martedì, Aprile 13

Ancora 2017 (parte seconda) La vera storia

0
1 2


11. 2017: La famosa invasione aliena

 

E tutti insieme ci si trovò ad indicare, a fine marzo 2017, dove la nave dei pericolosi extraterrestri avrebbe dovuto atterrare. Sempre che quelli, nel frattempo in veloce avvicinamento ma pur sempre silenziosi, fossero stati disposti ad accogliere le nostre indicazioni. Dopo molte discussioni, giunte sino a sfiorare il conflitto interno, il buonsenso fece raggiungere un compromesso. Venne deciso che la discesa dei ‘marziani’ avvenisse in Svizzera. E lì annientarli, soggiogarli, ridurli in schiavitù o quantaltro.

Nel frattempo, da Roma Francesco continuava a provare a predicare povertà, pace, fratellanza, ma nonostante i non piccoli passi avanti fatti nella Riforma della Chiesa Cattolica, la follia ‘antinvasori galattici’ aveva inevitabilmente marginalizzato la sua generosa possanza. Monsignor Luigi Negri, già Arcivescovo di Ferrara-Comacchio, e Abate di Pomposa, rapidamente defenestrato dopo essere stato beccato ad auspicare un provvidenziale intervento della Madonna che ponesse termine alla ’eccezione’ papale, si era posto alla testa della armate sanfediste bandendo la ‘Nuova crociata’ contro i mostri galattici. Trascinandosi dietro non solo le pregresse sparute truppe tradizionaliste, ma nuove maree di cristiani: ed i più vigorosamente determinati sembravano essere proprio quelli che sino al giorno prima, o quasi, se ne erano stati acquattati ad aspettare la fine della ‘novatio’ di Jorge Mario Bergoglio. Il novello Pietro l’Eremita e i suoi fedeli avevano quindi attraversato le Alpi a piedi scalzi per ‘circondare gli infedeli’, come dicevano, con la forza della fede invitta.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->