lunedì, Novembre 29

Borsa: canapa, Canada e USA ancora in discesa Borsino andamento principali titoli canapa industriale

0

Le due principali piazze borsistiche mondiali nel settore della produzione, trattamento e commercializzazione della canapa, ovvero Canada e USA, un po’ come tutte le Borse Canapa dell’intero campo borsistico mondiale, sono nuovamente ed ancora in chiusura negativa Per avere dei raffronti nel settore parallelo della cannabis, si constata che l’indice generale Global Cannabis Stock Index chiude a 41.11, -0,48 (-1,15%). L’American Cannabis Operator Index chiude a 47,51,34, -0,93 (-1,92%). L’Ancillaris Cannabis Index chiude a 75,76, -1,03 (-2,48%). Il Canadian Cannabis LP Index chiude a 242.80, -6,29 (-2,53%)

Gli ultimi aggiornamenti del settore canapa/cannabis a livello mondiale nel mese di ottobre 2021

Con la bassa quotazione delle azioni di marijuana ora sembra essere un’altra opportunità di acquisto. Molti investitori ritengono che sia in corso una possibile corsa con l’eventuale fine del proibizionismo della marijuana. Quindi, con questa comprensione, le persone sono alla ricerca dei migliori titoli di cannabis che possono acquistare. Ora non c’è modo di sapere quando ciò accadrà, quindi nel momento in cui si verificano anche acquisti speculativi. Tuttavia, l’industria della cannabis nel suo insieme sta crescendo e progredisce giorno dopo giorno. Anche con ora la legislazione per la riforma federale si sta evolvendo anche la riforma della cannabis a livello statale.

Questi sviluppi si sono manifestati sotto forma di oltre la metà degli Stati Uniti che legalizzavano la cannabis in qualche forma. Che si tratti di cannabis legale medica o ricreativa, sta conquistando gli Stati Uniti e altre regioni del mondo come il Canada e l’Europa. Tuttavia, in tutto il mondo si sta verificando un crescente interesse nell’investire nella marijuana legale. Principalmente a causa di quanto sia ampiamente accettata la pianta rispetto al passato. A un certo punto, la cannabis è stata la causa della follia dei reefer negli Stati Uniti. Tuttavia, come accennato in precedenza, i tempi sono cambiati.

Scorte di marijuana e industria della cannabis in crescita

Il settore è ancora giovane e si sviluppa giorno dopo giorno. Man mano che più cose iniziano ad emergere dal settore, sta intrinsecamente aprendo nuove porte. In questo momento ci sono molti modi per investire nella cannabis legale e le azioni di marijuana sono un po’ più facili di altre. Soprattutto per come sta andando il settore. Quindi, se stai cercando di investire ora, è un ottimo momento per costruire un portafoglio dei migliori titoli di marijuana da acquistare. Con questo gli investitori stanno osservando il mercato con un occhio attento per eventuali cambiamenti che potrebbero verificarsi. L’anticipo è che a un certo punto arriverà un aumento e alcuni titoli di marijuana potrebbero vedere un aumento degli scambi.

Titoli da seguire con attenzione nel mese di Novembre 2021

Truelive Cannabis Corp. (OTC:TCNNF)

Agrify Corporation (OTC:MRMD)

Truelive Corporation

Trulieve Cannabis Corp. insieme alle sue sussidiarie, opera come azienda di cannabis medica. L’azienda coltiva e produce internamente e distribuisce i suoi prodotti ai negozi (dispensari) a marchio Trulieve in Florida, California, Massachusetts, Connecticut, Pennsylvania e West Virginia. Nelle notizie più recenti dell’azienda è stata annunciata la riapertura di un dispensario nell’area di Arrowhead a Jacksonville, in Florida.

TCNNF pot stock

La location è la 102esima di Trulieve nello stato della Florida ed era precedentemente etichettata come Harvest House of Cannabis. La riapertura segue l’annuncio della Società del 1° ottobre 2021 della chiusura dell’acquisizione di Harvest Health and Recreation Inc., momento in cui tutte le sedi Harvest in Florida sono state chiuse per il rebranding in Trulieve.

Performance del titolo TCNNF e aggiornamento del mercato

Anche se le azioni TCNNF si trovano in una posizione migliore rispetto alla maggior parte delle azioni di cannabis, l’azienda ha ancora difficoltà. Dall’inizio di agosto, il titolo TCNNF ha visto una perdita di slancio commerciale al rialzo. Gran parte di questo calo è continuato per tutto il mese verso settembre. All’inizio di settembre, il titolo TCNNF era un po’ più volatile con la sua performance. Ora, anche con questo scambio su e giù, la società era ancora in calo a settembre. Non è stato fino al 14 settembre quando il titolo TCNNF ha iniziato a vedere più slancio. Questo slancio ha portato l’azienda a vedere una ripresa a settembre. Tuttavia, questa ripresa ha iniziato a diminuire avvicinandosi a ottobre. Il titolo TCNNF ha chiuso settembre leggermente al di sopra di quello in cui era stato aperto all’inizio del mese. Attualmente in ottobre il titolo TCNNF è ancora in ribasso e sta lavorando per costruire più slancio al rialzo.

Agrify Corporation

MariMed Inc. è impegnata nella coltivazione, produzione e distribuzione di cannabis medicinale e ricreativa negli Stati Uniti ea livello internazionale. Offre genetiche di cannabis per produrre fiori e concentrati con il marchio Nature’s Heritage. Il 27 settembre, MariMed ha annunciato Steve West come Vice President, Investor Relations.

Mr. West porta in MariMed quasi 2 decenni di esperienza nei mercati dei capitali come professionista delle relazioni con gli investitori e analista lato vendita. Prima di entrare a far parte di MariMed, West ha gestito le relazioni con gli investitori presso aziende leader del settore. Ad esempio aziende come Neptune Wellness Solutions e Acreage Holdings.

Le parole del CEO di MariMed Inc.

“Sono entusiasta di dare il benvenuto a Steve nel team MariMed e non vedo l’ora che migliori la nostra messaggistica e le relazioni con i mercati dei capitali”, ha affermato Bob Fireman, CEO e presidente di MariMed. “Steve ha una vasta esperienza con gli operatori di cannabis statunitensi e i sostenitori della vendita al dettaglio. Ha le competenze perfette per trasmettere la storia di successo di MariMed alle istituzioni e agli investitori che cercano il prossimo MSO pubblico sulla cannabis.

Performance e aggiornamento del mercato azionario LOWLF

Agrify Corporation sviluppa soluzioni di crescita hardware e software di precisione per il mercato dell’agricoltura indoor principalmente negli Stati Uniti. Offre unità di coltivazione verticale, rack di coltivazione integrati e luci di coltivazione a LED; e prodotti non proprietari. Il 19 ottobre la società ha annunciato che introdurrà la tecnologia di nuova generazione delle unità agricole verticali.

Le VFU aggiornate offrono funzionalità aggiornate fondamentali per il successo dei coltivatori. Che includeva i primi 3.0 micro-mole per Joule del settore, illuminazione certificata NSF, telecamere, sensori del suolo. Oltre al monitoraggio automatizzato del peso del raccolto, sarà disponibile nel primo trimestre del 2022.

Parole dall’azienda

“Questi miglioramenti che si integrano perfettamente con il nostro software Agrify Insights dovrebbero massimizzare la capacità dei nostri clienti di produrre raccolti più consistenti, efficienti e di qualità superiore”, ha affermato Raymond Chang, CEO di Agrify.

Performance del titolo AGFY e aggiornamento del mercato

All’inizio di agosto, sembrava che questo stock di marijuana sarebbe stato inarrestabile. Per la maggior parte di agosto, il titolo AGFY per la maggior parte del mese è stato in rialzo. Ciò ha aiutato gli azionisti a vedere grandi guadagni dai loro investimenti. Ora, alla fine di poco prima dell’inizio di settembre, il titolo AGFY non è stato in grado di mantenere questo aumento. Quindi, all’inizio di settembre, questa marijuana è iniziata con un forte calo degli scambi. Tuttavia, anche con il trading drop-in per la maggior parte di settembre, sono stati realizzati alcuni sottili guadagni lungo la strada. Verso la fine di settembre l’azienda ha avuto una piccola ripresa degli scambi. Ma all’inizio di ottobre il titolo AGFY dovrebbe affrontare un altro calo del mercato. Attualmente il titolo AGFY è ancora in calo e gli azionisti stanno cercando di rimanere ottimisti riguardo al trading futuro.

Dati tratti da https://www.marijuanastocks.com

 

Andamento borsistico aggiornato in data 29 ottobre 2021

Uno sguardo contestualizzato alla data del 29 ottobre 2021. Lo scenario globale delle società che operano nella lavorazione, coltivazione, trattamento e commercializzazione di canapa e le novità di un mercato di settore in forte fermento. Innovazione tecnologica, scoperte, variazioni economico/finanziarie, nuove opportunità di crescita, nonostante la crisi del Coronavirus a livello mondiale.

Battaglia legale su Breez e Breeze scatenata da Promontory Holdings di Oakland contro The Breeze Brand di Los Angeles

Una battaglia sul marchio è nel vento in California sull’uso di Breez – e Breeze – come marchio di prodotti a base di cannabis. La Promontory Holdings, con sede a Oakland, ha citato in giudizio The Breeze Brand di Los Angeles in un tribunale statale, rivendicando la violazione del marchio “Breez” di Promontory registrato in California, secondo Law360. Promontory vende famose mentine combinate CBD-THC, spray per tintura e compresse con il marchio “Breez”, mentre The Breeze vende gomme al CBD e penne per vaporizzatori sotto “Breeze”. La causa, intentata presso la Corte Superiore della Contea di Orange, potrebbe far luce sulla forza legale di un marchio di cannabis in California. La causa di Promontory, secondo Law360, afferma che il valore del suo marchio Breez è stato danneggiato e continuerà a essere danneggiato a causa della confusione dei clienti. La denuncia afferma che Breez è costantemente classificato come uno dei migliori marchi di cannabis in California dalla società indipendente BDS Analytics.

Interessi commerciali e attivisti di base: nell’industria della marijuana si constata pragmaticamente che c’è bisogno di unità d’intenti

Cinque addetti ai lavori dell’industria della marijuana – che vanno dagli amministratori delegati di operatori multistatali a un agricoltore nel triangolo di smeraldo della California – hanno convenuto che mentre c’è stato attrito tra interessi commerciali e attivisti di base, entrambe le parti hanno bisogno l’una dell’altra e possono lavorare insieme per il più ampio movimento di legalizzazione. Tuttavia, c’è spazio per miglioramenti, hanno notato i partecipanti durante una tavola rotonda al MJBizCon. Il panel – soprannominato “Scontro tra Titani” – si è concentrato sulle guerre culturali che hanno caratterizzato a lungo le divisioni tra gli attivisti del movimento pro-cannabis e i dirigenti aziendali dell’industria. “Le grandi imprese non possono sopravvivere senza ciò che la cultura della cannabis ha portato in tavola”, ha affermato Wanda James, proprietaria di Simply Pure, con sede a Denver, un’azienda di cannabis integrata verticalmente. James ha criticato gran parte del settore, sostenendo che le donne e le minoranze hanno avuto troppe difficoltà a prendere piede nel business. Lo ha denigrato come un disservizio all’eredità della pianta di marijuana e alle sue radici culturali. Due relatori di MSO, Joe Bayern, CEO di Curaleaf Holdings, e Jennifer Drake, co-direttore operativo di Ayr Wellness, hanno insistito sul fatto che le loro aziende si basano sulla cultura della cannabis, aggiungendo che vogliono dare potere a tutti coloro che sentono un’affinità per la cannabis.

Il proprietario di Natural Healing Center e 850 Agricultural Holdings, Dayspring, si auto-accusa di corruzione ed evasione fiscale, ha accettato il patteggiamento

L’uomo d’affari della cannabis Helios Dayspring ha presentato dichiarazioni formali di colpevolezza per accuse penali federali, apparentemente ponendo fine a una lunga saga di corruzione che coinvolgeva più compagnie di marijuana e funzionari locali della California. Secondo il Santa Maria Times, Dayspring è apparso in tribunale venerdì tramite Zoom per presentare dichiarazioni di colpevolezza per un’accusa di corruzione e una di evasione fiscale. Ha accettato un patteggiamento a luglio e la città di San Luis Obispo ha successivamente revocato la licenza commerciale di uno dei suoi quattro negozi. Dayspring, il proprietario del Natural Healing Center e 805 Agricultural Holdings, ha corrotto un ex supervisore della contea di San Luis Obispo in cambio di favori. È stato anche scoperto che non aveva pagato le tasse federali o riportato alcun reddito per un periodo di cinque anni. Il supervisore che ha corrotto, Adam Hill, si è suicidato nel 2020.

Produttore di marijuana dell’Oregon multato per 100.000 Dollari per aver violato le leggi sull’imballaggio

I regolatori dell’Oregon hanno multato un trasformatore di marijuana ricreativa di $ 100.000 per presunta violazione delle regole di imballaggio ed etichettatura. In un comunicato stampa, l’Oregon Liquor and Cannabis Commission (OLCC) ha dichiarato di aver votato per sostenere la decisione di un giudice amministrativo statale che ha scoperto che Luminous Botanicals vendeva fiale di tintura di marijuana che non erano conformi alle regole dell’agenzia. L’OLCC ha affermato che le etichette sulle tinture “non sono state fissate correttamente” e potrebbero cadere, il che potrebbe portare un consumatore ignaro a utilizzare inavvertitamente il prodotto. “Piccole fiale di prodotto a base di marijuana non forniscono alcuna distinzione sul fatto che il prodotto provenga o meno dal mercato legale o illegale”, ha affermato il direttore esecutivo dell’OLCC Steve Marks nel comunicato. L’OLCC ha affermato di aver lavorato con Luminous Botanicals per più di un anno per trovare una soluzione, ma la società ha continuato a vendere prodotti che violavano le regole statali.

Dipendenti di un dispensario Curaleaf di Worth, si uniscono alla United Food and Commercial Rorkers

I lavoratori di un dispensario di cannabis Curaleaf Holdings a Worth, nell’Illinois, si uniscono alla United Food and Commercial Workers dopo aver votato sì alle elezioni sindacali, ha affermato Local 881 dell’UFCW. Secondo il comunicato stampa del sindacato locale, l’operatore multistatale Curaleaf gestisce 10 dispensari in Illinois.L’organizzazione sindacale nel settore della cannabis è aumentata durante la pandemia tra l’ansia dei dipendenti e le preoccupazioni per la salute e la sicurezza sul posto di lavoro, nonché le richieste di salari e benefici più elevati. Secondo il comunicato stampa di Local 881, i dipendenti del dispensario di Curaleaf’s Worth hanno citato problemi come salari inadeguati, programmazione, mancanza di benefici e la necessità di maggiori protezioni COVID-19. Il National Labor Relations Board dovrebbe certificare i risultati delle elezioni in sette giorni, salvo obiezioni, si legge nel comunicato. Local 881 ha già negoziato contratti di cannabis con altri dispensari dell’Illinois di proprietà di Curaleaf con sede nel Massachusetts e Cresco Labs con sede a Chicago. “L’Illinois ha accolto l’industria della cannabis a braccia aperte e le aziende più grandi, come Curaleaf, stanno chiaramente raccogliendo tutti i benefici e registrando importanti guadagni”, ha affermato il presidente di Local 881 UFCW Steve Powell nel comunicato.

 

Dati tratti da

The Daily Marijuana Observer | Cannabis Investment News and More… (mjobserver.com)

Marijuana Investments Data base

https://www.dailymarijuanaobserver.com/marijuana-stock-database

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->