sabato, Ottobre 23

Borsa: canapa, sprofondo rosso per USA e Canada Borsino andamento principali titoli canapa industriale

0

Le due principali piazze borsistiche mondiali nel settore della produzione, trattamento e commercializzazione della canapa, ovvero Canada e USA, questa settimana chiudono con andamento negativo in entrambi i casi. Ciò che colpisce è che entrambe le curve borsistiche in settimana hanno visto dei cali paurosi fino a chiudere con delle perdite percentuali potremmo dire sanguinose. Le avvisaglie negative si erano fatte notare nelle due settimane precedenti ma era difficile stimare perdite così gravi nella settimana corrente.

Indice Marijuana Canada 177.20

In data 16/7/2021 è

Negativo: -9,84

Costituenti: 11

Cambio: -5,26

Prezzo di apertura: 190.22

Volume Totale: 141.66 m

Il picco nell’andamento di decrescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

8 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 185.32

9 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 185.11

12 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 183.31

13 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 190.80

14 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 185,77

14 luglio 2021 ore 04,00 PM raggiunto 177.17

Indice Marijuana Stati Uniti 105.26

In data 16/7/2021

Negativo: -3.02

Costituenti: 31

Cambio: -2.79%

Prezzo di apertura: 109.80

Volume Totale: 19.39 m

Il picco nell’andamento di decrescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

8 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 106,58

9 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 108,56

12 luglio 2021 ore 10.30 AM raggiunto 108.81

13 luglio 2021 ore 10.30 AM raggiunto 110.31

14 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 108.68

14 luglio 2021 ore 04,00 PM raggiunto 105.27

Andamento borsistico aggiornato in data 16 luglio 2021

Uno sguardo contestualizzato alla data del 16 luglio 2021. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

Un importante studio specializzato in contenziosi in materia di canapa si fonde con uno studio nazionale          

Hoban Law Group, un importante studio legale sulla marijuana con sede a Denver, si è fuso con Clark Hill, uno studio con sede nel Michigan con oltre 650 avvocati che abbracciano Stati Uniti, Irlanda e Messico. Bob Hoban diventa co-leader del Cannabis Industry Group di Clark Hill e dirige l’ufficio dell’azienda a Denver. A guidare il gruppo di cannabis di Clark Hill c’è anche Sander Zagzebski a Los Angeles. I termini dell’accordo non sono stati resi noti. “Sono entrambi pionieri nello spazio legale della cannabis che riconoscono ciò che è all’orizzonte per l’industria negli Stati Uniti e all’estero”, ha affermato l’azienda in un comunicato stampa. Si uniscono anche a Clark Hill nell’ufficio di Denver: David Bush, Donnie Emmi, Claire Wells Hanson, Brent Johnson, Darren Kaplan, Craig Piccolo, David Wunderlich.

Il Connecticut vieta le vendite senza licenza di prodotti THC derivati dalla canapa             

Quando il Connecticut ha approvato la legalizzazione della marijuana per uso adulto il mese scorso, è diventato l’ultimo stato a istituire un divieto sui prodotti THC derivati ​​dalla canapa, inclusi delta-8 THC e delta-10 THC, per le aziende senza una licenza per venderli. La nuova legge dello stato vieta la vendita di prodotti contenenti delta-7, delta-8, delta-9 e delta-10 al di fuori dei rivenditori di cannabis autorizzati o dei dispensari di marijuana medica. Il Connecticut Department of Consumer Protection (DCP) ha avvertito le aziende dopo l’emanazione della legge che ha istituito un mercato della marijuana per uso adulto e ha apportato modifiche alle normative esistenti sulla cannabis che, a partire dal 1° luglio, non possono più offrire o vendere prodotti realizzati con canapa o canapa prodotti derivati ​​dal THC. La nuova legge definisce la cannabis per includere i prodotti di canapa con una concentrazione totale di THC superiore allo 0,3% su base secca, che include delta-7 THC, delta-8 THC, delta-9 THC e delta-10 THC. Le domande di licenza non sono ancora disponibili, secondo il DCP.

Un gruppo specializzato nella distribuzione di canapa si fonde con una società americana della marijuana    

La società di distribuzione di canapa e CBD con sede in Florida cDistro è stata acquisita dalla Marijuana Company of America, una holding di cannabis diversificata con sede a Los Angeles.L’acquisizione della fusione, completata mercoledì, è stata un accordo stock-for-stock che amplierà la distribuzione di MCOA in tutto il Nord America, ha affermato il CEO della società, Jesus Quintero, in una nota. Secondo i termini dell’accordo, tutte le azioni emesse e in circolazione delle azioni ordinarie cDistro sono state scambiate con azioni ordinarie MCOA. cDistro, che sarà gestita come consociata interamente controllata da MCOA, distribuisce una serie di marchi CBD e prodotti per negozi di fumo e vaporizzazione a grossisti, minimarket, rivenditori specializzati e dispensari in Nord America. La fusione è “altamente sinergica” e il supporto operativo di MCOA “amplificherà” l’attività di distribuzione di canapa e CBD di cDistro nel mercato nordamericano, ha affermato il CEO di cDistro Ron Russo. La Marijuana Company of America condivide il commercio sui mercati over-the-counter come MCOA.

BOHECO fornirà la australiana SSA    

Bombay Hemp Company (BOHECO) dell’India sarà un fornitore esclusivo dei suoi prodotti a Spring Sciences Australia Pty. Ltd. (SSA) nell’ambito di un accordo di cooperazione. I prodotti BOHECO saranno commercializzati con il marchio SSA e i partner esploreranno la creazione di una piattaforma di ricerca e sviluppo per realizzare nuovi prodotti sia per il mercato dei consumatori che per quello farmaceutico, hanno affermato le società. “Crediamo fermamente che i prodotti per la salute e il benessere di BOHECO siano in linea con la crescente attenzione degli australiani sulla prevenzione e il mantenimento della salute attraverso uno stile di vita equilibrato”, ha affermato Steven Newbery, CEO di SSA. L’accordo riguarda anche i tessuti a base di canapa di BOHECO. SSA, parte dello Spring Sciences Group, con sede negli Stati Uniti, nel Michigan, ha affermato di essere autorizzata dall’Office of Drug Control australiano a coltivare e produrre prodotti a base di cannabis medica e sta lavorando per stabilire una rete di impianti di coltivazione e produzione di cannabis medicinale nel Queensland, in Australia. L’azienda pianifica un’operazione di coltivazione e un impianto di lavorazione a Caboolture, nel Queensland. BOHECO produce cuori di canapa, olio di semi di canapa e polvere proteica di canapa, oltre a tessuti di canapa e una linea di abbigliamento.

Una nuova società canadese specializzata in semi si presenta al mercato    

UniSeeds Inc. dell’Ontario distribuirà Silesia, una nuova varietà di canapa a doppio raccolto, in base a un accordo con InnoTech Alberta. InnoTech ha affermato che la varietà è in sviluppo da 12 anni. Una sussidiaria dell’agenzia di finanziamento provinciale Alberta Innovates, UniSeeds ha affermato che la Silesia “è l’ideale per le condizioni di crescita canadesi e offre al settore agricolo una produzione di fibre e una quantità di semi eccezionali rispetto ad altre cultivar”. La Slesia è approvata da Health Canada. L’accordo di distribuzione avvia la commercializzazione della varietà.

 

 

Dati tratti da

 https://www.dailymarijuanaobserver.com/

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->