martedì, Maggio 17

Borsa: canapa, Canada in rosso, USA in rialzo Borsino andamento principali titoli canapa industriale

0

Le due principali piazze borsistiche mondiali nel settore della produzione, trattamento e commercializzazione della canapa, ovvero Canada e USA, dopo circa cinque settimane in rosso, tra gennaio e febbraio ed una positiva per entrambe, in questa settimana registrano un andamento alternato: la Borsa canadese chiude in rosso, la Borsa USA chiude con un lieve livello positivo. Per avere dei raffronti nel settore parallelo della cannabis, si constata che l’indice generale Global Cannabis Stock Index chiude a 31.45, +0,14 (+0,45%). L’American Cannabis Operator Index chiude a 44,90, +0,12 (+0,27%). L’Ancillaris Cannabis Index chiude a 55,89, -0,35 (-0,62%). Il Canadian Cannabis LP Index chiude a 188.23, -3,39 (-1,77%)

I migliori titoli di marijuana per la watchlist di febbraio

Le azioni della marijuana stanno iniziando a vedere un po’ di pullback dopo che le notizie sulla legislazione federale sulla cannabis rallentano. Eppure questo è un normale comportamento del mercato quando le notizie su un tema importante diventano inesistenti. Anche se è solo per un momento, l’idea è quella di comprare le voci e vendere le notizie, come si suol dire. Così, quando le voci sulla legislazione sulla cannabis emergono, una grande quantità di azioni di mercato ha luogo quando la notizia viene rilasciata. Tuttavia, con il settore in leggero ribasso, è un’altra occasione per trovare i migliori titoli di marijuana da comprare. Se siete più interessati a soppesare le vostre opzioni, potete ancora trovare titoli di marijuana da tenere d’occhio.

In questo momento c’è molto che sta accadendo al di fuori del mercato che più progressi potrebbero giocare un ruolo nel vedere un aumento del trading complessivo. Questo può essere anche un motivo per alcune persone di sentirsi più sicure nell’investire nei migliori stock di marijuana. Al momento, l’unica cosa che guida un maggiore slancio è l’attuale spinta per la riforma federale della cannabis. Che si tratti di banche della cannabis o di porre fine alla proibizione della cannabis una volta per tutte.

La settimana scorsa, quando è emersa la notizia che Chuck Schumer aveva finalmente presentato la sua proposta di legge e la possibile approvazione del cannabis banking, il settore ha iniziato a salire. La preoccupazione è la paura e l’inquietudine che sta anche giocando una mano nel trading volatile. Al primo segno di problemi o preoccupazioni con la riforma federale, gli investitori e gli azionisti diventano più cauti. Questo alla fine crea il pullback che stiamo vedendo al momento. La paura dell’ignoto e di fare un cattivo investimento. Eppure, più soldi e crescita stanno accadendo ogni giorno per l’industria.

Concentrarsi sul futuro del trading di azioni di marijuana nel 2022

Quindi se la gente può concentrarsi un po’ di più su questo successo può essere una rete di sicurezza se la riforma federale non riesce a diventare legge nel 2022. Significa per esempio che alcune MSO continuano ad espandersi in altri mercati legali. Non solo questo è sorprendente nel suo complesso, ma viene con un grande vantaggio per l’azienda. Questo può significare più entrate e modi per facilitare e soddisfare la crescente domanda di più prodotti di cannabis. Se la gente può vedere gli attuali progressi e il valore a livello statale, forse aiuterà a generare più slancio nel mercato. Inoltre, ciò che molti vogliono vedere sono aziende in grado di sostenere un trading migliore per più di un breve momento. Nell’ultimo anno, essenzialmente gli stock di cannabis non sono stati in grado di mantenere un livello migliore per molto tempo. Tuttavia, alcuni trader cecchini sono stati in grado di capitalizzare queste brevi finestre di opportunità.

Investire nelle migliori azioni di marijuana e come farlo

Tuttavia, è sempre meglio rimanere pazienti e creare un piano, e commerciare quel piano. Inoltre, vorrete istruirvi sul settore e sulle azioni di marijuana che lo compongono. È sempre meglio mitigare il più possibile il rischio, soprattutto in un settore imprevedibile come quello degli stock di cannabis. Gli stock di marijuana da guardare qui sotto sono alcune opzioni da considerare come 2022 continua.

1. Trulieve Cannabis Corp. (OTC:TCNNF)
2. Verano Holdings Corp. (OTC:VRNOF)
3. Green Thumb Industries Inc. (OTC:GTBIF)

Trulieve Cannabis Corp

Trulieve Cannabis Corp. insieme alle sue filiali opera come una società di cannabis medica. L’azienda coltiva e produce prodotti in-house e distribuisce i suoi prodotti ai negozi a marchio Trulieve in tutti gli Stati Uniti. In una notizia recente, la società ha ora completato l’acquisizione di un impianto di coltivazione operativo di 64.000 piedi quadrati a Phoenix, Arizona.

Trulieve pagherà 13,75 milioni di dollari in contanti alla chiusura, con potenziali pagamenti di pietre miliari soggetti ai requisiti di earn-out e escrow. Il nuovo impianto di coltivazione migliora immediatamente la capacità della catena di approvvigionamento. Inoltre diventa il quinto impianto di coltivazione di Trulieve in Arizona. Che supporta i 17 dispensari di Trulieve nello stato dell’Arizona con fiori per i pazienti medici e i clienti per l’uso da parte degli adulti.

Parole della società

“Siamo entusiasti di chiudere questa acquisizione che è in linea con le nostre priorità strategiche”, ha detto Kim Rivers, CEO di Trulieve. “La struttura rafforza la presenza di Trulieve nel mercato cardine del nostro hub del sud-ovest, oltre ad espandere la nostra capacità di coltivazione. Non vediamo l’ora di servire più pazienti e clienti in tutta l’Arizona con i nostri marchi proprietari di alta qualità”.

Verano Holdings Corp. 

La Verano Holdings Corp. opera come operatore di cannabis multistato verticalmente integrato negli Stati Uniti. Si impegna nella coltivazione, lavorazione e licenza di vendita al dettaglio della cannabis in tutta la nazione. All’inizio di febbraio Verano ha fatto un grande annuncio. L’azienda ha stipulato un accordo definitivo per acquisire Goodness Growth Holdings. L’azienda acquisirà tutte le azioni emesse e in circolazione di Goodness. Che sarà in una transazione di tutte le azioni valutata a circa 413 milioni di dollari su una base completamente diluita.

Inoltre, questa impresa permetterà a Verano di entrare nel mercato della cannabis di New York, Minnesota e New Mexico. Una volta consumata l’acquisizione, l’impronta di Verano si estenderà a 18 stati, con operazioni attive in 15. Compresi 17 impianti di coltivazione per un totale di 1,3 milioni di piedi quadrati di capacità di coltivazione e 111 dispensari attivi. È stato detto che tra il 2022 e il 2026, questi nuovi mercati netti dovrebbero generare entrate combinate di oltre 13,8 miliardi di dollari1. Questo sarebbe enorme per Verano in quanto dà più motivi per gli investitori di tenere d’occhio questo stock di marijuana da tenere d’occhio.

Green Thumb Industries Inc.

Green Thumb Industries Inc. produce, distribuisce e vende vari prodotti di cannabis per uso medico e per adulti negli Stati Uniti. In una notizia recente, Green Thumb ha nominato Dorri C. McWhorter nel suo consiglio di amministrazione. Inoltre si unirà al suo comitato di controllo. McWhorter porta un’ampia esperienza professionale in una varietà di aziende e industrie. La signora McWhorter è nota per il suo approccio socialmente consapevole alla leadership.

Come cose, ulteriori progressi per l’azienda questa nuova aggiunta al Consiglio terrà più valore complessivo. Nelle ultime settimane di trading, lo stock GTBIF stava mostrando un aumento di slancio all’inizio di febbraio. Tuttavia, questo stock di marijuana ha iniziato a scendere un po’. Tuttavia, molti ritengono che questo cambierà con il continuo progresso dell’industria. Il che, come appena detto, potrebbe essere un motivo per cui le azioni GTBIF iniziano a recuperare.

 

Dati tratti da https://www.marijuanastocks.com

Andamento borsistico aggiornato in data 18 febbraio 2022

Uno sguardo contestualizzato alla data del 18 febbraio 2022. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

Jones Soda compra un’azienda canadese, raccoglie 11 milioni di dollari in un passo verso le bevande al CBD

Il produttore di soda artigianale Jones Soda ha acquisito una società di comodo canadese e ha raccolto 11 milioni di dollari in finanziamenti concomitanti come parte di una mossa per sviluppare prodotti infusi di cannabis. I proventi “saranno usati per lo sviluppo della linea di business prevista per le bevande e gli edibili infusi di cannabis”, ha detto il presidente e CEO di Jones Mark Murray in un comunicato stampa di martedì.

Jones, con sede a Seattle, potrebbe potenzialmente produrre bevande infuse sia di THC che di CBD, secondo un deposito di ottobre presso la U.S. Securities and Exchange Commission. Nel luglio 2021, Jones ha annunciato piani per entrare nel settore delle bevande alla cannabis attraverso “una o più filiali”. Sol Global Investments, il cui portafoglio include società di cannabis, ha acquistato 9 milioni di dollari di azioni Jones attraverso la società di portafoglio HeavenlyRx nel 2019. Jones ha anche emesso un’obbligazione convertibile da 2 milioni di dollari a Sol Global nel 2021 come parte della sua spinta alle bevande alla cannabis.

La società di comodo canadese acquisita da Jones, Pinestar Gold, era in precedenza una società di esplorazione mineraria. Jones ha detto che prevede di quotare le sue azioni canadesi sulla Canadian Securities Exchange, soggetto ad approvazioni. Una tale mossa “aumenterebbe la liquidità delle nostre azioni (e) permetterebbe all’azienda di rivolgersi a potenziali investitori in Canada e negli Stati Uniti”, ha detto Murray. Le azioni statunitensi di Jones sono scambiate sui mercati over-the-counter statunitensi come JSDA.

Il Michigan consolida la supervisione della canapa e della marijuana sotto un’unica agenzia

Il Michigan sta combinando la regolamentazione delle sue industrie di canapa e marijuana sotto un’unica agenzia di regolamentazione statale nel tentativo di rendere la supervisione governativa dei due settori più efficiente ed efficace. A seguito di un ordine esecutivo firmato dal governatore Gretchen Whitmer venerdì, le regole della canapa e della marijuana ricadranno sotto la rinominata Cannabis Regulatory Agency dello stato. L’ordine entra in vigore il 13 aprile, e comporterà la ridenominazione dell’esistente Marijuana Regulatory Agency per includere sia la canapa che la marijuana. L’agenzia, che attualmente regola la lavorazione, distribuzione e vendita della marijuana, supervisionerà anche la lavorazione, distribuzione e vendita della canapa, che attualmente ricade sotto il Dipartimento dell’agricoltura e dello sviluppo rurale del Michigan. Il dipartimento continuerà a regolare la coltivazione della canapa. “Consolidare la regolamentazione della lavorazione, distribuzione e vendita della marijuana e della canapa in un’unica agenzia statale permetterà un’amministrazione e applicazione più efficace ed efficiente delle leggi statali relative alla cannabis”, ha detto Whitmer nell’ordine esecutivo. Whitmer ha aggiunto che il consolidamento aiuterà a far crescere l’economia e a creare posti di lavoro. Law 360 ha riportato per primo la notizia del consolidamento normativo. Il Michigan è tra i pochi stati in cui la marijuana è legale che hanno approvato leggi per regolare il THC delta-8 derivato dalla canapa sotto la sua Marijuana Regulatory Agency. La Whitmer ha anche firmato una legge in dicembre, rendendo i requisiti finanziari più semplici per le imprese di cannabis per uso medico e per adulti, cambiando i requisiti di reporting da un evento annuale a uno ogni tre anni.

L’allevatore di semi dell’Oregon chiede aiuto federale per ottenere i soldi della canapa dovuti in Kentucky

Il governatore Reeves ha avuto cinque giorni dal giorno in cui la legge è arrivata sulla sua scrivania il 27 per porre il veto, firmarla o lasciarla passare senza la sua firma. Ha scelto di firmare, ma in un post su Facebook ha dichiarato: “Ho chiarito che la legge sulla mia scrivania non è quella che avrei scritto …. Ora, si spera, possiamo lasciarci alle spalle questo problema e passare ad altre questioni urgenti che riguardano il nostro stato”. Il disegno di legge in qualche modo annacquato stabilisce che i pazienti registrati potranno acquistare 3,5 grammi di fiori, o un grammo di concentrato, o 100 milligrammi di THC in un prodotto infuso ogni giorno, per 6 giorni alla settimana. I pazienti saranno limitati ad un massimo di 84 grammi di fiori, un po’ meno di 3 once, per 30 giorni. Il governatore Reeves ha osservato: “Il “disegno di legge sulla marijuana medica” ha consumato un’enorme quantità di spazio sulle prime pagine dei media legacy in tutto il Mississippi negli ultimi 3+ anni”. … e per una buona ragione visto come si è evoluto il tutto. Un’iniziativa elettorale nel 2020 per legalizzare la cannabis medica ha ottenuto il 69,2% del sostegno degli elettori. Tuttavia, una decisione della Corte Suprema nel maggio dello scorso anno ha stabilito che l’iniziativa elettorale non era valida a causa di un cavillo, creando furore. Poi il governatore Reeves ha ostacolato la nuova legislazione, minacciando di porre il veto dopo aver dichiarato prima delle elezioni che non si sarebbe opposto ufficialmente se approvato dagli elettori del Mississippi. Il suo principale punto critico erano le quantità permesse, che sono state successivamente ridotte da un limite di 5 once di fiori al mese. Anche fino a poco prima di firmare, non era chiaro da che parte sarebbe andato il governatore. Mentre la legge è firmata ed entra in vigore immediatamente, questa lunga strada non è ancora finita per i pazienti del Mississippi che potrebbero beneficiare della cannabis medica. Il Mississippi State Department of Health ha annunciato venerdì che sta attualmente lavorando per stabilire le strutture per le licenze e il registro dei pazienti; con l’intenzione di iniziare ad accettare le domande di licenza online per i pazienti, i medici, le strutture di coltivazione della cannabis e altre parti interessate entro giugno 2022.

Vilsack celebra la canapa durante l’annuncio dell’investimento di 1 miliardo di dollari dell’USDA per il clima

La canapa è stata lodata come un prodotto intelligente per il clima per il suo uso come materiale da costruzione dal segretario all’agricoltura degli Stati Uniti Tom Vilsack questa settimana, quando ha evidenziato nuove opportunità di finanziamento per gli agricoltori. Parlando ad un’università del Missouri, Vilsack ha indicato la canapa lunedì quando ha annunciato che il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti investirà 1 miliardo di dollari in prodotti di base climaticamente intelligenti. Il nuovo fondo Partnerships for Climate-Smart Commodities andrà ad agricoltori, allevatori e proprietari terrieri forestali che usano pratiche climaticamente intelligenti, ha detto Vilsack. “Per troppo tempo nell’America rurale, abbiamo preso i prodotti della terra e dalla terra, li abbiamo spediti da qualche altra parte, dove l’opportunità viene creata da qualche altra parte, dove la ricchezza viene creata da qualche altra parte”, ha detto Vilsack. “Con questa opportunità, ora abbiamo la possibilità di cambiarla da uno sforzo di estrazione a uno sforzo circolare. La capacità di creare essenzialmente materie prime climaticamente intelligenti, l’opportunità di convertire i rifiuti in un’ampia varietà di materiali bio-based. Ne ho visti alcuni oggi – canapa in materiale da costruzione, per esempio”. “Questi impianti di lavorazione possono essere situati proprio dove vengono coltivate le colture. “Possono essere prodotti in modo sostenibile; possono avere un valore più alto; possono creare posti di lavoro nelle comunità rurali; possono aumentare il reddito delle fattorie; possono espandere i centri di popolazione nei luoghi rurali, togliendo la pressione dai nostri centri urbani; possono ridare vita e vitalità alle nostre piccole città. “Questo è il lato dell’opportunità – dobbiamo solo capire l’opportunità che abbiamo, e dobbiamo coglierla appieno”. L’USDA definisce un prodotto di base “climate-smart” come un prodotto di base prodotto utilizzando pratiche che riducono le emissioni di gas serra o sequestrano il carbonio.

Le Olimpiadi invernali del 2022 presentano le fibre di canapa canadesi nelle piste di slittino e bob

La canapa canadese sta accelerando sulla scena mondiale nelle Olimpiadi invernali del 2022 che si apriranno venerdì a Pechino. Canadian Greenfield Technologies, con sede a Calgary, Alberta, ha inviato più di 60.000 libbre del suo NForce-Fiber per l’uso nelle piste di slittino e bob da competizione. Le fibre sono state utilizzate al posto delle fibre di plastica come rinforzante del calcestruzzo. L’azienda vende fibre di canapa per progetti di costruzione all’aperto che usano calcestruzzo spruzzato – comunemente chiamato shotcrete – come piscine all’aperto e parchi di skate. Le fibre rafforzano il calcestruzzo. L’azienda ha anche fatto prodotti di canapa di consumo, tra cui lettiere per gatti, terriccio derivato dalla canapa e pastiglie per la conservazione degli alimenti. All’inizio di questa settimana l’azienda ha venduto la sua divisione di prodotti di canapa a HEMPALTA, una società di canapa di recente formazione con sede anche a Calgary, per un prezzo non rivelato. CGT mantiene i suoi prodotti NForce-Fiber e la sua attività di vendita di attrezzature proprietarie per la lavorazione delle fibre. HEMPALTA è guidata da Darren Bondar, ex CEO del rivenditore di marijuana Spirit Holdings Ltd.

 

 

Dati tratti da

The Daily Marijuana Observer | Cannabis Investment News and More… (mjobserver.com)

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->