mercoledì, Maggio 12

Biden nelle mani di una donna: Elizabeth Prelogar Prelogar, procuratore generale ad interim, dovrà sviluppare una strategia di difesa a sostegno delle azioni esecutive di Biden, e una linea per rovesciare le controverse politiche di Trump che il Presidente mira a resettare

0

Sarà la giovane ma ben ‘attrezzata’ ElizabethPrelogar, in veste di procuratore generale ad interima rappresentare il Governo USA davanti alla Corte Suprema, ovvero a difendere le politiche di Joe Biden davanti a una Corte inmaggioranza conservatrice. Il procuratoregenerale è la persona che tradizionalmente rappresenta il governo degli Stati Uniti presso la Corte Suprema e tratta regolarmente con i giudici per le diverse questioni di governo che coinvolgono la Corte.

Prelogar è una veterana dell’Ufficio del procuratore generale, avendo prestato servizio come assistente in ufficio e lavorato recentemente come consulente dell’ex consigliere speciale Robert Mueller durante le sue indagini sull’interferenza russa nelle elezioni del 2016. «È un avvocato spettacolare con integrità impeccabile ed è l’ideale per questo ruolo nel Dipartimento», ha detto Andrew Goldstein, ex procuratore della squadra Mueller.

Prelogar dovrà affrontare un enorme carico di lavoro, sottolineano gli osservatori americani. Il motivo sta tutto nelle intenzioni del 46° Presidente USA dichiarate e subito dimostrate dopo l’insediamento: invertire le posizioni legali dell’Amministrazione Trump.
Prelogar dovrà sviluppare una strategia di difesa a sostegno delle azioni esecutive di Biden, che per un verso mirano appunto a resettare quanto messo in piedi da Trump, e dall’altra ad affermare una linea politica che rappresenta un nuovo corso, dopo 4 anni di Trump, che inevitabilmente sarà soggetta a molte sfide legali. Nel suo primo giorno da Presidente, Biden ha rilasciato diverse azioni esecutive e ne ha anticipate altre. È probabile che i critici correranno in tribunale per cercare di fermarli.

La previsione di alcuni osservatori è un ‘tsunami’ di capovolgimenti politici di Biden e di relativi attacchi e sfide legali.

Tra i primi dossier che si prevede che Elizabeth Prelogar dovrà gestire, quello dell’Affordable Care Act, il famoso Obamacare, argomento molto dibattuto in campagna elettorale. Biden lavorerà per ribaltare le iniziative di Trump.

Nel caso dell’Affordable Care, ad esempio, ci sono già Stati blu e rossi allineati su entrambi le posizioni della questione. Ma l’amministrazione Trump ha sostenuto che l’intera legge dovrebbe cadere, lasciando l’assistenza sanitaria di milioni di persone in un limbo legale. Il nuovo procuratore generale probabilmente chiarirà alla Corte che l’Amministrazione Biden ritiene che il successo legislativo dell’Amministrazione Obama sia su solide basi legali.
Altri interventi saranno legati alle controverse politiche di Trump, alcune delle quali l’Amministrazione Biden potrebbe tentare di rescindere prima che la Corte Suprema possa pronunciarsi.

Sotto l’Amministrazione Trump, l’ufficio del procuratore generale è stato particolarmente aggressivo nel difendere un’ampia gamma di politiche di Trump in aree calde come l’immigrazione, la religione e l’aborto, spesso chiedendo ai giudici di intervenire prima che una questione fosse passata attraverso i tribunali di grado inferiore.
Il 22 febbraio i giudici dovrebbero ascoltare gli argomenti riguardanti i finanziamenti per il muro di confine di Trump. E il 1 ° marzo è previsto che trattino della politica di Trump che impone ai richiedenti asilo non messicani di rimanere in Messico in attesa delle udienze negli Stati Uniti. Come procederà l’Amministrazione di Biden è una questione aperta. Il Presidente mercoledì ha posto fine all’emergenza nazionale che l’Amministrazione Trump aveva utilizzato per dirottare i soldi per il muro di confine. E sospende il programma sui richiedenti asilo.

L’ufficio del procuratore generale di Biden deve stare attento a non irritare i giudici che si aspettano che il Governo sia un mediatore onesto, che agisce negli interessi a lungo termine degli Stati Uniti, non per ‘capriccio’, per imporre una linea espressione di parte. La Corte tratta gli avvocati del Governo con una sollecitudine speciale, ma a loro volta i giudici si aspettano un livello di coerenza anche quando l’esito di una elezione innesca un cambio di partito nell’esecutivo.

«Ogni transizione solleva questo tipo di problemi, ma questo sembra diverso sotto due aspetti», ha detto Steve Vladeck, analista della Corte Suprema della ‘CNN’ e professore presso la University of Texas School of Law. «In primo luogo, il tribunale ha un numero insolitamente alto di casi cheriguardano le politiche della vecchia Amministrazione in scaletta in questo periodo», un certo numero di questi casi potrebbe cadere se e quando la nuova Amministrazione li revocasse. «In secondo luogo, l’Amministrazione Trump è stata insolitamente aggressiva nel suo atteggiamento contenzioso dinanzi ai giudici, mentre l’amministrazione Biden potrebbe essere incline a muoversi più lentamente su casi di alto profilo e urgenti».

Insieme ai casi in agenda, i giudici stanno anche valutando se intraprendere ulteriori casi legati a Trump. I casi attualmente pendenti riguardano il feed Twitter di Trump, due casi riguardanti la violazione della clausola sugli emolumenti della Costituzione, altri riguardanti restrizioni che impediscono alle cliniche di pianificazione familiare che ricevono fondi federali di fare rinvii per l’aborto e petizioni relative all’immigrazione. E c’è una petizione di emergenza proveniente dagli avvocati personali di Trump che chiedono al tribunale di bloccare il rilascio delle sue dichiarazioni dei redditi a un pubblico ministero di New York.

Gli analisti sostengono che lAmministrazione Biden dovrebbe adottare una strategia sia in termini di azione esecutiva sia in termini dipriorità legislative, perché ci sono molti atti dell’Amministrazione Trump che possono e devono essere affrontati immediatamente attraverso un’azione esecutiva -per esempio la riforma della Polizia e le questioni relative all’immigrazione- mentre contemporaneamente serve spingere il Congresso per una una legislazione più ampia e permanente.

Elizabeth Prelogar occupa la posizione diprocuratore generale ad interimL’incarico ufficiale definitivo deve essere approvato dal Senato, approvazione che spesso richiede tempo. Se Biden – forse pensando che potrebbe ottenere una nomina alla Corte Suprema in breve termine, ipotizzando un pensionamento del giudice Stephen Breyer- potrebbe nominare qualcuno come il giudice della Corte Suprema della California, Leondra Kruger, in modo da prepararla per un potenziale seggio alla Corte Suprema. Kruger potrebbe non voler lasciare un buon lavoro per affrontare una battaglia aspra di conferma che potrebbe portare in breve tempo a una seconda battaglia per l’alta Corte.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->