domenica, Giugno 20

Bce positiva sui risultati

0

Il capo economista della Banca centrale europea ha ribadito “prontezza e risolutezza” della banca di modificare il suo programma di acquisto di obbligazioni trilioni di euro che porterebbe turbolenza economica in merito di un’azione decisiva, secondo un’intervista a un giornale svizzero.

Intervistato dalla Neue Zuercher Zeitung, Peter Praet ha difeso i programmi di stimolo della banca, tra cui il quantitative easing, dicendo che avevano contribuito a evitare un panico finanziario dannoso.

Come le turbolenze nei mercati emergenti si intensificano, ha detto che la BCE resta pronta a modificare o ampliare il programma, ora visto come l’acquisto di più di un trilione di euro ($ 1.130 miliardi) in obbligazioni per contrastare una spirale deflazionistica potenzialmente.

La cosa importante è quello di sottolineare la nostra disponibilità e la nostra risolutezza, in caso di necessità che sorga un’azione del genere. E’ prematuro, in questo momento, ma i rischi per l’economia mondiale sono aumentati in modo significativo. Abbiamo dovuto correggere i nostri previsioni economiche verso il basso e vogliamo essere pronti ad agire, qualora le condizioni lo richiedano” ha detto al giornale, Praet, di origini belga, ma comunque cittadino tedesco.

All’inizio di questo mese, la banca ha tagliato le sue previsioni di crescita e inflazione, avvertendo di possibili ulteriori problemi dalla Cina. Per la prima volta, il presidente della Bce Mario Draghi ha detto esplicitamente il programma di acquisto di bond può essere prorogato.

Nonostante i rischi provocati da una politica monetaria espansiva, Praet ha detto che la BCE è convinta di aver agito in modo appropriato, in parte perché dalla sua non vede “bolle speculative” all’orizzonte.

I rischi per la stabilità finanziaria sono attualmente limitati“, ha detto Praet, che dal 2000-2011 è stato direttore esecutivo della Banca nazionale del Belgio.

Praet ha detto che le previsioni economiche della BCE da precedenza nel 2015 non erano troppo ottimistiche: La correzione al ribasso nel mese di settembre non era grande ed è stato in gran parte legato alla correzione nei mercati emergenti. La ripresa economica nella zona euro è intatta.

Praet ha sostenuto l’Unione europea sarebbe di gran lunga più forte e meglio attrezzati per gestire le crisi entro il 2020 rispetto ai paesi che affrontano le riforme strutturali e le banche dei continenti che cercano di integrarsi completamente.

Stiamo vedendo segnali incoraggianti nella zona euro e in particolare in paesi come la Spagna e l’Irlanda, ma anche in Portogallo. L’Italia ha iniziato le sue riforme troppo tardi, ma ora è sulla strada giusta“, ha detto.

Mentre la situazione in Grecia resta difficile, egli è ottimista sul fatto che il nuovo programma è un passo nella giusta direzione.

(tratto dal canale ‘Youtube’, con video utente)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->