martedì, Ottobre 19

Asilo: raddoppiate le richieste in UE

0
1 2


Sono 413.800 i richiedenti asilo che hanno sollecitato la protezione dell’Ue nel terzo trimestre del 2015, quasi il doppio di quelli giunti qui nel trimestre precedente. L’annuncio è stato dato ieri da Eurostat, quasi nelle stesse ore in cui la Commissione europea ha reso noto ufficialmente di aver avviato una procedura di infrazione per mancato adempimento dell’obbligo di recepire ed attuare pienamente il sistema europeo comune di asilo nei confronti dell’Italia, così come di Grecia, Croazia, Malta e Ungheria.
In Italia, fa sapere Eurostat, l’aumento delle richieste di asilo è stato del 91%.

Le tre nazionalità più rappresentate in questo nuovo ‘esodo’ annunciato dall’Ufficio di Statistica europeo (Eurostat) sono quella siriana (138.000), quella irachena (44.500) e quella afghana (56.500, il doppio rispetto al secondo trimestre di quest’anno).
Oltre la metà dei nuovi arrivi ha chiesto asilo politico in Germania o in Ungheria (oltre 100.000 in ognuno dei due Paesi pari al 26%). In Svezia le richieste di asilo sono state nello stesso periodo 42.500 (10%), in Italia 28.400, in Austria 27.600 (7%).

Rispetto al trimestre precedente il ‘salto’ è stato notevolissimo in Finlandia (+842%). In Ungheria l’aumento nello stesso periodo è stato del 231%, in Svezia e Belgio di + 197% e +191% rispettivamente. Anche il piccolo Lussemburgo –che già ha il record del Paese con il maggior numero di immigrati tra i membri dell’Ue (circa 40%) – ha visto un balzo del 154%.

Il record del maggior numero di richieste di asilo presentate per la prima volta rispetto al numero di abitanti spetta all’Ungheria con 10.974 domande per ogni milione di ungheresi) seguita dalla Svezia (4.362 per milione), Austria (3.215), Finlandia (2.765), Germania (1.334), Belgio (1.301), Lussemburgo (1.108). I Paesi meno ‘gettonati’ sono stati invece la Slovacchia (solo 3 per milione), Croazia (8), Romania (14), il Portogallo (21) e Repubblica Ceca (25).

La provenienza dei richiedenti asilo nel periodo in esame è stata al 33% la Siria (137.900 così distribuiti: 53.100 in Ungheria, 35.800 in Germania), al 14% l’Afghanistan (56.700 meta’ dei quali ha chiesto asilo in Ungheria) e all’11% l’Iraq (44.400, oltre un quarto è andato in Finlandia).

Una cifra considerevole (oltre 800.000) è rappresentata dalle domande di asilo e di protezione internazionale ancora all’esame delle autorità nazionali nel periodo preso in esame da Eurostat. Anche in questo caso è la Germania ad avere il peso maggiore (366.000 richieste inevase alla fine di settembre 2015 pari al 45%) seguita da Ungheria (107.500 pari al 13%), Svezia (85.700 pari all’11%) e Italia (50.500 pari al 6%).

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->