giovedì, Luglio 29

Borsa: canapa, nuovo rosso per Canada e USA Borsino andamento principali titoli canapa industriale

0

Le due principali piazze borsistiche mondiali nel settore della produzione, trattamento e commercializzazione della canapa, ovvero Canada e USA, questa settimana chiudono con andamento negativo in entrambi i casi. Permane una forte volatilità, i valori positivi della settimana precedente -asfittici- in questa settimana non hanno retto la pressione dell’andamento negativo constatato anche a livello più generale nel contesto borsistico globale. Il clima incerto dettato dai numeri della pandemia determinano una forte depressione nello spirito imprenditoriale e finanziario del mondo produttivo della canapa

Indice Marijuana Canada 187.08

In data 9/7/2021 è

Negativo: -3,42

Costituenti: 11

Cambio: -1,80 %

Prezzo di apertura: 190.05

Volume Totale: 197.05 m

Il picco nell’andamento di crescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

2 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 195.19

5 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 194.64

6 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 194.60

7 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 183,26

7 luglio 2021 ore 04,00 PM raggiunto 187,11

 

Indice Marijuana Stati Uniti 108.03

In data 9/7/2021

Negativo: -1.08

Costituenti: 32

Cambio: -0.99%

Prezzo di apertura: 109.38

Volume Totale: 13.14 m

Il picco nell’andamento di decrescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

1° luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 110,63

2 luglio 2021 ore 10,30 AM raggiunto 110,40

6 luglio 2021 ore 10.30 AM raggiunto 109.97

7 luglio 2021 ore 10.30 AM raggiunto 108.31

7 luglio 2021 ore 04,00 PM raggiunto 108.03

 

Andamento borsistico aggiornato in data 9 luglio 2021

Uno sguardo contestualizzato alla data del 9 luglio 2021. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

Un gruppo americano afferma che la produzione di semi dominerà il settore della coltivazione della canapa entro il 2030          

Gli acri concessi in licenza per la canapa CBD scenderanno ad appena il 2,78% dei campi totali degli Stati Uniti, mentre la canapa coltivata per la produzione di semi sarà la produzione dominante tra un decennio, secondo le stime di un rapporto del National Industrial Hemp Council (NIHC). Con il CBD che quest’anno è stato coltivato sull’82% degli acri di canapa totali autorizzati negli Stati Uniti, NIHC prevede che la produzione di semi aumenterà al 65,8% della superficie totale, mentre quella dedicata alla lavorazione del gambo di canapa raggiungerà il 31,4% entro il 2030. Questi totali arriveranno man mano che la canapa si espanderà fortemente negli Stati Uniti per soddisfare la crescente domanda e diventerà una merce importante con vendite alla fattoria che supereranno i 10 miliardi di dollari l’anno entro il 2025, secondo i progetti NIHC nel rapporto, pubblicato la scorsa settimana.

Un nuovo gruppo britannico punta alla cannabis terapeutica avanzata nei settori CBD            

Un organismo britannico di cannabis lanciato di recente, CanIndCou (CIC), afferma che lavorerà per conto dei pazienti promuovendo al contempo la riduzione della burocrazia e che sta limitando la crescita dei settori della cannabis medica e del CBD.Il Consiglio riunisce cliniche, gruppi di accesso dei pazienti, medici, assicuratori, produttori e altri gruppi di cannabis, ha affermato CIC in un comunicato stampa. “Non va dimenticato che alla radice del settore ci sono adulti e bambini molto malati che, anche dopo aver avuto la fortuna di ricevere una prescrizione di cannabis medicinale, devono affrontare costi elevati e lunghi tempi di attesa”, ha affermato Kate Thorpe, Coordinatrice del CIC.Il CIC ha affermato che intende collaborare con il governo del Regno Unito per promuovere riforme legislative e burocratiche e ha contattato i dipartimenti governativi per stabilire un dialogo. Il capo dell’unità per le licenze presso il Ministero degli Interni ha già risposto, ha detto CIC a HempToday. Oltre all’Home Office, il CIC ha contattato il Department of Health e il NHS England.

I gruppi rappresentanti le parti interessate segnalano ritardi sulle modifiche alle norme UE sui mangimi a base di canapa  

Il comitato permanente per piante, animali, alimenti e mangimi (SCOPAFF) della Commissione europea ha deciso di ritardare le modifiche al catalogo UE delle materie prime per mangimi fino a quando non saranno disponibili dati scientifici adeguati. Il ritardo non risolve il problema dei livelli massimi di CBD nei mangimi, che dovrebbe essere ripreso da SCOPAFF dopo i rapporti tossicologici che dovrebbero essere completati entro la fine dell’anno. Quattro associazioni di categoria hanno recentemente chiesto la revisione dell’elenco dei prodotti per mangimi a base di canapa nel catalogo dell’UE e hanno chiesto il rinvio.

Dopo un anno nessun progresso nelle indagini sulla uccisione dell’attivista sudafricano della cannabis Stobb  

Un anno dopo che l’attivista sudafricano per la cannabis Julian Stobbs è stato assassinato nella sua casa, poco è stato fatto per catturare i colpevoli, ha detto nel fine settimana Fields of Green for All, l’organizzazione no-profit co-fondata da Stobbs. “La triste verità sudafricana è che i nostri Dagga Farmers non sono al sicuro; non dai criminali e non dalla polizia”, ​​ha scritto il regista di Fields of Green for All Robyn Cameron sul sito web dell’organizzazione durante il fine settimana. “Il duro lavoro ordinario, i cittadini che pagano le tasse non sono al sicuro.” Sabato è stato il primo anniversario dell’omicidio nella fattoria Stobbs Lanseria vicino a Johannesburg, il 3 giugno 2020. La polizia ha riferito all’epoca che gli intrusi hanno prima trattenuto la coppia mentre derubavano la casa e poi se ne sono andati, tornando più tardi per sparare e uccidere Stobbs nella sua camera da letto.

Una Commissione della Regione Sardegna approva un disegno di legge sulla coltivazione della canapa    

Una commissione regionale della Sardegna ha approvato un disegno di legge che regolerebbe la produzione e la lavorazione della canapa, ponendo le basi per un rapido sviluppo della filiera locale. Oltre ad aprire l’isola alla vasta gamma di sottosettori della canapa, i funzionari affermano che la canapa può svolgere un ruolo nella bonifica dei terreni inquinati e nella gestione delle acque sotterranee. La commissione questa settimana ha approvato un disegno di legge sulla canapa di compromesso che univa progetti di misure di gruppi politici concorrenti. La legge risultante “metterebbe ordine nel settore”, ha affermato la commissione. Il Consiglio regionale deve ancora approvare la legge.

 

 

 

Dati tratti da

 https://www.dailymarijuanaobserver.com/

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->