venerdì, Maggio 7

Borsa: canapa, Canada in positivo, USA in negativo Borsino andamento principali titoli canapa industriale

0

Canada e USA sono le due principali piazze borsistiche per quel che riguarda la produzione, il trattamento e la commercializzazione della canapa. Ebbene, nella settimana che chiude al 4 dicembre 2020, il Canada chiude in positivo, in modo alquanto sorprendente rispetto all’andamento globale medio del settore. Gli Stati Uniti, invece, seguendo il corso alquanto depresso che regna -causa Covid- un po’ in tutte le piazze borsistiche mondiali, chiudono con valori negativi.

Indice Marijuana Canada 225.46

In data 4/12/2020 è

Negativo: -0,43

Costituenti: 14

Cambio: -0,19%

Prezzo di apertura: 223.96

Volume Totale: 516.74 m

Il picco nell’andamento di crescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

26 novembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 179.67

27 novembre 2020 ore 10.30 AM raggiunto 181.56

30 novembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 214.05

1° dicembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 232,67

2 dicembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 218.25

3 dicembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 219.96

Indice Marijuana Stati Uniti 83.70

In data 4/12/2020

Positivo: +3,57

Costituenti: 29

Cambio: 4,46%

Prezzo di apertura: 81.28

Volume Totale: 19.93 m

Il picco nell’andamento di crescita del valore dei titoli produzione canapa e marijuana è

12 novembre 2020 ore 10.30 AM raggiunto 64.13

13 novembre 2020 ore 10.30 AM raggiunto 64.16

16 novembre 2020 ore 02.30 PM raggiunto 65.32

17 novembre 2020 ore 03,00 PM raggiunto 64.82

18 novembre 2020 ore 04,00 PM raggiunto 66.30

19 novembre 2020 ore 10,30 AM raggiunto 66.12

Andamento borsistico aggiornato in data 4 dicembre 2020

Uno sguardo contestualizzato alla data del 4 dicembre. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

Un produttore internazionale di bio controlli acquista un insettario della California per creare sostegno ai coltivatori in tutto il Nord America  

Una società globale di controlli biologici ha acquistato un insettario con sede a Redding, in California, specializzato nell’allevamento di insetti utili e predatori utilizzati per la protezione naturale delle colture e il controllo dei parassiti.Attraverso la sua filiale statunitense, Biobest USA, Biobest Group NV, una società con sede in Belgio focalizzata sull’impollinazione e sui controlli biologici, ha acquisito tutte le azioni di BeneficialInsectary, un produttore indipendente su larga scala di insetti e acari benefici. I termini dell’acquisizione non sono stati divulgati.Le due società condividono una strategia commerciale e un modello di distribuzione complementari ed entrambe manterranno la loro identità, opereranno in modo autonomo e continueranno a fornire la rispettiva base di clienti, secondo una dichiarazione congiunta.

L’USDA offre una nuova e più estesa copertura assicurativa sulle coltivazioni di canapa      

I funzionari federali dell’agricoltura hanno annunciato ulteriori opzioni di copertura attraverso il piano pilota Multi-Peril CropInsurance, che consente ai produttori di canapa più opzioni per proteggere le loro colture nell’annata 2021. “La canapa offre interessanti opportunità economiche per gli agricoltori della nostra nazione e noi stiamo ascoltando e rispondendo alle loro esigenze di gestione del rischio”, ha affermato Martin Barbre, amministratore dell’Agenzia di gestione del rischio del Dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti. Le modifiche annunciate lunedì includono l’espansione del programma MPCI a nuovi stati, comprese contee selezionate in Arizona, Arkansas, Nevada e Texas. Il programma si estende anche a 13 contee aggiuntive negli stati con copertura esistente. Il programma ampliato consente anche un contratto di intermediazione per il grano di canapa e regola le date di fatturazione e di rapporto del programma. RMA ha anche autorizzato “flessibilità aggiuntive” a causa della pandemia di coronavirus, incluso il lavoro attraverso fornitori di assicurazioni approvati per elaborare polizze, reclami e accordi. Gli agricoltori possono saperne di più sulla conduzione remota delle attività di assicurazione dei raccolti tramite il sito web dedicato al coronavirus dell’USDA.

Il produttore di CBD dissolvibile entra in un canale conveniente con un accordo di distribuzione in Texas      

Il produttore di Denver CBD Caliper sta entrando nel canale della convenienza con la sua linea di polveri solubili in 600 punti vendita Texas Circle K. L’accordo di distribuzione annunciato questa settimana è la prima incursione di Caliper nel canale della convenienza e porta Caliper in 1.000 punti vendita. Le stazioni di servizio venderanno due confezioni Caliper di polveri di CBD solubili che possono essere aggiunte a qualsiasi cibo o bevanda. Il direttore generale di Caliper Nicole Maione ha definito le polveri una scelta naturale per i minimarket. Ha detto in una dichiarazione che la polvere di CBD dissolvibile è “progettata per il sollievo in movimento a un prezzo in movimento”. Circle K è di proprietà di Alimentation Couche-Tard Inc., una rete di vendita al dettaglio con sede a Laval, Quebec, Canada. Couche-Tard gestisce circa 9.900 c-store in Nord America, circa 5.900 negli Stati Uniti e il resto in Canada. Gestisce o concede in licenza anche minimarket in altri 22 paesi o territori in tutto il mondo. La catena Circle K si sta muovendo sempre più nello spazio CBD, aggiungendo forme ingeribili e topici, vapori e canapa fumabile in vari luoghi.

Una nuova associazione della canapa del Sud Est mira a una cooperazione di leva regionale       

La North Carolina Industrial Hemp Association si è espansa a sette stati e rinominata come gruppo regionale. La nuova Southeast Hemp Association comprende circa 650 coltivatori e trasformatori di canapa in sette stati. Il gruppo ha aggiunto membri dalla Georgia, Florida, Maryland, Carolina del Sud, Tennessee e Virginia. Blake Butler, direttore esecutivo dell’ex gruppo della Carolina del Nord, rimane il direttore esecutivo dell’associazione allargata, che è indipendente e non fa parte di un gruppo più grande. “I confini statali non dovrebbero definirci quando si tratta di questo prodotto agricolo multiuso”, ha detto Butler in una dichiarazione. “Il nostro obiettivo è stabilire una migliore rete di comunicazione per affrontare tutte le imminenti sfide statali e federali nel nostro settore”.

Biotecnologie della cannabis modificate geneticamente per coltivare semi di canapa a San Diego        

Una società israeliana che applica strumenti di modifica genetica alla cannabis ha acquistato una fattoria a San Diego e prevede di iniziare a produrre semi di canapa. CanBreed dice di aver acquisito 3,5 acri vicino a San Diego. CanBreed è la prima biotecnologia della cannabis a concedere in licenza commerciale una tecnologia di modifica genetica chiamata CRISPR. La tecnologia è stata sviluppata nel 2010 e può essere utilizzata per alterare i geni di piante e animali. Quest’anno due scienziati che hanno sviluppato la tecnologia CRISPR hanno ricevuto il Premio Nobel per la Chimica. CanBreed afferma che prevede di distribuire 12,5 milioni di semi di canapa all’anno utilizzando la tecnologia, con la costruzione della struttura di San Diego che inizierà all’inizio del prossimo anno. CanBreed non ha rivelato il prezzo della sua acquisizione a San Diego. Il CEO di CanBreed Ido Margalot ha dichiarato all’inizio di quest’anno al sito di notizie tecnologiche CTech che la società ha “brevettato tutti i tratti cruciali della cannabis, come la resistenza alle malattie”. Le colture geneticamente modificate devono affrontare rigorose limitazioni dei “nuovi alimenti” nell’Unione europea. Ma negli Stati Uniti, strumenti di modifica genetica come CRISPR non innescano ulteriori controlli nell’ambito di una politica del 2018 adottata dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti. La società è stata costituita nel 2017 e fa parte della partnership di ricerca e sviluppo Smart-Agro.

Dati tratti da

 https://www.dailymarijuanaobserver.com/

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->