mercoledì, Maggio 12

Argentina, la Kirchner ritorna in campo?

0

«Bisogna porre un limite al governo»: queste le prime parole con cui Cristina Kirchner ha lanciato il nuovo partito, il FUC. L’ex presidente si è presentata su un semplice palco, solo con un microfono, scenario che contrasta con quanto visto invece quando era al governo.

Tante le polemiche con il governo, a partire dal nuovo debito contratto, ma la Kirchner ha precisato: «Non dobbiamo spenderci in insulti, dobbiamo mettere energia nel mobilitare i cittadini. La cosa importante è incanalare questa forza a organizzare la società. È per questo che invito all’unità i cittadini. Un’unità di tutti gli argentini di tutta l’Argentina, perché sono convinta che serva in questa fase storica di assalto neoliberista a tutti i livelli della società».

La Kirchner non ha svelato se si candiderà, ma quando il pubblico ha gridato ‘Cristina senatrice’, l’ex presidente ha risposto: «Ho avuto nella mia vita tutti gli onori. Vengo come un di più».

Poi ha disegnato un quadro drammatico della situazione economica: «La matematica è una. Il problema che abbiamo in Argentina è che i numeri dati dal governo non si stanno traducendo in case, negozi, imprese piccole e medie, che sono sempre al limite dalla rovina».

(video tratto dal canale Youtube di Al Jazeera)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->