lunedì, Settembre 20

Attacchi Parigi: indicazioni mediche di Serge Tisseron Quali azioni scorrette vanno evitate sotto coprifuoco e in allerta sicurezza nazionale?

0

Riguardo agli attacchi di Parigi, lo psichiatra e psicoanalista francese, Serge Tisseron, è stato intervistato dall’emittente ‘all news’, ‘AFP’, ed ha indicato come evitare una sorveglianza persistente e continua, subentrata dopo i recenti attacchi terroristici. Serge Tisseron mette in guardia sull’impatto sociale rispetto a una popolazione che può diventare progressivamente bellicosa. Per l’esperto, «quando si ha l’impressione che il governo ci sorvegli perché vi è un pericolo costante che può minacciare la sicurezza del suo popolo, si pensa anche di vivere all’improvviso in un luogo dove vige il coprifuoco». Questa misura di urgente sicurezza condiziona la libera circolazione dei cittadini e dunque le normali azioni quotidiane. In queste circostanze, di fronte alla tentazione di autolimitare il proprio movimento, e autolimitarsi nell’ambito di tutte quelle quotidiane decisioni a cui corrispondevano delle azioni, bisognerebbe fare esattamente l’opposto.

(tratto dal canale ‘Youtube’ di ‘AFP’) 

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->