lunedì, Aprile 19

Borsa: canapa, dopo tre settimane positive Canada e USA chiudono in rosso Borsino andamento principali titoli canapa industriale

0

Canada e USA chiudono in rosso dopo tre settimane di chiusure positive, denotando una grande volatilità sulle piazze, sia quelle internazionali sia quelle specifiche, Canada e USA, appunto. Le contrazioni sono dovute alle incertezze che regnano un po’ in tutti i contesti economici, finanziari e borsistici a livello mondiale ed i risultati alquanto altalenanti circa gli effetti della lotta in contrasto alla diffusione del Coronavirus, le cui ferite inferte all’apparato produttivo globale si fanno sempre più marcati e profondi.

Indice Marijuana Globale

Global Cannabis
Stock Index
76.85
-15.63
(-16.90%)

Indice Marijuana Stati Uniti

American Cannabis

Operator Index

104.80

-11.37

 (-9.79%)

Indice Marijuana Canada LP

Canadian Cannabis LP Index
488.45
-84.08
(-14.69%)

Indice Marijuana Canada LP Tier 1 Index

Canadian Cannabis LP Tier 1 Index
981.93
-351.80
(-26.38%)

Indice Marijuana Canada LP Tier 2 Index

Canadian Cannabis LP Tier 2 Index
754.63
-181.46
(-19.38%)

Fonte: https://www.newcannabisventures.com/category/publicly-traded-cannabis-stock-news/

Andamento borsistico aggiornato in data 12 febbraio 2021

Uno sguardo contestualizzato alla data del 5 febbraio 2021. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

Le società di essiccazione della canapa dell’Oregon hanno ricevuto multe per 600.000 dollari per violazioni ambientali    

Due società di essiccazione della canapa associate e il loro amministratore delegato sono stati multati di quasi $ 200.000 ciascuno da regolatori ambientali statali in Oregon. Il Dipartimento della qualità ambientale dell’Oregon ha emesso multe di $ 198.786 alla Columbia Hemp Trading Company e di $ 196.288 ciascuna alla società collegata Columbia 410 e al CEO Jacob Crabtree. Le aziende operavano nella stessa struttura a Molalla, a circa 30 miglia a sud di Portland. Gli importi combinati si sommano a una delle più grandi sanzioni emesse dall’agenzia, secondo il Portland Business Journal. I regolatori ambientali dell’Oregon affermano che le società operavano senza un permesso di contaminazione dell’aria richiesta, inducendo i residenti di Molalla a lamentarsi di “odori nocivi” provenienti dalla struttura. L’agenzia ha detto che gli essiccatori a gas della struttura hanno emesso ossidi di azoto e monossido di carbonio a tassi di oltre 10 tonnellate all’anno, facendo scattare la necessità di un permesso di scarico. Crabtree contesta tale affermazione e detti problemi precedenti con la città gli hanno impedito di ottenere una dichiarazione di compatibilità dell’uso del suolo, necessaria per richiedere un permesso di scarico. Sta combattendo le sanzioni e ha offerto un accordo con la città che include $ 500.000 in miglioramenti del sito.

L’ex star della NBA Isiah Thomas investe 3 milioni di dollari nella sua compagnia di canapa e marijuana

Isiah Thomas, Hall of Famer dell’NBA, sta investendo 3 milioni di dollari nella sua azienda One World Pharma, che coltiva canapa e marijuana in Colombia. Thomas, che ha giocato 13 stagioni per i Detroit Pistons della NBA, è diventato CEO di One World Pharma a luglio. L’azienda si trova a Las Vegas ma ha una struttura di coltivazione regionale di 30 acri a Popayan, in Colombia, che si concentra sulla genetica della cannabis. One World afferma che i 3 milioni di dollari saranno utilizzati per espandere le attività agricole in Colombia e richiedere ulteriori certificazioni per i suoi semi di THC. Thomas è anche partner e proprietario di Vesl Oils, che opera in Colorado e Oklahoma. In Colorado, l’azienda si concentra sui prodotti CBD; in Oklahoma, si concentra sulla marijuana medica e sui sottoprodotti del THC. One World Pharma opera sui mercati over-the-counter come OWPC.

Un’azienda di Vancouver blocca i diritti sull’acqua per i piani di costruzione della canapa in Colorado

Un produttore canadese di canapa afferma di aver acquisito i diritti sull’acqua necessari per perseguire il suo piano di coltivazione della canapa nel Colorado nord-occidentale e di trasformare la canapa in componenti da costruzione per case a prezzi accessibili sullo stesso terreno. Il Global Hemp Group di Vancouver, British Columbia, afferma di aver acquisito il controllo della Western Sierra Resource Corp. di Steamboat Springs, in Colorado, e dei suoi diritti sull’acqua. I termini dell’acquisizione non sono stati annunciati. Global Hemp Group ha dichiarato il mese scorso che prevede di emettere 10 milioni di mandati di acquisto alla società madre di Western Sierra, Prescient Strategies Group, e di prestare a Western Sierra $ 3,842,269 come parte dell’accordo. Il CEO di Global Hemp Group, Curt Huber, ha dichiarato a Hemp Industry Daily che intende acquisire terreni e sviluppare un lotto in cui la canapa potrebbe essere coltivata, trasformata in componenti da costruzione e quindi utilizzata per costruire case a prezzi accessibili tutto in un unico posto.

L’importanza di sfruttare le migliori pratiche agricole, tecniche di allevamento avanzate e dati finali specifici per regione nella canapa      

L’importanza di sfruttare le migliori pratiche agricole, tecniche di allevamento avanzate e dati finali specifici per regione nella canapa. Kola Seed, LLC sta testando e distribuendo genetiche di semi di canapa premium a coltivatori e trasformatori, nel 2021.Applicando prove di canapa e dati di mercato, Kola Seed ti aiuta a procurarti la migliore genetica di semi di canapa per la tua regione e il mercato di destinazione. Le prestazioni sul campo e la qualità complessiva delle nostre varietà impressionano sia i coltivatori che i trasformatori.

L’approvvigionamento della genetica giusta con partner fidati e dati credibili è diventato sempre più importante. “Dall’approvazione del Farm Bill Act nel 2018, l’industria e il mercato della canapa si stanno evolvendo a un ritmo molto rapido, ma la catena di approvvigionamento è mancata di coerenza e di qualità della varietà di semi a un prezzo accessibile. Kola Seed ha stabilito allevatori e agronomi per fornire ai produttori genetiche di semi di alta qualità che sono ricchi di cannabinoidi e terpeni “, ha affermato George Workman, fondatore di Kola Seed.

S?RSE Technology presenta l’emulsione solubile in acqua al 7,5% di CBD per prodotti destinati alla cira della persona in un webinar live il 25 febbraio       

La S?RSE Technology , la principale tecnologia di emulsione idrosolubile progettata per infondere ingredienti funzionali nei beni di consumo, annuncia l’aggiunta di un’emulsione liquida al 7,5% di CBD per i prodotti per la cura personale alla propria suite di prodotti. S?RSE è progettato per gli sviluppatori di prodotti per rendere gli ingredienti funzionali a base di olio idrosolubili e più efficaci, fornendo anche al consumatore un’esperienza coerente e sicura. S? RSE, che attualmente alimenta oltre 60 prodotti infusi sul mercato, ha sviluppato l’emulsione di CBD al 7,5% per la categoria della cura personale per eliminare le formulazioni appiccicose e instabili del mercato attuale. I prodotti per la cura personale offrono un metodo di consegna con cui i consumatori sono a proprio agio e acquistano frequentemente; i consumatori si aspettano anche un’esperienza piacevole e coerente proprio come fanno con le bevande e gli alimenti. L’emulsione di CBD solubile in acqua al 7,5% di S?RSE si integra perfettamente, integra altri ingredienti e può essere modificata per più SKU.

Dati tratti da

 https://www.dailymarijuanaobserver.com/

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->