Autore Roberta Testa

Come l’America Latina può fare di più con molto meno Ecco il nuovo studio della Inter-American Development Bank sulla spesa pubblica in America Latina
di

Proprio quella spesa inefficiente di cui parliamo sarebbe la causa del blocco della crescita latinoamericana; una ruota viziosa che ha prodotto una conclamata impossibilità nel fornire con successo i più importanti servizi pubblici come l’istruzione, la sanità e la sicurezza, ma anche investimenti adeguati da destinarsi, ad esempio, al miglioramento delle infrastrutture o al capitale umano.

Cile: il Piano Araucanía? Una strategia a vantaggio dei soliti Il presidente del Cile ha presentato il progetto che include proposte economiche e sociali per la regione. Ma gli indigeni si oppongono
di

Il presidente del Cile ha presentato il progetto che include proposte economiche e sociali per la regione. Ma gli indigeni si oppongono. I benefici fiscali e il riconoscimento costituzionale per i mapuche sarebbero parte degli annunci. Ma gli oppositori si fanno già sentire. «Ciò che conta per loro è continuare a investire nel territorio».

L’energia dell’America Latina è in Messico La rivoluzione energetica in Messico tra petrolio e gas naturale. Ecco cosa sta accadendo
di

Il chiaro vantaggio del Paese nella sua regione, però, non è privo di sfide. Prima fra tutte, la cronica mancanza di infrastrutture di stoccaggio del gas. Un problema non da poco, visto che, per adeguarsi e realizzare ciò che appare necessario, si dovranno investire circa 250 milioni di dollari. L’investimento andrebbe a completare un progetto già esistente che, una volta completato, trasformerebbe pozzi non redditizi in strutture di stoccaggio a regola d’arte. Ma non solo: il Messico dovrà apportare miglioramenti significativi al proprio sistema di trasporto del gas e ottimizzare la rete di distribuzione elettrica per integrare le energie rinnovabili.

Aumenta il tasso di omicidi: l’epidemia del Sud America colpisce anche il Costa Rica Il Governo di Carlos Quesada alle prese con una violenza in crescita: 302 gli omicidi registrati quest’anno
di

Il Governo di Quesada, infatti, si è trovato dinanzi alla faticosa sfida di provare ad arrestare il peggioramento della violenza dei gruppi criminali del Costa Rica, gruppi che si affrontano da tempo in una sanguinosa lotta per un preciso e familiare motivo: il controllo dei mercati nazionali delle droghe.

Crisi in Argentina: a preoccuparsi c’è anche il Brasile L’impatto della crisi argentina si estende altrove. Ecco la situazione in un Paese che teme un ritorno al passato
di

Ed al di là del fatto che si possa parlare di effettivo tracollo e di ritorno al 2001, cosa certa è che la crisi in Argentina sta influendo su altri paesi, tra cui il Brasile. La forte svalutazione del peso sta, infatti, producendo una certa pressione sulle imprese che commerciano con l’Argentina, in particolare, per l’appunto, proprio le aziende brasiliane.

Il Governo messicano ha sete di Coca Cola L'impianto della Coca Cola estrae litri di acqua e ciò che resta è insufficiente. Ma chi è complice della nota azienda?
di

Secondo la National Water Commission (Conagua) -responsabile per l’assegnazione dell’acqua- 9 milioni di messicani non hanno accesso all’acqua potabile, e almeno altri 10.2 milioni non dispongono di infrastrutture igienico-sanitarie di base nelle loro case. Questo problema è ulteriormente aggravato dai tagli di bilancio ai fornitori di acqua municipale e dalle condotte idriche fatiscenti.