lunedì, Ottobre 18

Borsa: canapa, continua la ripresa per Canada e USA Borsino andamento principali titoli canapa industriale

0

Le due principali piazze borsistiche mondiali nel settore della produzione, trattamento e commercializzazione della canapa, ovvero Canada e USA, dopo tre settimane di rosso ed una di lieve ripresa, questa settimana mostrano un andamento ancora in chiave ottimista e con valori positivi, lasciando intendere, così,di aver metabolizzato la crisi creatasi nel Medio Oriente, soprattutto in termini di circolazione commerciale dei prodotti tra Est ed Ovest e di aver anche trovato un equilibrio tra domanda ed offerta nell’ambito del mercato della canapa, poiché recentemente si era verificata una situazione squilibrata con un surplus di produzione e con maggiore difficoltà di collocazione del prodotto sul mercato.

I principali titoli sulla Borsa canadese e sui quali conviene investire nel mese di ottobre 2021

Canada

Aphria Inc.  (NYSE: APHA) / (TSX: APHA)
Aurora Cannabis Inc. (NYSE: ACB) / (TSX: ACB) Cronos Group (NASDAQ: CRON)

Aphria Inc.

Aphria è una società canadese di cannabis e azioni quotate in borsa quotata alla Borsa di Toronto e alla Borsa di New York. Aphria ha una capitalizzazione di mercato di $3 miliardi (a gennaio 2018), rendendola una delle più grandi società di marijuana e cannabis al mondo. Secondo il loro sito Web, Aphria Inc. (NYSE: APHA) / (TSX: APHA) è un’azienda leader a livello mondiale di cannabis guidata da un impegno incessante nei confronti delle persone, della qualità dei prodotti e dell’innovazione. Con sede a Leamington, Ontario, la capitale delle serre del Canada, Aphria ha fissato lo standard per la produzione a basso costo di cannabis di grado farmaceutico sicura, pulita e pura su larga scala, coltivata nelle condizioni più naturali possibili. Aphria ha un approccio diversificato autoproclamato all’innovazione, alle partnership strategiche e all’espansione globale, con una presenza in più di 10 Paesi in 5 Continenti

Aurora Cannabis Inc.

Aurora Cannabis Inc. è un produttore di cannabis autorizzato con sede a Edmonton, in Canada. Aurora Cannabis Inc. è quotata alla Borsa di Toronto con il simbolo (ACB) e anche alla Borsa di New York con il simbolo (ACB). A partire da settembre 2018 Aurora, Cannabis Inc. aveva otto stabilimenti di produzione autorizzati, cinque licenze di vendita e operazioni in 18 paesi. Aurora Cannabis Inc. (NYSE: ACB) / (TSX: ACB) è una delle più grandi aziende di cannabis e i migliori titoli di marijuana al mondo per capitalizzazione di mercato.

Cronos Group Inc.

Cronos Group è una società di cannabis geograficamente diversificata e integrata verticalmente e azioni quotate in borsa che opera nell’ambito dei regolamenti sull’accesso alla cannabis per scopi medici di Health Canada e distribuisce a livello globale. Cronos Group Inc(NASDAQ: CRON) possiede attualmente il 100% di Peace Naturals, una società autorizzata a produrre e vendere marijuana medica e coltivare olio di cannabis, il 100% di Original BC, una società attualmente autorizzata a coltivare e vendere marijuana medica e Cronos Group Inc possiede interesse in Whistler Medical Marijuana Company, una società autorizzata a produrre e vendere marijuana medica e coltivare olio di cannabis. Tutte le società menzionate di proprietà di Cronos Group Inc (NASDAQ: CRON) agiscono sotto l’autorità di una licenza rilasciata da Health Canada ai sensi del regolamento sull’accesso alla cannabis per scopi medici (ACMPR).

Stati Uniti

I principali titoli sulla Borsa statunitense e sui quali conviene investire nel mese di ottobre 2021

Canopy Growth Corporation (NYSE: CGC) / (TSX: WEED)

GW Pharmaceuticals (NASDAQ: GWPH)

Cresco Lab. Incs.

Canopy Growth Corporation

Canopy Growth precedentemente noto come Tweed Marijuana Inc. è una società di cannabis con sede a Smiths Falls, Ontario. L’azienda è stata fondata da Bruce Linton e Chuck Rifici nel 2013 e ribattezzata Canopy Growth Corporation nel 2015. Canopy Growth Corporation (NYSE: CGC) / (TSX: WEED) è la più grande azienda di cannabis al mondo e uno dei migliori titoli di marijuana in esistenza ogg

GW Pharmaceuticals

GW Pharmaceuticals è una società biofarmaceutica, di cannabis e azioni di marijuana quotate in borsa che, insieme alle sue sussidiarie, si impegna nella scoperta, nello sviluppo e nella commercializzazione di medicinali soggetti a prescrizione di cannabinoidi. Opera attraverso tre segmenti: Commercial, SativexResearch and Development e Pipeline Research and Development.GW Pharmaceuticals (NASDAQ: GWPH) offre principalmente Sativex, uno spray per mucosa orale per il trattamento della spasticità dovuta alla sclerosi multipla. Si concentra anche sul programma di sviluppo clinico di Fase III di Sativex per l’uso nel trattamento del dolore oncologico; e studi di Fase 2 in altre indicazioni, come il dolore neuropatico. Inoltre, la pipeline di prodotti dell’azienda include Epidiolex, un trattamento per la sindrome di Dravet e la sindrome di Lennox-Gastaut, nonché altri prodotti candidati nello sviluppo clinico di fase 1 e 2 per il trattamento di glioma, epilessia adulta, diabete di tipo 2 e schizofrenia. In uno studio di fase III per Epidiolex, il farmaco ha ridotto la frequenza delle convulsioni del 39% nei bambini con una forma di epilessia nota come sindrome di Dravet, rispetto a una riduzione del 13% nei bambini che hanno assunto un placebo. Opera nel Regno Unito, in Europa, negli Stati Uniti, in Canada e in Asia.

Cresco Labs Inc.

Cresco Labs Inc. insieme alle sue sussidiarie coltiva, produce e vende prodotti di cannabis medica e al dettaglio negli Stati Uniti. Nelle ultime 4-6 settimane l’azienda ha rilasciato alcune importanti informazioni sull’azienda. Il 3 settembre, la società ha annunciato la chiusura dell’acquisizione di Cultivate. Questa impresa ha ulteriormente rafforzato la sua posizione nel mercato della cannabis del Massachusetts Alcuni punti salienti di questo sono circa 42.000 piedi quadrati di baldacchino fiorito attivo. Inoltre l’azienda avrà tre dispensari operativi. Le loro sedi saranno a Leicester, Framingham e Worcester, portando a quattro le vetrine al dettaglio combinate nello stato. In notizie più recenti, la società ha anche annunciato l’acquisizione di tre dispensari della Pennsylvania ad alte prestazioni. Questa transazione dovrebbe concludersi nel quarto trimestre del 2021.

Dati tratti da: www.marijuanastocks.com

Andamento borsistico aggiornato in data 1° ottobre 2021

Uno sguardo contestualizzato alla data del 1° ottobre 2021. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

La holding della canapa Marijuana Company of America raccoglie 10 milioni di dollari con una linea di credito azionario con White Lion Capital

La società holding di cannabis Marijuana Company of America (MCOA) con sede a Los Angeles ha raccolto $ 10 milioni tramite una linea di credito azionario con White Lion Capital. I proventi saranno utilizzati “per guidare la crescita”, ha affermato MCOA in un comunicato stampa di martedì. In particolare, osserva il comunicato, il finanziamento “faciliterà il piano strategico di MCOA per espandere la propria attività attraverso una crescita organica e acquisizioni di attività sinergiche e spesso sottocapitalizzate”. “Questa linea di credito dovrebbe consentire a MCOA di offrire una struttura avvincente che consentirà a una o più società di acquisizione target di diventare pubbliche, accedendo così al capitale per entrambe le entità”. I prodotti di MCOA includono il marchio CBD derivato dalla canapa Hempsmart e il distributore di prodotti CBD recentemente acquisito cDistro. Le azioni MCOA vengono scambiate sui mercati over-the-counter come MCOA.

La società di tecnologia iUNU acquisisce la società di software aziendale Artemis

iUNU, una società di tecnologia agricola con sede a Seattle che ha creato la piattaforma di coltivazione LUNA di visione artificiale e apprendimento automatico, ha acquisito Artemis, un software aziendale leader e una piattaforma di gestione della coltivazione che serve le industrie di canapa, cannabis e frutta e verdura, i due le aziende hanno annunciato lunedì. Le aziende stanno unendo le forze per accelerare la loro quota di mercato ed espandere il mercato, dove già servono alcuni dei più grandi produttori di serre e indoor di cannabis, nonché produttori di serre e indoor su larga scala nelle industrie ornamentali e orticole. Le tecnologie combinate di iUNU e Artemis consentiranno ai coltivatori di sviluppare un ciclo di feedback tra l’acquisizione dei dati e l’adattamento e la gestione dei loro processi per creare una produzione precisa e prevedibile.

Scoperto dalle Autorità che più di 100 produttori di canapa nell’Oregon sono illegali

È stato scoperto che più di 100 produttori di canapa autorizzati nel sud dell’Oregon coltivano marijuana illecita, secondo un importante regolatore della marijuana. I membri della Oregon Liquor and Cannabis Commission (OLCC), che regola la marijuana per uso adulto in quello stato, hanno appreso giovedì che il 54% di circa 212 coltivazioni di canapa registrate nelle contee di Jackson e Josephine è stato scoperto che coltiva marijuana in recenti controlli. Jefferson Public Radio ha riportato per la prima volta i risultati. Le fattorie di canapa dell’Oregon sono sottoposte a un maggiore controllo dopo l’approvazione di una nuova legge che mira a reprimere la produzione di marijuana senza licenza tra gli operatori di canapa dell’Oregon. L’OLCC sta esaminando i coltivatori insieme al Dipartimento dell’Agricoltura dell’Oregon, a partire dalle operazioni nel sud dell’Oregon. “Credo che dalla mia esperienza laggiù, ci siano più coltivazioni illegali di quelle registrate”, ha affermato Richard Evans, direttore senior delle licenze e della conformità dell’OLCC. Non è stato immediatamente chiaro quanto fosse calda la canapa non conforme ai recenti controlli. L’agenzia non ha nominato nessuno dei sospetti coltivatori illeciti. La nuova legge dell’Oregon stabilisce una soglia di THC del 10% prima che i coltivatori di canapa autorizzati siano soggetti a sanzioni per la coltivazione di marijuana. La legge prevede multe fino a 10.000 dollari, ma non sanzioni penali. La legge federale protegge i coltivatori di canapa autorizzati da procedimenti penali per negligenza se le loro piante superano lo 0,3% di THC ma non più dell’1%.

Il Gruppo di assistenza sanitaria OTC sceglie il proprio dirigente alla guida del team specializzato negli integratori alimentari interfunzionali

Un gruppo di lobby e advocacy che rappresenta i produttori di farmaci da banco ha contattato un dirigente della società californiana di CBD CV Sciences per guidare il suo team di integratori alimentari interfunzionali. Duffy MacKay, vicepresidente senior di CV Sciences, entrerà a far parte del team esecutivo della Consumer Healthcare Products Association, un gruppo industriale con sede a Washington che risale al 1881. L’Associazione rappresenta le aziende sanitarie dei consumatori che producono farmaci da banco, integratori alimentari e dispositivi medici di consumo. Il presidente dell’associazione Scott Melville ha definito MacKay un “leader compiuto e molto rispettato nel settore degli integratori alimentari”. L’appuntamento inizia il 18 ottobre.

Un coltivatore di canapa della Carolina del Sud accusato di coltivare illegalmente denuncia il Commissario statale per l’Agricoltura e le Forze dell’Ordine

Un produttore di canapa della Carolina del Sud accusato di coltivare canapa illegalmente ha intentato una causa contro il commissario statale per l’agricoltura e le forze dell’ordine. John Pendarvis sostiene che era illegale arrestarlo e distruggere i suoi raccolti, secondo la causa che ha intentato il mese scorso in un tribunale della contea di Dorchester contro il commissario per l’agricoltura della Carolina del Sud, l’ufficio dello sceriffo della contea di Dorchester e la divisione per le forze dell’ordine della Carolina del Sud. Secondo la causa, Pendarvis è stato autorizzato a coltivare canapa nel maggio 2019. Ma a causa delle condizioni meteorologiche di quella primavera, non ha potuto piantare i campi segnalati, con la superficie e le coordinate GPS, al Dipartimento dell’Agricoltura della Carolina del Sud.Pendarvis ha affermato di aver presentato un emendamento alla sua domanda nell’agosto 2019, dopo aver comunicato i suoi problemi di coltivazione con il dipartimento statale dell’agricoltura. Ad agosto, i funzionari statali dell’agricoltura hanno denunciato l’agricoltore a SLED, affermando che coltivava canapa illegalmente, e hanno notificato a Pendarvis che il suo emendamento non sarebbe stato elaborato e che il suo raccolto era in violazione, secondo il quotidiano The State della Columbia. SLED ha dichiarato in una dichiarazione giurata allegata al mandato di arresto di Pendarvis che i funzionari dell’agricoltura della Carolina del Sud hanno notato “piante di canapa mature che crescono su un sito senza licenza” nella contea di Dorchester nel luglio 2019, un mese prima che l’agricoltore affermasse di aver presentato un emendamento. La causa elenca arresto illegale, aggressione e percosse, abuso di processo, diffamazione e negligenza tra le sue affermazioni. L’agricoltore chiede i danni per la perdita di valore del raccolto distrutto, insieme a dolore e sofferenza mentale e altri problemi.

 

Dati tratti da

The Daily Marijuana Observer | Cannabis Investment News and More… (mjobserver.com)

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->