois e Michigan.

Recentemente, la società ha annunciato l’acquisizione di Blair Wellness Center, un dispensario del Maryland. Ad agosto Cresco ha annunciato i risultati del secondo trimestre 2021 con un fatturato record di 210 milioni di dollari e ha riaffermato la sua previsione di fatturato annualizzato di 1 miliardo di dollari nel 2021. Di conseguenza, la società ha realizzato profitti lordi esclusi i ricarichi del fair value di 107 milioni di dollari o il 51% delle entrate. Cresco ha un utile netto di 2,7 milioni di dollari e un EBITDA rettificato di 45,5 milioni di dollari. Allo stato attuale, la società prevede margini di profitto lordi superiori al 50% per i restanti due trimestri del 2021.

Il titolo CRLBF ha chiuso il 10 settembre a $ 8,21 in calo del 15,19% negli ultimi cinque giorni di negoziazione. Il titolo ha una fascia di prezzo di 52 settimane tra $ 5,33 e $ 17,49 ed è in calo del 16,78% da inizio anno. Secondo gli analisti di Tip Ranks, il titolo CRLBF ha un obiettivo di prezzo medio di 12 mesi di $ 16,91 per azione. Ciò rappresenterebbe un guadagno del 105,97% dal suo ultimo prezzo di negoziazione di $ 8,21. Per la prossima settimana questi migliori MSO statunitensi potrebbero essere i migliori titoli di marijuana su cui investire per settembre.

Andamento borsistico aggiornato in data 17 settembre 2021

Uno sguardo contestualizzato alla data del 17 settembre 2021. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

FDA, CDC emettono avvisi sul delta-8 THC e riconteggiano i ricoveri

Più di 100 persone negli Stati Uniti sono state ricoverate in ospedale quest’anno dopo aver consumato prodotti delta-8 THC, hanno avvertito martedì i regolatori sanitari federali. I ricoveri includevano ricoveri in unità di terapia intensiva pediatrica e sono state tra le oltre 600 chiamate ai centri antiveleni locali, secondo la Food and Drug Administration degli Stati Uniti. Martedì i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno emesso il proprio avviso di salute pubblica sul delta-8 THC, avvertendo che i prodotti delta-8 sono spesso etichettati erroneamente. “L’aumento dei prodotti delta-8 THC nei mercati della marijuana e della canapa ha aumentato la disponibilità di prodotti a base di cannabis psicoattiva, anche negli stati … dove l’uso di cannabis per adulti non medico non è consentito dalla legge”, ha avvertito il CDC, aggiungendo che i centri antiveleni hanno aggiunto un nuovo codice per l’esposizione al delta-8 THC.Non sono stati segnalati decessi. Gli avvertimenti non hanno approfondito i nomi dei prodotti collegati a eventuali ricoveri.Delta-8 THC è un isomero del cannabinoide psicoattivo che si trova naturalmente nella pianta di cannabis, delta-9 THC. Il THC delta-8 è raro in natura, ma può essere facilmente sintetizzato dal CBD, dando origine a prodotti che offrono effetti inebrianti senza bisogno di derivare dalla marijuana, che non è legale in tutti gli stati e rimane illegale secondo la legge federale. La FDA ha avvertito che il delta-8 THC “potrebbe avere sottoprodotti potenzialmente dannosi (contaminanti) a causa delle sostanze chimiche utilizzate nel processo”, ma non ha elaborato.

Una società alimentare a base di cannabis ottiene l’ordine di protezione primaria dei creditori in Canada

Plus Products, un’azienda di alimenti a base di canapa e marijuana, ha ricevuto un’ordinanza di protezione dei creditori iniziale da un tribunale canadese mentre tentava di ristrutturare la propria attività. Plus ha sede a San Mateo, California, ma mantiene una sede centrale a Vancouver, British Columbia, e le sue azioni vengono scambiate come PLUS sul Canadian Securities Exchange. L’ordine del tribunale iniziale ai sensi del Companies’ Creditors Arrangement Act (CCAA) del Canada per una sospensione del procedimento di 10 giorni contro Plus potrebbe essere prorogato da un B.C. Tribunale. Il consiglio di amministrazione di Plus sta intraprendendo una revisione delle alternative strategiche “tra cui la sollecitazione, lo sviluppo e l’esecuzione di qualsiasi potenziale vendita o altra transazione strategica”, secondo un comunicato stampa di lunedì. Inoltre, che produce anche prodotti per il sonno, ha annullato la sua assemblea generale annuale degli azionisti, prevista per martedì. “La società spera di uscire dai procedimenti della CCAA in grado di continuare il successo del suo marchio negli Stati Uniti e continuare la sua missione di rendere la cannabis sicura e accessibile”, ha affermato Plus nel comunicato. In una dichiarazione, il co-fondatore e CEO di Plus Jake Heimark ha citato “il lento lancio delle licenze dei dispensari legali in California e la struttura del mercato californiano (che) ha reso difficile per i marchi indipendenti rimanere competitivi in ​​questo stato”. “Continuiamo a credere che i marchi più forti usciranno dalla California e sono fiducioso che l’esito di questi procedimenti si tradurrà in un business che corrisponderà alla forza del nostro marchio per i nostri dipendenti, debitori e azionisti”.PricewaterhouseCoopers è stata nominata monitor dei procedimenti della CCAA

Canopy Growth pronta a lanciare i vaporizzatori CBD in 3.000 punti vendita Circle K

Il produttore canadese di cannabis Canopy Growth Corp. sta entrando nel mercato dello svapo di CBD, scegliendo il canale del minimarket per la distribuzione esclusiva in circa 3.000 sedi Circle K. L’accordo annunciato martedì colloca la nuova linea Whisl di vaporizzatori CBD di Canopy in località degli Stati Uniti. Il CBD è prodotto con canapa coltivata negli Stati Uniti ed è disponibile in baccelli da 200 milligrammi che si rivolgono a stati d’animo specifici. “Vogliamo consentire ai consumatori di raggiungere rapidamente concentrazione, calma o prepararsi per dormire con una moderna soluzione CBD che agisce rapidamente e può adattarsi perfettamente alla routine quotidiana di chiunque”, ha dichiarato Andy Lytwynec, vicepresidente del business globale dello svapo di Canopy, in una dichiarazione. La catena Circle K si sta muovendo sempre più nello spazio del CBD, aggiungendo forme ingeribili e topici, vaporizzatori e canapa fumabile in varie località. Circle K è di proprietà di Alimentation Couche-Tard, una rete di vendita al dettaglio con sede a Laval, Quebec, Canada.Couche-Tard gestisce circa 9.900 minimarket in Nord America, circa 5.900 negli Stati Uniti e il resto in Canada. La società inoltre gestisce o concede in licenza minimarket in altri 22 paesi o territori in tutto il mondo. Canopy Growth, con sede a Smiths Falls, Ontario, è quotata alla Borsa di Toronto come WEED e al Nasdaq come CGC.

Valens, Entourage realizzerà prodotti CBD white label per il rivenditore Fire & Flower

Due aziende canadesi di cannabis, The Valens Co. ed Entourage Health Corp., hanno annunciato che produrranno prodotti CBD white label per la principale catena di vendita al dettaglio canadese Fire & Flower. Valens produrrà olio CBD a marchio Revity di Fire & Flower “per la distribuzione in Ontario, Manitoba e Saskatchewan con il potenziale di espandersi in ulteriori mercati provinciali e territoriali ove consentito e concordato”, ha affermato la società con sede nella British Columbia in un comunicato stampa. Valens ha liquidato la maggior parte del suo inventario di olio di cannabis all’inizio di quest’anno. Nel frattempo, Entourage Health, con sede in Ontario, ha dichiarato che produrrà softgel CBD a marchio Revity per Fire & Flower. “I prodotti Revity CBD sono disponibili nei punti vendita del Saskatchewan e si espanderanno in Ontario a metà settembre 2021, con sedi Manitoba previste nel prossimo futuro”, ha affermato Entourage in un comunicato stampa. Entourage, precedentemente chiamato WeedMD, ha annunciato il suo accordo iniziale per la produzione di prodotti Revity CBD, incluso l’olio, per Fire & Flower nell’agosto 2020. La portavoce di Fire & Flower Charley Varanelli ha dichiarato a MJBizDaily che Entourage “ha scelto di non continuare a produrre l’olio nel suo formato attuale” dopo che Health Canada ha cambiato i requisiti di imballaggio per l’olio di cannabis all’inizio di quest’anno. Fire & Flower ed Entourage “hanno invece accettato di passare ai softgel CBD” e la produzione di petrolio si è spostata a Valens, ha detto Varanelli via e-mail. Il rivenditore possiede più di 85 negozi in Alberta, British Columbia, Manitoba, Ontario e Saskatchewan, incluso un negozio nel territorio dello Yukon.

Il produttore di bevande CBD Kona Gold raccoglie tre milioni di dollari in un accordo di azioni di hedge fund

Il produttore canadese di serre e coltivatore di marijuana Village Farms International ha acquisito la società di CBD Balanced Health Botanicals in un affare in azioni e contanti del valore di 75 milioni di dollari. BHB, con sede a Denver, si concentra sui prodotti CBD derivati ​​dalla canapa e possiede la piattaforma di e-commerce CBD CBDistillery e il marchio di cura della pelle CBD Bota. Il sito Web CBDistillery riceve più di 30.000 ordini mensili e ha “una significativa base di clienti abituali”, secondo un comunicato stampa.L’accordo offre a Village Farms “l’ingresso immediato nel mercato statunitense del CBD in una categoria di prodotti di consumo adiacente al mercato della cannabis ad alto contenuto di THC, nonché nella più ampia arena del benessere dei beni di consumo confezionati”, secondo un comunicato stampa di lunedì. Village Farms, con sede a Vancouver, nella Columbia Britannica, possiede già il 100% di Pure Sunfarms, un redditizio produttore canadese di cannabis. L’acquisizione da 75 milioni di dollari include 30 milioni di dollari in contanti e 45 milioni di dollari in azioni Village Farms. BHB era di proprietà privata. Village Farms ha affermato che l’accordo aumenterà immediatamente il suo reddito netto, con BHB che dovrebbe aggiungere un fatturato annuo di oltre 30 milioni di dollari nel 2022. L’acquisizione “ci fornisce un altro potenziale percorso per partecipare al mercato della cannabis ad alto contenuto di THC degli Stati Uniti, quando consentito”, ha affermato il CEO di Village Farms Michael DeGiglio nel comunicato. DeGiglio ha citato i piani di Village Farms “di convertire i nostri oltre 5,5 milioni di piedi quadrati di serre ad alta tecnologia nel Texas occidentale – uno degli ambienti più favorevoli per la coltivazione di cannabis negli Stati Uniti continentali – per la produzione su larga scala e a basso costo di cannabis.” Village Farms opera come VFF al Nasdaq e alla Borsa di Toronto.

Dati tratti da

The Daily Marijuana Observer | Cannabis Investment News and More… (mjobserver.com)

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->